Che ora è ?

lunedì 31 maggio 2010

Consegnati documenti importanti ai vertici Idv

Carissimi,
rientrato a Taranto domenica sera, ho avuto la possibilità di partecipare alla conferenza stampa convocata per le 10,30 di oggi lunedì 31 maggio da Italia dei Valori con la partecipazione dell'on. Zazzera deputato al Parlamento e responsabile regionale di IDV, del dr. Mazza Consigliere regionale, del dr. Fisicaro Vice Presidente della Provincia e del dr. Brigante Consigliere provinciale.

TARANTO: MAZZA PRESIDENTE DELLA COMMISSIONE SPECIALE SULLE PROBLEMATICHE AMBIENTALI DEL CAPOLUOGO IONICO.

Sarà una commissione speciale in seno al consiglio regionale ad occuparsi della questione ambientale in provincia di Taranto: un trade-union con il territorio per tutelare il diritto dei cittadini ad un ambiente sano e alla salute. "Italia dei Valori ha chiesto alla Regione di prendere a cuore la provincia ionica - ha dichiarato il coordinatore regionale on. Pierfelice Zazzera - ottenendo questo organismo istituzionale presieduto dal dr. Patrizio Mazza e composto da consiglieri della commissione ambiente e della commissione sanità.

“Mannaggia alla Miseria” di Lina Wertmuller


Mercoledi 2 giugno 2010, su RaiUno in prima serata andrà in onda il film “Mannaggia alla Miseria” di Lina Wertmuller, interamente girato in Puglia tra settembre e ottobre del 2008.
La pellicola, sostenuta dall’Apulia Film Commission, fa riferimento alla vicenda di Mohammed Yunus, che ha vinto nel 2007 il premio Nobel per la Pace per aver inventato la banca dei poveri, aiutando in questo modo migliaia di famiglie povere del Bangladesh e dell’India.
Dichiara Lina Wertmuller: "Mi sono ispirata alla figura del fondatore della banca dei poveri, il primo che ha dato credito ai poveri. Mi sono ispirata a lui ma il film non parla di lui. Parla dell’Italia. Nel cast ci sono attori giovani come Gabriella Pession e Sergio Assisi. Ma anche attori più maturi come Degli Esposti, Herlitzka e Angela Pagano. "
La storia parte da tre studenti, laureati in economia, che al ritorno da un viaggio nel paese dove è nata l’innovazione di Yunus, decidono di creare la stessa cosa a Napoli e qui comincia l’avventura, tra favola e realtà, con episodi duri, tragici, ma anche altri esilaranti, con il coinvolgimento delle varie famiglie dei giovani che hanno estrazione sociale diversa.
Il film è stato interamente girato in Puglia e precisamente tra Martina Franca, Taranto e Brindisi nei mesi di Settembre e Ottobre del 2008.
La pellicola prodotta dalla Titania Produzioni srl in collaborazione con RaiFiction, RaiUno e l’Apulia film commission, ha visto impegnati per diversi mesi il location manager pugliese Fabio Marini e la scenografa Virginia Vianello per individuare le location ideali per ambientare la storia.
Lina Wertmuller aveva già girato in Puglia nel 1963, quando allestì il set de “I Basilischi”.
Infatti dice sorridendo la Wertmuller: “la Puglia è bella e mi porta fortuna, e poi mi sono sentita coccolata dal location manager Fabio Marini e dai cittadini e commercianti di Martina Franca e di Brindisi, ho mangiato benissimo e la gente è straordinaria…”
La produzione di fronte alla richiesta di ricatto della mala tarantina, fu costretta ad abbandonare in fretta e furia Taranto per raggiungere la vicina Brindisi, grazie alla collaborazione del Questore Vincenzo Carella e della DIGOS Brindisina alla troupe fu garantita la sicurezza e la tranquillità necessaria per continuare le riprese.

sabato 29 maggio 2010

RADUNO NAZIONALE DEI GRUPPI STORICI MEDIOEVALI DELL'XI secolo


Nel 1067 nei pressi di Taranto, le truppe bizantine del generale Maurikas con al fianco il duca di Skopje, Niceforo Caranteno si scontrano con i Normanni del conte Goffredo di Taranto alleato di Roberto il Guiscardo impegnati nella conquista della Puglia bizantina. Le truppe scelte di Maurikas, composte in buona parte da Varieghi (soldati mercenari di provenienza russa e scandinava) riuscirono a conquistare Taranto strappandola al conte Goffredo e accordandosi con il ribelle Normanno Goffredo di Conversano il quale consegnò personalmente la città di Castellaneta (nei pressi di Taranto) ai Bizantini. La città rimase per circa un anno nelle mani Bizantine per poi essere riconquistata dallo stesso conte Goffredo di Taranto nel 1068.

L’associazione storico culturale “ I Cavalieri de li Terre Tarentine”

In collaborazione con:
C.M.G.S.M. DE REBUS GESTIS
Gruppi partecipanti:
"I Cavalieri de li Terre Tarentine" - Taranto
"Milites Friderici II" - Oria (BR)
"Imperiales Friderici II" - Foggia
"Historia" - Bari
"Rosa e Spada" - Napoli
"Vikings" - Italy
"Vikings - Manaraefan" - Inghilterra
"Amici del Medioevo" - Manfredonia (FG)
"Demiurgo" - Toritto (BA)
"Sagittari Civitates Eburi" - Eboli (SA)
"Valhalla Viking Victory" - Morlupo (RM)
"La Durlindana" - Massafra (TA)
"Anno Domini 1000" - Assago (MI)
"Speculum Historiae" - Torino
"Rasna" - Castellaneta (TA)
Organizzano la riproposizione della battaglia, con costumi ed armi d’epoca.
Per maggiori informazioni riguardanti l’evento vi rimandiamo al seguente link: http://www.cavalieriterretarentine.it/index.html

“… dedicato a Francesca: spettacolo di Musica, Teatro, Coreografia”

