Che ora è ?

giovedì 25 settembre 2014

L' Union Jack è la nostra bandiera

di Francesco Annicchiarico
San Bonaventura, filosofo scolastico, ebbe due eredi principali: uno scozzese, Giovanni Duns Scoto, ed uno inglese: Guglielmo da Ockham
Questi due erano frati francescani e modificarono la filosofia scolastica in una visione prerinascimentale e moderna.
Duns Scoto era chiamato dottor Sottile, per la sua capacità di ribaltare le tesi di San Tommaso D'Aquino.
Egli dimostrò che la ricerca teologica e quella filosofica (metodo razionale) erano completamente staccate, non collegate né tantomeno complementari. 

La fede non poteva essere dimostrata e confutò tutte le proposizioni scolastiche che volevano dimostrare le verità teologiche. 
Il metodo razionale (filosofia), può solo esaminare il mondo ordinario. 
Di più, il suo nuovo concetto è l' "hecceitas": l'"essere" di un uomo è limitato a cosa egli/ella è "qui e adesso" e il singolo individuo ne è proprietario. Un concezione pre illuminista della persona moderna.
Guglielmo da Ockham fu influenzato da Duns Scoto e si distaccò ancora dalla dottrina tomista.
Egli introdusse il concetto che: "gli enti non devono essere moltiplicati oltre il necessario"; questo è il "rasoio".
Solo l'esperienza può condurre ad una ricerca razionale, e i termini astratti non possono essere considerati cause o sostanze, oltre i fenomeni che possono essere oggetto di esperienza.
Questa è l'anticipazione della filosofia Anglo-sassone: Nominalismo ed Empirismo.
Tutti i filosofi francescani, compresi i Britannici, furono raffigurati da Benozzo Gozzoli nel Convento dei Frati (oggi museo), nella cittadina di Montefalco, vicino Perugia.

Nessun commento:

Posta un commento

blog culturale fondato dalla giornalista Lilli D'Amicis

Translate

ATTENZIONE! Gli articoli che non trovate qui sono su ORAQUADRA.IT

ATTENZIONE! Gli articoli che non trovate qui sono su ORAQUADRA.IT
Questo Blog ha subito una trasformazione, in questo spazio ci si occuperà solo di Spettacolo, Cultura, Sport e Tempo libero. Ho deciso di aprirlo agli operatori culturali e sportivi che con una mail di richiesta possono diventare collaboratori autonomi e quindi inserire liberamente prose, poesie, ma anche report di manifestazioni che riguardano il nostro territorio, oppure annunci di eventi o racconti dove la nostra gente è stata protagonista. Scrivete quindi a lillidamicis@libero.it, vi aspetto!!!

LIBERTÀ DI PENSIERO

"Io so. Ma non ho le prove. Non ho nemmeno indizi.
Io so perché sono un intellettuale, uno scrittore, che cerca di seguire tutto ciò che succede, di conoscere tutto ciò che se ne scrive, di immaginare tutto ciò che non si sa o che si tace; che coordina fatti anche lontani, che mette insieme i pezzi disorganizzati e frammentari di un intero coerente quadro politico, che ristabilisce la logica là dove sembrano regnare l'arbitrarietà,
la follia e il mistero".
Pierpaolo Pasolini
scrittore
ammazzato nel novembre del 1975

Visualizzazioni ultima settimana

EINSTEIN DICEVA SPESSO

“Il mondo è quel disastro che vedete, non tanto per i guai combinati dai malfattori, ma per l’inerzia dei giusti che se ne accorgono e stanno lì a guardare”.