Che ora è ?

sabato 31 luglio 2010

Consiglio comunale: le parti salienti degli interventi di Ciracì e Bagnardi

Cliccare sul titolo per vedere le parti salienti del Consiglio comunale dedicati alla querelle Ciracì Settanni, passando per  Bagnardi.

Le Mani di Persefone il 5 agosto - Yachting Club - San Vito (Ta) - ore 21

Grottaglie (Taranto) - Tutto pronto per la sagra della polpetta

Di carne, all’uovo o al sugo, a Grottaglie domani sera e domenica 1° agosto la protagonista assoluta sarà la polpetta.
Dopo il successo degli scorsi anni,
Antonio Santoro, anima e organizzatore della sagra ormai giunta alla quinta edizione, è pronto a stupire anche questa volta: “Ci sarà una mongolfiera al campus Campitelli, dove si tiene la manifestazione. Chi avrà il coraggio – annuncia – potrà salirci sopra per gustarsi una polpetta guardando tutti dall’alto in basso. Ma questa non è l’unica novità di quest’anno e perciò invito tutti a Grottaglie per passare due serate in allegria e per assaggiare non solo le polpette ma anche gli altri prodotti tipici della nostra terra”.
Dalla Provincia di Taranto pieno sostegno per un’iniziativa – hanno sottolineato gli assessori al Turismo e al Bilancio, Giovanni Longo e Giampiero Mancarelli - che unisce tradizioni ed enogastronomia, spettacolo e cultura all’insegna della promozione del nostro territorio.
Per saperne di più consultare il sito web www.sagradellapolpetta.it
L’appuntamento è dunque per stasera e domani, con inizio alle ore 20.

Il calcio è più importante dei cani?

Sì è proprio così, ieri in Consiglio comunale c'erano vari argomenti di notevole importanza: i PIRP, il rinnovo della convenzione sulla gestione  del Canile sanitario, che da anni è affidata all'Associazione di volontariato ANPA, presidente Grazia Parisi, la questione del Grottaglie Calcio che com'è noto sta appassionando ed anche indignando non poco i tifosi e i simpatizzanti,  perché ormai è guerra aperta fra il presidente Ciracì e il patron Settanni.
Insomma un Consiglio tutto da seguire, come al solito l'ho registrato e presto pubblicherò le parti  più salienti.
Ma tornando un attimo alla questione canile di Grottaglie, val la pena di stigmatizzare alcuni particolari emersi durante la seduta Consigliare.

Vendola ha dimenticato i bambini di Taranto

venerdì 30 luglio 2010

“Aiuti all’agricoltura, intervenga il Governo”


L’istanza a firma di Florido e Albisinni è stata inviata  a Berlusconi e ai tre ministri interessati  
“Il Governo intervenga con misure concrete per aiutare gli agricoltori”: è questo l’appello che la Provincia di Taranto rivolge al presidente del Consiglio Silvio Berlusconi e ai tre ministri interessati, Galan, Tremonti e Fitto, titolari rispettivamente dei dicasteri alle Politiche Agricole, all’Economia e ai Rapporti con le Regioni.
Questa mattina, infatti, è stata inviata a Palazzo Chigi l’istanza a firma del presidente della Provincia Gianni Florido e dell’assessore provinciale all’Agricoltura, Luigi Albisinni; i due rappresentanti istituzionali chiedono all’Esecutivo di correre ai ripari con un decreto che “disponga la sospensione e/o la moratoria, per un congruo periodo, dei pagamenti previdenziali e contributivi con conseguente blocco dei pagamenti delle cartelle notificate ad istanza di Equitalia”. Chiesta anche la “proroga della fiscalizzazione degli oneri sociali in agricoltura, nelle more della riforma strutturale della relativa previdenza”. 

Ieri 29 luglio record di contatti

Venerdì 30 luglio 2010 ore 19.00, presentazione del libro: ´Ho vinto una causa sui bond Argentina´


Oggi 30 luglio alle ore 19,00, presso il Castello Episcopio di Grottaglie - Largo Immacolata, presentazione del libro:
" Ho vinto una causa sui bond Argentina".