Sabato 5 giugno, ore 21.00 nell’agriturismo Le Lamie, sulla strada tra Grottaglie e Villa Castelli. Musica, danza, recitazione sono le tre componenti dello spettacolo “… dedicato a Francesca” che si terrà sabato 5 giugno, ingresso ore 21.00, sipario 21.30. Lo spettacolo ritorna a grande richiesta dopo il tutto esaurito che ha fatto registrare lo scorso novembre. Non mancano naturalmente le novità.
Prima fra tutte la componente artistica: lo spettacolo, ideato dal pianista Nunzio Dello Iacovo e presentato da Gino Alò, vedrà la partecipazione di Francesca Bicchierri, soprano, Francesca Pignatelli, vocalist, Giuseppe Grassi, violoncello, Paola Vania, violino, ed Alessandra Pulpito al flauto. Il programma dell’evento prevede l’esecuzione di brani dal repertorio classico (Schubert, Scriabin, Debussy) e moderno (canzoni d’autore tra cui Branduardi, Mia Martini) e letture drammatizzate di brani tratti dalla Bibbia, Salmi e prima lettera di S. Paolo ai Corinzi recitate da Vito Lopriore. Gli arrangiamenti musicali sono di Massimiliano Conte, che si esibirà al sax e pianoforte. I movimenti coreografici saranno curati da Cinzia Fasano. Artisti tutti pugliesi, conosciuti nel panorama internazionale.
Cambiata anche la location. La serata si terrà nello splendido scenario dell’agriturismo Le Lamie, sulla strada tra Grottaglie e Villa Castelli. Il palco, costruito per l’occasione, avrà come tetto lo splendido cielo con la luminosa luna e le lucenti stelle e sarà delimitato da alberi di ulivo secolari e da vegetazione tipicamente mediterranea.
Gli artisti si cimenteranno nelle musiche e nella danza e nella recitazione seguendo quello che è il filo conduttore della serata: la rimembranza del dolore, con la speranza di una vita eterna, il tutto in ricordo di Francesca Santoro, giovane grottagliese assurta in cielo circa un anno fa.
Francesca amava la vita, le arti, la cultura. Intelligente e molto bella ed informata, ha trascorso parte della sua esistenza ad aiutare i meni fortunati portando loro una parola di conforto, ma anche dei beni materiali; dotata di un forte eroismo, non si è mai lasciata andare a momenti di abbandono, affrontando eroicamente la sua malattia nelle sue peregrinazioni in vari istituti oncologici. La sua vita si è divisa tra Grottaglie e Milano, dove tra l’altro frequentava, oltre ai salotti della moda, in cui lavorava, anche la chiesa di San Celso. Dopo la sua scomparsa, vi sono stati alcuni avvenimenti che hanno portato Padre Ottavio Laino, postulatore delle cause dei santi, a chiedere alla scettica famiglia di prendere nota di avvenimenti e fatti che potranno, in futuro, documentare una causa di santità di Francesca.

E’ Fausto Biloslavo, del settimanale Panorama, il primo classificato del 2° Concorso Internazionale “Giornalisti del Mediterraneo”.


BARI – È Fausto Biloslavo, del settimanale Panorama, il primo classificato del 2° Concorso Internazionale “Giornalisti del Mediterraneo”. Il premio è stato organizzato dall’Associazione “Terra del Mediterraneo”, in partnership con Europuglia, portale di promozione delle attività e dei progetti del Servizio Mediterraneo della Regione Puglia, con il patrocinio della Presidenza del Consiglio dei Ministri, della Presidenza del Parlamento Europeo, dell’Assemblea Parlamentare del Mediterraneo, del Ministero delle Politiche Europee, delle Ambasciate di Svezia, Turchia, Polonia, Spagna, Portogallo, Ungheria, Romania e Cipro, dell’Assessorato al Mediterraneo, Cultura e Turismo della Regione Puglia e della Rai-Segretariato.

venerdì 28 maggio 2010

E' in edicola Wemag il magazine dei tarantini

La tessera del tifoso dalla prossima stagione diventerà realtà, ma già crea polemiche tra gli ultras e i gruppi organizzati da un lato e forze dell'ordine e società dall'altro. I tifosi saranno tutti schedati!
Dopo 25 anni il ricordo del tarantino che ha vissuto il dramma di Juve Liverpool ad Haysel. Storia di una tragedia raccontata da chi ne porta ancora i segni.
L'industria del vento racconta la sua filosofia aziendale made in Giappone: dirigenti e operai insieme per costruire idee. Gli uomini della Vestas Nacelles
Nuovi assetti politici: Fini contrapposto a Berlusconi. La mappa della destra a Taranto.
Intanto Emma Bonino si esprime sull'ipotesi di Vendola premier.
Per lo sport intervista a Mario Macalli, president della Lega Pro, la nuova Ktm RC8R, e il progetto la scuola in acqua, la podistica e il beach rugby.
WeMag è anche moda, viaggi, cucina, cultura, spettacoli e tanto altro.
Da ogni venerdì in tutte le edicole.

Non è mai troppo tardi per il PC, grazie all'Associazione ANTEAS


“Over 60” a scuola di personal computer - Consegna attestati di partecipazione a trenta adulti che hanno frequentato i due corsi di informatica promossi da ANTEAS Grottaglie.

Nell’ambito delle attività svolte sul territorio dall’ANTEAS Cultura e Vita di Grottaglie per l’anno sociale 2009/2010 nel campo sociale e dell’aiuto senza fini di lucro, i corsi di informatica riscuotono sempre alti indici di gradimento e partecipazione.

L’associazione, formata solo da volontari di qualsiasi ceto e professione, dal 2003 ad oggi ha svolto Corsi di alfabetizzazione informatica - Corsi di preparazione per giovani alle prime esperienze lavorative - Corsi di formazione per badanti e baby sitter - Corsi di formazione ed informazione sulla microincidentalità domestica - Valutazioni e Test sul territorio sulla vita svolta dalla terza e quarta età ed altro ancora, utilizzando strutture ed apparecchiature messi a disposizione gratuitamente dalla Scuola Pubblica, dall’Amministrazione Comunale e da Enti Cattolici.

Per il terzo anno consecutivo, grazie al Patrocinio della Provincia di Taranto e dell’Istituto Superiore Don Milani-Pertini di Grottaglie, si sono conclusi due corsi di informatica con uso di PC presso il laboratorio multimediale della stessa scuola.

Al corso base di 1°livello della durata di 120 ore ed al corso intensivo di 2° livello di 60 ore, svolti da novembre 2009 a maggio 2010, hanno partecipato 34 “maturi allievi” (over 60, prevalentemente donne) convinti della utilità dell’uso del PC per affrontare nuovi sistemi di vita e per migliorare la propria indipendenza e autonomia in piena sicurezza. Così i nuovi anziani, ancora giovani e più istruiti rispetto al passato, avendo a disposizione tempo libero e stato di salute discreta, posseggono curiosità, voglia di vivere e tanto desiderio di confrontarsi con le innovazioni al fine di dare positività al proprio futuro.

I risultati ottenuti sono stati eccellenti e gratificanti sia per i partecipanti che per i docenti (Cosimo Luccarelli e Diego Carlucci); la strada intrapresa della formazione ed informazione alle famiglie risulta sempre valida e quindi l’ANTEAS ritiene di continuare le attività consolidate ed organizzare altre attività formative su tematiche di largo interesse, oltre a quelle ricreative, culturali e sociali.

Alla cerimonia di chiusura dei corsi con consegna degli attestati di partecipazione, svoltasi Mercoledì 26 maggio u.s. nell’Istituto Don Milani-Pertini, Via XXV Luglio 89 - Grottaglie erano presenti l’avv. Giampiero Mancarelli (Assessore della Provincia di Taranto, il prof. Michele Coro (Vice Preside dell’Istituto Don Milani-Pertini di Grottaglie), Tommaso Bruno (Segretario Provinciale della FNP/CISL), Giuseppe Cofano (Segretario Comunale CISL Grottaglie), Carmelo De Fazio (Segretario FNP/CISL Grottaglie), Rocco Maggi (Presidente ANTEAS Grottaglie).

Sabato 29 maggio - DONNE IN ARTE - a cura del SOROPTIMIST DI GROTTAGLIE


Sabato 29 maggio, alle ore 19, alla presenza del primo cittadino Raffaele Bagnardi ed altre autorità, avrà luogo, nella Pinacoteca comunale "Palazzo De Felice", il vernissage della mostra "Donne in arte" organizzata dal Soroptimist Internationa Club di Grottaglie, presidente Milarosa Neulander, nove donne pugliesi e di cui due straniere: la slovena Fulvia Zudic e la istriana Anja Skrobonia espongono le loro interessanti e piacevoli opere d'arte. Le opere esposte, nella loro variegata tipologia artistica e di tecniche diverse, si incastrano nella suggestiva location come gemme e fanno compiere un viaggio al visitatore quasi astrale, in quanto si passa dall'astratto delle varie performance artistiche all'oggetto che esce affinato dall'opera manipolatrice dell'artista. A capitanare queste donne in mostra è l'artista grottagliese, nonché socia soroptimista Rosanna Nisi, artista di grande talento e di fama internazionale che in anni ed anni di costante studio e lavoro, ha collezionato riconoscimenti in ambito internazionale, di lei e la sua arte ne hanno contezza persino Paesi oltre oceano come il Giappone, dove ha esposto più volte, raccogliendo allori. Persona di estrema riservatezza, molto modesta mai ostentatrice del suo eccellente talento, ma basta addentrarsi nella conoscenza della sua arte per capire lo spessore artistico che la anima e che da' la stura a tanta bellezza.
Con lei espongono Annalisa Piergianni grottagliese, Tosca di Bari, Delia Sforza barese, la leccese Annalisa Melle, la eclettica Lucy Carlucci grottagliese, ed Anna Maria Gerlone, altra grottagliese molto capace nell'esprimere il suo humus artistico attraverso le sue opere.
La Mostra resterà aperta fino al 12 giugno 2010 è visitabile tutti i giorni negli orari mattutini dalle 8 alle 12.30 e nel pomeriggio dalle 17.30 alle 21.00.

Questa è la famigerata delibera n 75 il cui pdf non compare sul sito web del Comune

Gm 75 - Fosso Madonna Del Prato

Questa sera a Lizzano NUCLEARE:VERITÀ FALSITÀ

VENERDÌ 28 MAGGIO ORE 18:00
AULA CONSIGLIARE VIA MAZZINI

INCONTRO-DIBATTITO
NUCLEARE:VERITÀ FALSITÀ
INTERVERRÀ
GIORGIO FERRARI
EX TECNICO NUCLEARE ENEL

SCELTA CONVENIENTE O SOLO PROFITTI PER POCHI?
NECESSITÀ PER L'ITALIA DI AUMENTARE LA SUA PRODUZIONE ENERGETICA?
COSTO DELL'ENERGIA NUCLEARE
INQUINAMENTO RELATIVO E ASSOLUTO DELLE CENTRALI NUCLEARI E SCORIE RAD

--
Associazione di Cittadini Attiva Lizzano
Via Canova 9, 74020 Lizzano (TA)


giovedì 27 maggio 2010

UN SANTO DI NOME GIOVANNI di Fabio Zavattaro

Cibus Mentis e Libreria Nominae Rosae Grottaglie sono lieti di invitarLa all' incontro con Fabio Zavattaro, giornalista vaticanista del TG1 autore del volume
Un Santo di Nome Giovanni
Aliberti Editore

Sabato 29 Maggio Parrocchia Madonna delle Grazie subito dopo la celebrazione della Santa Messa delle Ore 19.00
Fabio Zavattaro, vaticanista tra i più accreditati, ha seguito per più di vent’anni Karol Wojtyla in Italia e nei suoi viaggi all’estero. In questo libro, il giornalista offre il più fedele e intenso racconto in presa diretta del percorso pontificale di Giovanni Paolo II, di cui regala un ritratto inedito e ricco di sfumature.
In viaggio con Karol Wojtyla il Papa che ha cambiato la storia.
La sera del 2 aprile 2005, tra la folla radunatasi a San Pietro per dare l’ultimo saluto a Giovanni Paolo II, c’era anche Fabio Zavattaro, inviato del Tg1 e vaticanista tra i più accreditati. Il giornalista ha seguito Karol Wojtyla in Italia e all’estero lungo tutto l’arco del suo pontificato. Questo è il fedele e intenso resoconto del percorso accanto al papa, il racconto in presa diretta di un viaggio lungo ventisette anni.
Non è un compito facile raccontare un pontificato, soprattutto se lungo e intenso come quello di Giovanni Paolo II. Ci vogliono date, temi, istantanee, e testimonianze in prima persona di chi ha preso parte ai moltissimieventi memorabili di un mandato durato quasi ventisette anni.
L’attentato che ha cambiato la percezione del papato, mostrando che anche un vicario di Cristo è vulnerabile. E poi il commovente gesto della mano di Wojtyla sul braccio del suo attentatore, una conferma visiva e tangibile alle parole di perdono pronunciate subito dopo il ricovero al Gemelli.
L’incontro del 2002 ad Assisi con i leader delle altre confessioni religiose, chiamati a pregare per la pace, allo scopo di scongiurare un conflitto di civiltà.
La vicinanza ai giovani: è per loro che Giovanni Paolo ii inventa le giornate mondiali, come quella di Czestochowa del 1991, quando per la prima volta anche i ragazzi dell’Est Europa possono incontrare i loro coetanei dell’Ovest.
E soprattutto l’Europa non più divisa. Con un papa che prepara la Chiesa alle novità e ai cambiamenti: a Berlino passa sotto la Porta di Brandeburgo da ovest a est, in senso inverso rispetto alle molte fughe verso la libertà dei cittadini dell’ex Repubblica Democratica Tedesca.
Infine, il grido di Karol Wojtyla nella Valle dei Templi di Agrigento: la sua audacia inaugura una nuova stagione di impegno contro la mafia e di risveglio delle coscienze.
Fino all’ultima tappa di quel lungo viaggio, che si conclude alle 21.37 del 2 aprile 2005, tra preghiere, canti, candele accese e bigliettini dei fedeli lasciati ai piedi dell’obelisco di San Pietro. Quella sera, nell’immensa piazza gremita di gente, c’è anche Fabio Zavattaro, vaticanista tra i più accreditati, che per più di vent’anni ha seguito Karol Wojtyla in Italia e nei suoi viaggi all’estero. In questo libro, il giornalista offre il più fedele e intenso racconto in presa diretta del percorso pontificale di Giovanni Paolo II, di cui regala un ritratto inedito e ricco di sfumature.
Fabio Zavattaro
Inviato speciale del Tg1, ha iniziato la sua attività di giornalista professionista nel 1981, dopo aver frequentato l'Istituto post universitario di scienza e tecnica dell'opinione pubblica (ISOP), presso la Libera Università Internazionale "Pro Deo", oggi LUISS, in Roma.
Al quotidiano Avvenire - dal 1979 al 1991 - si è dapprima occupato di cronaca e politica estera e poi, dal 1983, di informazione vaticana. Nel 1988 è stato nominato vice capo redattore della redazione romana del giornale.
Nel 1991 è entrato in Rai, prima al Giornale radio - Gr2 - e successivamente, dal 1995, al Tg1, occupandosi sempre di informazione vaticana. Come inviato ha seguito, dal 1983, i viaggi del Papa, in Italia e all'estero.
È autore di diversi video realizzati per la Rai in occasione di avvenimenti vaticani. Nel 2002 ha realizzato lo speciale "Teresa di Calcutta", in vista della cerimonia di beatificazione di madre Teresa di Calcutta che ha ottenuto la Menzione d'onore al XIX Festival Internazionale Cattolico del Film "Niepokalanow", di Varsavia; ed ha vinto la IX edizione del Premio televisivo Santa Chiara d'Assisi.
Nel 2003 ha realizzato lo speciale "25 anni con Papa Wojtyla", in occasione del Giubileo Pontificale di Giovanni Paolo II.
È inoltre autore e regista del video Benedetto XVI, realizzato in 5 lingue e scelto come uno dei video ufficiali della Giornata Mondiale della Gioventù di Colonia.
Con l'Editrice Ancora ha pubblicato "I santi e Karol" che ripercorre la vita di Giovanni Paolo II attraverso i santi e beati proclamati nei quasi 27 anni di Pontificato.
Nel 2009 ha vinto il premio “Penna d’oro” per il giornalismo.