Intervengono:
MASSIMO MELPIGNANO, autore, avvocato dei consumatori Adusbef

giovedì 29 luglio 2010

Via Ferraris riaperta al traffico veicolare

AFGHANISTAN. CAFORIO (IDV): CORDOGLIO MA BASTA RESTARE LI'



"Oggi è il giorno del dolore per i due soldati assassinati in un vile attentato a Herat, ma la mia coscienza continua a chiedersi se è giusto restare lì. Ne parleremo nei prossimi giorni, approfittando anche della discussione del decreto sul rifinanziamento delle missioni all'estero. Noi Vogliamo riportare a casa incolumi i nostri ragazzi". Lo ha detto il capogruppo dell'Italia dei Valori in commissione Difesa del Senato, Giuseppe Caforio. "Oggi voglio solo esprimere il mio cordoglio e la mia vicinanza alle famiglie dei due soldati caduti e la mia solidarietà alle truppe italiane in Afghanistan. Vorrei davvero salutare al più presto il loro rientro in patria".

Santoro interroga Orlando sul degrado del largo dell'accoglienza

mercoledì 28 luglio 2010

Il danza dei PIRP

Nota stampa del consigliere regionale Arnaldo Sala sul San Raffaele di Taranto

“Vendola e Pelillo hanno fatto la pentola San Raffaele ma non il coperchio…
Leggo oggi una dichiarazione alla stampa di Vito Santoro, direttore generale del San Raffaele del Mediterraneo che sorgerà a Taranto, in cui lo stesso non fa mistero del progetto di assorbire in futuro le capacità dei due ospedali esistenti, il SS Annunziata e il Moscati.

Il tour di Miss Italia fa tappa a Montemesola: venerdì 30 luglio, in Piazza IV Novembre, è in palio il titolo di “Miss Wella”


Miss della porta accanto in passerella a Montemesola: il tour estivo pugliese di Miss Italia arriva tra le colline della Murgia tarantina e fa sognare trenta ragazze in gara per il titolo di “Miss Wella Professionals”. Venerdì 30 luglio, a partire dalle 21, la centralissima Piazza IV Novembre ospiterà una nuova selezione provinciale abbinata al 71° Concorso Nazionale di Miss Italia. La prima classificata accederà alla Finalissima di Miss Puglia, in programma il 22 agosto al Forum Eventi di San Pancrazio Salentino (BR). La giuria assegnerà quattro fasce che consentiranno ad altrettante concorrenti di passare il turno e partecipare alle fasi regionali del Concorso più popolare d’Italia.

E Michele Santoro (socialisti) se ne va dalla maggioranza

Il caso della Pizzeria rumorosa ieri in Consiglio comunale

Oggi al comune di Grottaglie è successa una cosa molto incresciosa

Perché ve lo racconto? Perché quando andate al municipio di Grottaglie a richiedere un documento abbiate l'accortezza di portarvi dietro la guardia del corpo o un avvocato perché non si sa mai chi vi troverete di fronte e quale trattamento vi verrà riservato. (continua)
dal Blog di Anna Montella
nota a margine: ma è mai possibile che un cittadino debba essere trattato in così siffatta maniera? mentre ai piani alti, quelli dirigenziali, magari, si compiono in contemporanea e impunemente, nefandezze che fanno il baffo a ciò che il cittadino medio chiede ogni giorno, spesso inascoltato, agli sportelli, col risultato che mentre lo stesso  cittadino onesto e desideroso di vedere rispettati i propri diritti, si vede soventemente dileggiato, insultato e fatto reo di misfatti che lontanamente ha pensato di compiere, mentre chi sta dietro gli sportelli presi spesso dal sacro fuoco dell'onnipotenza che gli dà il ruolo, vessa e detta legge a suo uso e consumo.
Ma la vogliamo far rispettare sta maledetta giustizia, vogliamo restituire i ruoli ad ognuno e quindi chiunque si muova nel proprio ambito deve farlo con serietà e professionalità, oltre al rispetto assoluto delle regole? Quindi evitando vessazioni ed insinuazioni da procedimento legale, verso i deboli, mentre per gli arroganti e gli incapaci continuano a farla franca,  forti perché  dietro i paraventi degli sportelli della pubblica Amministrazione.

All'Eremo lo Stupor Mundi Chorus venerdì 30 luglio



Terzo appuntamento nel prezioso scrigno dell' Eremo Santa Maria in Campitelli, della prima Manifestazione "Estate all'Eremo" organizzato dal Gruppo Grotte Grottaglie, venerdì 30 luglio tocca al M° Fabio Anti e al suo straordinario Coro che si produrrà in "Musica Medievale", i coristi vestiranno abiti medievali e si incastoneranno nella stupenda cornice che è l'Eremo.
L'appuntamento è per le 20.30, ingresso libero.