Gimkana mini bike, sabato 29 maggio a Grottaglie

Tutto è pronto per la seconda edizione della Gimkana mini bike, organizzata dal Gruppo Sportivo Ciclistico Grottaglie, con il patrocinio della Città di Grottaglie.
Sabato 29 maggio a partire dalle ore 14.30 su viale Matteotti e nella zona adiacente a Piazza Principe di Piemonte sarà una festa del ciclismo riservata ai bambini dai 6 ai 10 anni.
Un percorso cronometrato di 300 metri tra birilli ed ostacoli. Alla fine della gara sarà stilata una classifica maschile e femminile per le cinque fasce d'età che partecipano alla gara. Saranno premiati i primi tre di ogni fascia. A fare da cornice alla gimkana ci sarà l'animazione di clown da strada e la presentazione della squadra agonistica del GSC Grottaglie, con la partecipazione attiva di alcuni atleti impegnati con competizioni di livello nazionale. A tutti i partecipanti saranno distribuiti gadget gratuiti (maglietta e cappellino). Il cronometraggio sarà effettuato dalla società Tempogara. Il motto dell'iniziativa di quest'anno è: libera la bici... è Primavera. "Scopo dell'iniziativa - secondo quanto afferma il presidente del GSC Giovanni Monaco - è la diffusione della cultura della bici, dello sport del ciclismo e del divertimento tra i ragazzi".
Il Gruppo Sportivo Ciclistico Grottaglie è impegnato da cinque anni a promuovere la cultura del ciclismo con un occhio di riguardo al territorio. E' in piena attività in questa nuova stagione agonistica, forte della passione che accompagna circa cinquanta associati, vantando un'attività agonistica e amatoriale molto vivace.

In tempi di magra nella nostra Grottaglie c'è chi sperpera


Con delibera di G.C. n. 75 del 4.2.2010 ( delibera che non è stata ancora pubblicata sull'albo pretorio del sito web del Comune. ndr ) è stato affidato al personale interno ivi indicato ad al tecnico esterno prof. ing. Matteo Ranieri l’incarico di adeguare il progetto definitivo “Interventi per la mitigazione del rischio idrogeologico dei territori di Grottaglie e Monteiasi. Tratto finale del Fosso Madonna del Prato” dell’importo di € 4.650.000,00, già approvato con delibera di G.C. n. 807/2008, all’importo di € 4.150.000,00 pari al finanziamento assegnato in favore di questo Comune dalla Regione Puglia con delibera di G.R. n. 2147/2009 a valere sui fondi contemplati dalla delibera CIPE n. 3/2006.
Tenuto conto che la Regione Puglia, nel comunicare il riconoscimento del detto finanziamento nella misura sopra indicata, ha fissato al 30 giugno c.a. la data entro la quale devono essere aggiudicati i relativi lavori, i soggetti formalmente impegnati con la predetta deliberazione Giuntale n. 75/2010 hanno rimodulato il progetto con l’urgenza segnalata e consegnato lo stesso in data 27.1.2010.
Il quadro economico di progetto è articolato come appresso:
A) lavori a base di gara € 2.939.427,93
B) oneri e costi della sicurezza non soggetti a ribasso 3% € 90.527,07
C) IMPORTO TOTALE DEI LAVORI € 3.030.000,00
D) Somme a disposizione dell’Amministrazione:
a) spese generali 13% di C) € 393.900,00
b) c.a.p. 2% di a) € 7.878,00
c1) IVA lavori 10% di C) € 303.000,00
c2) IVA spese generali 20% di a)+b) € 80.355,60
d) spese pubblicità e bandi di gara € 10.000,00
e) interferenze € 20.000,00
f) espropriazioni € 200.000,00
g) imprevisti e lavori in economia € 104.866,40
TOTALE SOMME A DISPOSIZIONE € 1.120.000,00
TOTALE IMPORTO PROGETTO € 4.150.000,00
Considerato che sul progetto di che trattasi è stato espresso dallo scrivente Responsabile Unico del Procedimento, parere favorevole ai sensi e per gli effetti di cui alla L.R. n. 13/2001, si rimette il tutto alla Giunta per l’approvazione di competenza. Grottaglie, 12.2.2010 Il Dirigente l’Area Tecnica
Arch. Giovanni Narracci
LA GIUNTA COMUNALE
1) Di approvare il progetto definitivo dei lavori “Interventi per la mitigazione del rischio idrogeologico dei territori di Grottaglie e Monteiasi. Tratto finale del Fosso Madonna del Prato” dell’importo complessivo di € 4.150.000,00 redatto dal personale interno impegnato con delibera di G.C. n. 75/2010 e dal Prof. Ing. Matteo Ranieri; (delibera di Giunta n. 110 del 12 febbraio 2010).

Fin qui stralcio della prima delibera in merito a questi lavori per i quali il Comune e di Grottaglie ha ricevuto oltre 10 milioni di euro, la maggior parte dei lavori di progettazione sono stati affidati al prof. Ranieri di Bari e pare che solo 1 lotto sia andato in gara, e i lavori siano fermi in quanto i progetti sono sbagliati.

Il Comune con l'assistenza dell'ing. Narracci, pagando fior di euro, sta cercando di sistemare i macroscopici errori fatti dal prof. Ranieri, il quale continua ad avere altri incarichi intascando sempre più denaro con progetti che non hanno nulla a che vedere con quelli dell'area aeroportuale. In pratica il Comune di Grottaglie ha dato incarichi al prof. ing. Ranieri di Bari per oltre 350.000,00 senza bandi, e come ciliegina sulla torta non si riesce mettere in sicurezza nulla perché nei progetti era prevista la demolizione dei fabbricati sulla strada per Carosino, fabbricati vincolati con il Putt e invece il prof. ing. Ranieri li demolisce, il TAR intanto ha dato ragione ai proprietari e quindi progetti sbagliati per 7 milioni di euro.

Bene con delibera di giunta 298 del 3 maggio scorso così vanno avanti in questo disastro amministrativo:

In merito ai “Lavori di ripristino funzionalità idraulica del reticolo minore afferente al Vallone Aiedda che interessa territorialmente il limite comunale di Grottaglie – stralcio Madonna del Prato”, accollati in favore del Consorzio Works con sede in Massafra alla via Lazio n. 6 con contratto rep. n. 1436 del 14.7.2009, questo Ente con delibera di G.C. n. 226 del 31.3.2010, e per le motivazioni nella stessa esplicitate, autorizzava il Direttore del Lavori Prof. Ing. Matteo Ranieri a redigere una perizia suppletiva e di variante.
Corrispondendo a tanto il Prof. Ing. Matteo Ranieri ha consegnato la suddetta perizia suppletiva e di variante del 14.4.2010 che si compone dei seguenti elaborati: relazione, computo metrico estimativo comprendente le opere aggiuntive ed in variante, computo metrico estimativo delle opere di irrigazione,, elenco dei nuovi prezzi per le opere di irrigazione,, computo dei ponticelli previsti nel progetto a base di gara tabella aggiornata delle percentuali dei “corpi d’opera”, n, 3. grafici.
I lavori previsti in perizia sono finalizzati ad eliminare alcune interferenze con le opere di progetto, manifestatesi in corso d’opera. In particolare la esistente condotta principale di irrigazione e le condotte DN 160 di PVA vanno sostituite in quanto la vetustà delle stesse rende impossibile il loro riutilizzo. Altri lavori previsti in perizia riguardano la realizzazione di n. 5 ponticelli di attraversamento in luogo dei 6 ponticelli previsti in progetto (n. 3 previsti nel progetto posto a base di gara e n. 3 offerti dal Consorzio Works), ai quali si unisce il tratto tombato, in quanto tale soluzione assicura un più agevole collegamento tra le stradine di servizio poste ai due lati del canale. In questo modo è stato eliminato il terzo ponte offerto dal Consorzio Works ed il relativo costo è stato detratto dall’importo delle opere di irrigazione. Trattandosi di opere che non sono incluse tra quelle del progetto principale, è stato necessario introdurre n. 11 nuovi prezzi riportati nell’allegato D.L. 5.1 e, pertanto, è stato approntato anche lo schema di atto di sottomissione e verbale di concordamento nuovi prezzi sottoscritto per accettazione da parte del Consorzio Works.
Dalla perizia si evince che l’importo dei lavori suppletivi ammonta a nette €100.573,79, contenuto nell’ambito del 20% dell’importo contrattuale.
Il quadro economico della perizia suppletiva e di variante è articolato come segue: Lavori di contratto originario € 2.782.218,34

Lavori suppletivi € 100.573,79
Oneri sicurezza € 118.772,97

Totale € 3.001.565,10
Somme a disposizione:
spese tecniche € 404.668,29
CAP 2% € 8.093,77
IVA lavori al 10% € 300.156,51
IVA spese tecn. 20% € 82.556,41
Spese pubblicità bando gara € 6.809,40
Interferenze € 10.000,00
Espropri € 270.000,00
Indagini geognostiche € 7.200,00
Imprevisti € 135.648,82
Totale € 1.225.133,20
TOTALE FINANZIAMENTO € 4.226.698,30
Per quanto riguarda l’importo contemplato alla voce espropri, pari ad € 270.000,00, si evidenzia che con nota del 15.4.2010 prot. n. 10450 il Responsabile del Settore AA.GG. dott. Giuseppe Cancelliere, ha comunicato che in relazione a circostanze sopravvenute la somma necessaria a liquidare tutte le indennità di esproprio è pari ad € 437.824,18 con un aumento di spesa di € 167.824,18 rispetto all’importo originariamente preventivato. Stante l’impossibilità di utilizzare le economie rivenienti dal ribasso d’asta, la maggiore spesa dovrà essere posta a carico del bilancio di questo Ente. Al riguardo, ed ai fini della copertura di detta maggiore spesa, si rappresenta l’opportunità di una destinazione allo scopo ed in aggiunta a quella già prevista nello schema di bilancio 2010, di una ulteriore quota di avanzo di amministrazione presunto esercizio 2009 pari appunto ad € 167.824,18.

Per chi volesse approfondire queste sono le delibere di Giunta dello scandalo e dello sperpero di denaro pubblico: n.75, 110, 210, 298, tutte dell'anno 2010 di queste solo la delibera n. 75 non è pubblicato il pdf, ma solo il titolo

75 04/02/10


Interventi per la mitigazione del rischio idrogeologico dei territori di Grottaglie e Monteiasi. Tratto finale del Fosso Madonna del Prato. Conferimento incarico per l’adeguamento dell’importo del progetto definitivo nell’ambito del finanziamento concesso e per la redazione degli atti tecnici ed amministrativi necessari all’appalto delle opere previste in progetto con il sistema dell’appalto integrato ai sensi dell’art. 53 comma 2° lettera b) del D. Lgs. N° 163/2006 e ss.mm.ii.