La Sagra del Pesce al LIzzano il 5 agosto alle 20.30


SIETE TUTTI INVITATI IL 5 AGOSTO ALLE ORE 20,30, NELLA VIA ROMA (DOVE E' UBICATA LA PESCHERIA "LA SIRENETTA" ) ALLA SAGRA DEL PESCE, NEL COMUNE DI LIZZANO (TA).
L'EVENTO E' STATO ORGANIZZATO DALLA COOPERATIVA SOCIALE "LACANOSA", CHE SI
OCCUPA, SIA DELLA RIABILITAZIONE CHE PER FAR LAVORARE I PORTATORI DI HANDICAP PSICHICI.
DURANTE LA SERATA SI POTRANNO DEGUSTARE DEI DELIZIOSI PREPARATI A BASE DI PESCE E FRUTTI DI MARE, COMODAMENTE SEDUTI A TAVOLA.
SI RINGRAZIA LA COOPERATIVA SOCIALE "L'AQUILONE" CHE CI HA FORNITO LE RISORSE UMANE E STRUMENTALI PER TENERE QUESTA MANIFESTAZIONE CULTURALE, ENOGASTRONOMICA E DI ANIMAZIONE.
INFO 32 80 56 25 81
Parteciperà anche l'Associazione di Volontariato "la casa del sole e del mare" che ha sede in Lizzano alla via Roma 166 (proprio dove si terrà la sagra del pesce).

Portici d'Estate torna a Martina Franca il 30 luglio prossimo


Moda e spettacolo si fondono con ospiti esclusivi per un galà tutto nuovo. Portici d’Estate da diciannove anni promuove la moda prodotta nel Mezzogiorno d’Italia con un evento ritenuto il più importante del Centro Sud Italia. Prima a Martina Franca, successivamente a Taranto, da quest’anno con degli eventi collaterali a Martina Franca e a Margherita di Savoia, ma con l’evento più importante a Roma davanti l’Accademia Britannica.
Portici d’Estate presenta a Martina Franca il Concorso Nazionale giovani stilisti ‘Premio Città di Martina Franca’ che si terrà Venerdì 30 luglio al Park Hotel San Michele,
La presentazione dell’evento, è alla presenza  dell’On. Gabriella Carlucci, madrina dell’evento..

Sabato 14 agosto grigliata alla Masseria BELVEDERE




martedì 27 luglio 2010

Il Consiglio comunale è caduto sul PIRP


Oggi si è celebrata l'ennesima figura barbina del Consiglio comunale di Grottaglie, domani pubblicherò un video servizio di sintesi di una delle pagine più sconsolanti di vita amministrativa di via Martiri d'Ungheria.
La vicenda di oggi si può riassumere nella nota vicenda di quel marito che per fare dispetto alla moglie si evirò.
Oggi l'opposizione per fare dispetto alla compagine striminzita di maggoranza, 13 presenti in aula, ha abbandonato l'aula per far cadere il numero legale e quindi costringere il Presidente del Consiglio a rimandare la seduta consiliare a venerdì 30 luglio e quindi non consentendo la votazione sulla ratifica dei PIRP, questo potrebbe far perdere quei 3 milioni di euro alla collettività, sarebbe la seconda vota, già un anno fa per alcune irregolarità sfumarono.
Intanto la maggioranza ha perso un Consigliere comunale, Michele Santoro dei socialisti che ha lasciato il posto in maggioranza andandosi a collocare nei banchi dell'opposizione, di questo domani pubblicherò il vdeo integrale, ora bisogna vedere cosa farà il suo assessore Ciro Belsorriso.
Isomma siamo alla frutta a Palazzo di Città e già qualcuno sta abbandonando la nave che affonda.

La Corte dei Conti bacchetta forte il Comune di Grottaglie

Corte Dei Conti Bacchetta Forte

Da Tarantoggi del 23 luglio scorso

Inaugurata la Mostra della Ceramica

Il tema di quest’anno della tradizionale Mostra della Ceramica è “Giardini d’Arte”. L’idea richiama quella dell’eden e del karesansui (il giardino zen) di Hidetoshi Nagasawa, scultore giapponese tra i più conosciuti al mondo ed amico di Giuseppe Spagnulo, lo scultore grottagliese di fama mondiale al quale è dedicata una Sezione speciale della Mostra. E’ la prima volta che Spagnulo espone nella sua città natale.
L’allestimento della Mostra è stato curato dalla “Bottega Pinca”, rappresentata dai fratelli Benedetta e Giovanni, continuatori della storica tradizione ceramica, nata agli inizi del ‘900 con il grottagliese Ippazio Pinca e poi portata avanti da Salvatore. In esposizione la ricca produzione locale garantita dal Marchio CAT, quello della ceramica artistica e tradizionale, che sancisce che forme, stili e decori sono diventati patrimonio storico e culturale di Grottaglie. Sono presenti anche opere provenienti da diverse regioni italiane.

lunedì 26 luglio 2010

Il 2 agosto col solleone si discute di 4° lotto ed Aeroporto.