[L'ufficio pubblicherà presto l'atto]


Narracci Giovanni
Dirigente area tecnica, llpp, urbanistica

Inceneritori di rifiuti: NichiVendo a Marcegaglia


Emma Marcegaglia ringrazia Nichi Vendola per l’inceneritore in deroga alle leggi in materia, alla volontà popolare e al buon senso. Questo video smaschera definitivamente il governatore pro tempore della Puglia. Lo smemorato di Terlizzi per bocca e mano sua blocca 5 inceneritori pubblici e favorisce quelli privati di Emma realizzati con denaro pubblico in barba alle normative a protezione della salute e della natura. L’erigendo impianto a Borgo Tressanti (agro di Manfredonia a confine con il territorio di Cerignola), spacciato inizialmente per una centrale a biomasse, ora si è trasformato in un inceneritore. Al mago Vendola avevamo chiesto invano chiarimenti lo scorso dicembre sulla regolarità e la bontà del progetto. Fonte Italia Terra Nostra (l'intervista di Vendola)
Ma se ha appena detto a Telenorba che questa nave nella tempesta, la Puglia, va salvata tenendo il timone fermo per uscire indenni da questa procella, evidentemente i rifiuti sono la nostra ancora di "salvezza", infatti riducendo la popolazione grazie ai disastri ambientali, la nave alleggerisce il carico e così può uscire dal marasma più velocemente. Elementare, Watson!

mercoledì 26 maggio 2010

Io comincio dalla strada di casa mia, invito altri a fare altrettanto con la propria fotocamera digitale

Purtroppo con il video non si può far sentire il puzzo di piscio e di escrementi che aleggia sui marciapiedi e sulla strada che non viene mai lavata se non dalla pioggia che scende copiosa dal monte ed impedisce alla gente di poter uscire di casa o transitarvi a piedi.
Questa è la civile Grottaglie e questo non è solo visibile e odorabile su viale Karl Marx, nella foto l'isola dell'incuria e dell'abbandono in viale Gramsci, di fronte al panificio, notare lo stato del marciapiedi unica manutenzione in quel triangolo è dovuta ai pannelli pubblicitari.
Chiunque sia in grado di filmare o fotografare lo faccia io lo pubblicherò a stretto giro, purché siano filmati brevi e in avi.
Errata corrige: nel video parlo di torneo di calcetto, no, ho sbagliato, si tratterà di vera gara di Calcio Under League 2010 'Antonella Guardamagna'.

Spiagge pulite, pronti 700mila euro dalla Provincia.


La Capitaneria vara le check-list per gli stabilimenti balneari

Si punta soprattutto sulla conoscenza delle norme riguardanti la balneazione per garantire a tutti una stagione estiva all’insegna della sicurezza. La parola d’ordine, ancora una volta, è prevenzione.

Questa mattina, a Palazzo del governo, il presidente della Provincia Gianni Florido e il comandante della Capitaneria di porto di Taranto, Paolo Zumbo, hanno illustrato ai rappresentanti dei comuni ionici costieri, della Camera di Commercio e dell’Ascom, gli aspetti fondamentali dell’ordinanza numero 115/2010, pubblicata sul sito www.taranto.guardiacostiera.it, per la disciplina, ai fini della sicurezza marittima, della balneazione e delle attività connesse che si svolgono lungo il litorale delle Province di Taranto e Matera durante la stagione estiva. Sono essenzialmente tre le novità più importanti emerse durante l’incontro.

La prima: il presidente della Provincia di Taranto, Gianni Florido, ha scritto al prefetto di Taranto chiedendo la convocazione di un incontro per approfondire alcuni aspetti relativi alle attività di controllo svolte normalmente dalle diverse forze dell’ordine. I titolari degli stabilimenti balneari chiedono insomma di sapere “chi deve fare cosa”.

Secondo: per aiutare i comuni a garantire l’igiene pubblica sulle spiagge, la Provincia di Taranto è pronta a stanziare 700mila euro, utilizzando i fondi residui delle somme già destinate dalla Regione Puglia all’ente di via Anfiteatro per la rimozione delle alghe dalla fascia costiera. Questi soldi potrebbero essere impiegati per installare i bagni chimici, sistemare i cassonetti e finanziare l’attività di disinfestazione con particolare attenzione alle esigenze dei bambini. Si attende l’ok della Regione Puglia.

Terzo: la Capitaneria di Porto – ha spiegato il comandante Zumbo - ha predisposto le cosiddette check-list per permettere ai titolari degli stabilimenti balneari di effettuare quella che è stata definita “un’attività di autocontrollo”.

Per ulteriori informazioni, gli interessati possono consultare il sito www.taranto.guardiacostiera.it oppure telefonare al numero 099/4713611.

Alla riunione di questa mattina, oltre ai rappresentanti degli 11 comuni ionici interessati, hanno partecipato Ignazio Stasi dell’Ascom, Francesco De Giorgio della Camera di commercio e il maresciallo Massimo Giuliano della Capitaneria di porto di Taranto.

Da sabato 29 in edicola LIVU' DI MAGGIO N°27 ANNO 3

"Ai grottagliesi piace la pizza, ed è per questo che mi dissocio dai miei concittadini".
Nel numero di Maggio:
In copertina:
VITO ROSSINI, IL RE DELLA PIZZA
Intervista esclusiva.
- EDITORIALE: Perché Grottaglie è in Italia
Anche Livù dice NO alla legge bavaglio contro l'informazione.
- MISSION / 1: Mondopizza.
Grottaglie la città delle pizzerie e la storia di Franco Galeone, professione pizzaiolo.
- MISSION / 2 La città del cemento. Grottaglie lottizzata
Cosa sono i piani di lottizzazione, l'intervista all'Assessore all'Urbanistica e casa: quanto mi costi? Il mercato immobiliare.
- Il dito nell'occhio. Urbanistica: saldi di fine mandato.
- Le gnagnate. Lu grezzo di sobbra!
- Sulla strada - l'attualità.
Serena Quaranta è a casa, strade killer, Il cinema? anche a Grottaglie.
- Musica. Supersonic.
- Libri. Francesco Carofiglio.
- Teatro. La compagnia della polvere.
- Localquark: Il Grand Canyon sotto casa, Riggio.
- Livuart. Ciro Vincenzo Motolese.
- Stail. Lu 'ntunicatore
- Psicovinci. Delizie e croci del cibo
- Sport. Ars et labor, il pagellone - Bilancio FC Grottaglie, miglioriamo le strutture sportive, intervista a Mimmo Lenti, giovani a canestro, Grottaglie bikers.
e tanto altro...
Livù ha cambiato veste e aumentato di pagine.
84 pagine a colori. Più informazione, più contenuti, più rubriche. Tante novità.

Livù Magazine è in tutte le peggiori edicole. a soli € 2

In libreria "LA CUCINA MEDITERRANEA" di Giorgio Cretì



L’Editore Capone mette in libreria “La cucina mediterranea” dell’ortellese Giorgio Cretì, che con Capone ha già pubblicato “La cucina del sud” e “La cucina del Salento”. Cretì è autore di altri libri di gastronomia popolare locale, come “A tavola con don Camillo e Peppone” ristampato con il titolo “Buon appetito don Camillo”, “Ricette raccontate – Lombardia” ed anche tre titoli sulla cucina popolare dellla Liguria. Suo è anche “Erbe e malerbe in cucina”, una raccolta fotografica delle erbe più utilizzate dalla cucina popolare italiana, così come di una monografia sulla storia e sull’uso del peperoncino in Italia e nel mondo.

A “La cucina mediterranea” in un primo momento era stato dato il titolo di “dieta mediterranea”, in omaggio a quel “modello nutrizionale di qualità: ricco, vario, equilibrato, salutare ed appetitoso, riconosciuto dall’Oms e dalla Fao” e praticato da secoli in tutto l’areale dell’ulivo. Modello che l’Italia, la Spagna e il Marocco, con il pieno appoggio della CE, hanno chiesto di far rientrare tra i patrimoni immateriali dell’umanità tutelati dall’Unesco.

Si può affermare, quindi, che cucina mediterranea è uguale a dieta mediterranea e vuol dire modo di alimentarsi delle genti con prodotti della terra e del mare senza sofisticazione alcuna, in cui l’olio d’oliva la fa da padrone.

Questo, però, non è un libro salutista, ma soltanto una raccolta delle ricette più appetitose della tradizione o delle tradizioni mediterranee che ancora sopravvivono e che, dato il loro successo anche sulle nuove generazioni, sembrano ancora ben radicate. Non si fa distinzione, come avviene nei menu dei ristoranti, tra antipasti, primi, secondi, etc. La tradizione non ne faceva.

Inoltre, per la realizzazione di alcune ricette, come il farro alla romana, la cicoria selvatica alla salentina, la olla potrida, o pignato maretato, etc., si ricorre all’impiego di grassi animali che conferiscono alla pietanza un sapore particolarmente gradevole. Si esce dal seminato anche con certi salumi e piatti di carne.

D’altra parte, ogni regola ha le sue eccezioni.

APERTAMENTE - 26 maggio2010 - È solo passione ed amore

Qualcuno, a ragion veduta, mi ha fatto notare che questo blog su alcuni argomenti glissa o meglio li ignora, apparentemente è così, ma nella sostanza ciò è dovuto al fatto che su alcuni argomenti preferisco che a scrivere e a comunicare siano altri blog, perché la sottoscritta ha riposto in questo blog una funzione di valorizzazione o meglio di sottolineatura di notizie che sono più aderenti alla linea editoriale che mi prefiggo di portare avanti.
Considerato poi che a portare avanti questo blog son da sola e l'aggiornamento delle notizie lo faccio nei ritagli di tempo che mi avanzano dal mio lavoro, quello da cui traggo profitto; ciò che riesco a fare, quindi, è già tanto, considerato che fare ricerca, andare in giro e poi scrivere comporta un certo impegno sia di ordine temporale che di risorse, poi se si considera che è tutto gratis il paio è fatto.
Qualcuno a questo punto si chiederà: "Allora perché lo fai? chi te lo fare ad impegnare il tuo tempo in questa opera volontaria, dove, molto spesso, ti ritrovi mezzo mondo contro?" e aggiungo io: dove lo scrivere senza censure, libera da compromessi e influenze di ogni tipo, genera malanimo e cattiveria?
La risposta a questi eventuali ed anche legittimi quesiti è una sola: "La voglia di fare qualcosa per questa Comunità apatica e immersa in un sonno pericoloso."
Questa mia passione nasce da molto lontano, correva l'anno 1996, quando proveniente da un lungo peregrinare per il Paese Italia, riapprodo in Puglia, e forte di un sogno maturato nella lunga malinconica assenza dalla mia amata terra, decisi che, forte della pratica giornalistica maturata nelle varie città, fra queste anche la Capitale, avrei cominciato ad operare nel mio territorio, aprii un giornale cittadino, ZOOM, e lo portai avanti, rimettendoci bei soldi, per 4 anni; da allora è cominciato il mio impegno full time per la mia amata Grottaglie e non ho più smesso, ho dato l'anima e credo che continuerò a darla per questa nostra bella terra, che ahimè! è in uno stato pietoso, bisognosa di cure e di attenzioni.

Scusate questa lunga premessa personale ma, secondo me, serviva per chiarire questa mia posizione che spesso i detrattori più spietati cercano di collocare in modo vergognoso, giudicandola solo opportunistica e di natura velleitaria e con fini di bieco potere, no! non è così. È solo passione e amore per questo mio territorio, dove io metto a disposizione quel poco che so fare, comunicare, analizzare e perché no criticare.
Ritornando quindi al ruolo di questo blog, rimarco con ostinazione che si tratta di una spazio libero, autogestito, dove non gradisco il turpiloquio, l'insulto e il dibattito sterile e fine solo a se stesso.
Mi piace quando qualcuno fa dei commenti propositivi, efficaci e in sintonia con la mia linea editoriale che si racchiude in un concetto chiaro: "Comunicare facile e veritiero, senza infingimenti e ipocrisia, raccontare ai lettori di questo blog come vanno le cose e dove i commenti della sottoscritta sono evidenziati in rosa, in rispetto di quella antica regola giornalistica i fatti separati dalle opinioni."
Buona lettura

martedì 25 maggio 2010

Under League 2010 'Antonella Guardamagna', si parte con CSKA Sofia-Milan


Conferenza StampaPresentato stamani, nell' Auditorium della Banca di Credito Cooperativa di San Marzano di San Giuseppe, sede di Grottaglie, in via Montessori, il Torneo Under League "Antonella Guardamagna" che avrà il suo esordio con il CSKA Sofia-Milan, sabato prossimo 29 maggio alle ore 9 al Centro Sportivo San Francesco De Geronimo-Monticello di Grottaglie. Questa prima partita darà la stura ad una lunga no-stop (36 partite)in cui scenderanno in campo fino alle finali del 2 giugno: Ascoli Calcio, US Lecce, US Palermo, Brindisi 1912, Reggina Calcio, AS Bari, Taranto Sport. Genoa Calcio e Polisportiva San Francesco De' Geronimo Grottaglie per le categorie Esordienti (Classe 1998) e Giovanissimi (1996).
Questo evento è promosso dal Centro Sportivo San Francesco De' Geronimo in collaborazione con la BCC San Marzano di San Giuseppe e il Club Unesco, il patrocinio del Comune di Grottaglie e della Provincia di Taranto. Il Torneo si svolgerà dal 29 maggio al 2 giugno al Centro Sportivo Monticello-San Francesco De' Geronimo di Grottaglie e sarà aperto dalla partita CSKA Sofia-Milan.
Il Torneo, è dedicato alla Memoria di Antonella Guardamagna, giovane madre che sin dalla nascita della Polisportiva San Francesco De Geronimo è stata per tutti i bambini e le bambine, i ragazzi e le ragazze che frequentano il Centro Monticello, una vera e propria mamma. Insieme a loro si è dedicata allo sport, guidandoli ed animandoli con amore, competenza e gioia. Moglie di Sigfrido Di Federico, che è stato un noto calciatore ed è oggi una delle figure portanti del Centro, ne ha seguito ed assecondato la carriera e le scelte, partita dopo partita, campionato dopo campionato, torneo dopo torneo. Con Sigfrido, Antonella ha condotto alla gioia dello sport i suoi due figli: il piccolo talentuoso Ivan, figlio d'arte, che già oggi, appena tredicenne, si muove da professionista nel mondo del calcio leccese; e Carlotta con un trascorso nell'attività agonistica di pallavolo.
"Come Polisportiva - ha detto nel corso della conferenza stampa il presidente Oronzo Patronelli - siamo molto attenti alle esigenze dei nostri giovani. E per questo ci sentiamo impegnati per aprire loro nuove strade e possibilità come in questo caso con lo sport che diventa uno strumento per il recupero sociale delle nuove generazioni. Ma ciò che oggi viene celebrato è la vittoria di una scommessa che ha portato un gruppo di persone ad impegnarsi per il recupero di una fetta del nostro patrimonio storico: il Centro Monticello, diventato un vero gioiello dell'impiantistica sportiva a livello regionale". Durante il suo intervento Patronelli ha lanciato anche la lotteria che finanzierà in parte l'evento, in palio un auto regalata dalla concessionaria D'Addario, costo del biglietto 5 euro. "Certo - ha aggiunto Patronelli - non sarà questo a farci pareggiare i conti, sappiamo che siamo solo all'inizio e qualche onere ci toccherà sopportarlo, ma poi ne sono certo questa idea diventerà vincente ed avrà un futuro più solido sicuro con le prossime edizioni. Dopotutto ho il dovere di mettere in evidenza che ruoteranno ben 400 giocatori di calcio, più tutto l'indotto, beh questo non ci fa che ben sperare."
Per il direttore generale della BCC San Marzano di San Giuseppe, Emanuele di Palma: "La Banca locale è chiamata a guardare oltre i numeri ed è caratterizzata da un'anima che la porta a sostenere le attività e l'impegno del territorio. Parte anche da qui il nostro sostegno al recupero del Centro Monticello. Il calcio può assumere un contorno di valori se caratterizzato dalla sana competizione sportiva e crescita umana e se non perde di vista l'essenza dello sport che abbiamo voluto rimarcare griffando con il nostro nome la Coppa Fair Play da assegnare alla squadra o giocatore simbolo della correttezza". " Ma non ci sarà solo il calcio o il cinema - ha aggiunto Di Palma, riferendosi al Concorso sulla migliore sceneggiatura per un corto sull'economia e poi all'evento di stamani - ma questa Banca guarda con attenzione al territorio perché se ci saranno talenti da valorizzare, noi siamo pronti a farlo attraverso iniziative tendenti a diventare il volano del rilancio del nostro territorio. Noi abbiamo una rete di 15 mila clienti che rappresentano lo spaccato di questo territorio che ha bisogno di un vero rilancio che può avvenire solo attraverso la valorizzazione di idee nuove e vincenti."
"Il torneo Internazionale di calcio per ragazzi ci ha visti interagire con società calcistiche di alto profilo, indirizzando l'attenzione verso rappresentative estere di primo livello e società italiane presenti nel Campionato di serie A e B, oltre alla rappresentativa locale della Polisportiva Centro San Francesco De Geronimo di Grottaglie - spiega il responsabile del settore Calcio della Polisportiva, Sigfrido Di Federico - Avremo un tasso tecnico e atletico sicuramente molto elevato anche perché molti degli atleti sono già delle vere promesse del calcio e per questo sotto l'osservatorio attento di diversi talent scout".

Inoltre è stato annunciato in conferenza stampa che molti dirigenti sportivi di livello nazionale stanno guardando con molta attenzione al Centro Monticello e non è escluso che in un prossimo futuro, ovvero per la prossima stagione di campionato, squadre del livello del Milan, Inter e altri, non scelgano la quiete di questa oasi, Centro Monticello, tra l'altro per molto tempo abbandonata, come sede di ritiri sportivi.

Chapeau! ma rimane sempre una gran brutta piazza

da edilportale.com

di Miriam De Candia

Si è conclusa sabato 22 maggio 2010, nell’ambito di CarraraMarmotec, la Silver Edition dei Marble Architectural Awards, premio internazionale d’architettura attribuito annualmente ad architetti distintisi per aver progettato opere in pietra di eccellente qualità.

lunedì 24 maggio 2010

Fabio Zavattaro, giornalista vaticanista del TG1 Rai a Grottaglie

CALCIO GIOVANILE: LE PIU’ IMPORTANTI REALTA’ ITALIANE A GROTTAGLIE NEL PRIMO TORNEO UNDER LEAGUE “ANTONELLA GUARDAMAGNA”



Sarà presentata domani (martedì 25 Maggio 2010) alle ore 10, nell’Auditorium della BCC San Marzano di San Giuseppe a Grottaglie (in Via Messapia), alla Stampa, la prima edizione del Torneo di Calcio Giovanile Under League “Antonella Guardamagna”, che vedrà confrontarsi alcune fra le più belle realtà del calcio giovanile pugliese, italiano e internazionale, in campo con i giovanissimi campioni (12-14 anni). L’evento è promosso dal Centro Sportivo San Francesco De’ Geronimo in collaborazione con la BCC San Marzano di San Giuseppe e il Club Unesco, il patrocinio del Comune di Grottaglie e della Provincia di Taranto. Il Torneo si svolgerà dal 29 maggio al 2 giugno al Centro Sportivo Monticello-San Francesco De’ Geronimo di Grottaglie e sarà aperto dalla partita CSKA Sofia-Milan.

Translate

ATTENZIONE! Gli articoli che non trovate qui sono su ORAQUADRA.INFO

ATTENZIONE! Gli articoli che non trovate qui sono su ORAQUADRA.INFO
Questo Blog ha subito una trasformazione, in questo spazio ci si occuperà solo di Spettacolo, Cultura, Sport e Tempo libero. Ho deciso di aprirlo agli operatori culturali e sportivi che con una mail di richiesta possono diventare collaboratori autonomi e quindi inserire liberamente prose, poesie, ma anche report di manifestazioni che riguardano il nostro territorio, oppure annunci di eventi o racconti dove la nostra gente è stata protagonista. Scrivete quindi a lillidamicis@libero.it, vi aspetto!!!

LIBERTÀ DI PENSIERO

"Io so. Ma non ho le prove. Non ho nemmeno indizi.
Io so perché sono un intellettuale, uno scrittore, che cerca di seguire tutto ciò che succede, di conoscere tutto ciò che se ne scrive, di immaginare tutto ciò che non si sa o che si tace; che coordina fatti anche lontani, che mette insieme i pezzi disorganizzati e frammentari di un intero coerente quadro politico, che ristabilisce la logica là dove sembrano regnare l'arbitrarietà,
la follia e il mistero".
Pierpaolo Pasolini
scrittore
ammazzato nel novembre del 1975

Visualizzazioni ultima settimana

EINSTEIN DICEVA SPESSO

“Il mondo è quel disastro che vedete, non tanto per i guai combinati dai malfattori, ma per l’inerzia dei giusti che se ne accorgono e stanno lì a guardare”.