E a proposito dell Casa di Riposo San Francesco DE Geronimo


CORREVA L'ANNO 2008, ERA NOVEMBRE!!!
E nonostante tutto, hanno fatto i loro comodi e per giunta Lucianetto è diventato anche consigliere provinciale e continua ad essere assessore comunale alle politiche sociali.
Questo in barba al regolamento del suo stesso partito che una volta eletto alla Provincia doveva lasciare la carica assessorile.
Ma lui ovviamente: "Parla che questo cavolo ti sente!" e in più è anche commissario provinciale del PD, tutto questo la dice lunga su come sia messa male la politica locale, basta vedere in che mani è affidata.
VERGOGNA!!!

L'8 AGOSTO NOTTE DEI BRIGANTI 2010

domenica 25 luglio 2010

Festa d’Estate – 1° Edizione 2010 - dal 9 al 13 agosto

Tra i profumi e i ricordi ancestrali delle splendide notti d’agosto, musica luci e colori sotto le stelle nel Borgo Antico di Grottaglie.
Un progetto culturale del Caffè Letterario La Luna e il Drago per la rivitalizzazione del Centro Storico e il recupero degli antichi spazi, realizzato in partnership con l’Associazione Culturale LU LAURU.
“IL FUTURO HA UN CUORE ANTICO” (Carlo Levi)
Per questa prima Edizione un programma ricco e variegato che coinvolge giovani Artisti di diversa estrazione e formazione, Editori, Autori e Associazioni, nonché gli stessi residenti del vicolo in cui si svolgono le manifestazioni e i commercianti, le cui attività insistono nel borgo antico.

venerdì 23 luglio 2010

DISCARICA VERGINE: MARINO’ E LEGGIERI INCONTRANO L’ASSESSORE REGIONALE NICASTRO.

Ieri, 22 Luglio 2010, presso la sede del Consiglio della Regione Puglia, l’assessore provinciale Catia Marinò ed il capogruppo del PD di Lizzano Antonio Leggieri, hanno incontrato l’assessore Regionale all’ambiente Lorenzo Nicastro, il Presidente della commissione Ambiente della regione Puglia Donato Pentassuglia, il consigliere Regionale Alfredo Cervellera (membro della già citata commissione).
 Oggetto dell’incontro è stata la problematica inerente alla richiesta di deroga della discarica Vergine, di conferire rifiuti fino a tre volte i valori limite, e al correlativo  persistente cattivo odore che da tempo molesta i cittadini del centro abitato di Lizzano, con irritazioni cutanee, risvegli notturni e sintomi intestinali.

Questa sera all'Eremo La Grotta dei Cervi

La direttrice del museo di Maglie, la dott.ssa Medica Assunta Orlando, alle ore 20.00 parlerà della Grotta dei Cervi. L'incontro fa parte della prima edizione "Estate all'Eremo", i prossimi appuntamenti sono per il 30 luglio con la musica medievale interpretata dal coro Stupor Mundi Chorus diretto dal M° Fabio Anti. E il 27 agosto alle 21.30 con la serata dedicata al compianto Giorgio Annicchiarico, ospite il nostro concittadino Carlos Solito, scrittore e fotoreporte di fama che ci racconterà il suo bellissimo libro "Il contrario del sole" .

La soglia di invalidità torna al 74%

Lo ha annunciato il relatore alle manovra Antonio Azzolini. Ma la mobilitazione continua
Prima vittoria della petizione congiunta Vita-Fish.
La soglia di invalidità per accedere all'assegno torna al 74% per tutti. Lo ha annunciato il relatore alla manovra, Antonio Azzollini, alla ripresa dei lavori in commissione Bilancio al Senato. «Togliamo la norma sull'invalidità per tutti», spiega il relatore. La manovra prevedeva l'innalzamento della soglia per accedere all'assegno all'85% dall'attuale 74% e con un emendamento era stata riportata al 74% solo per alcune categorie.

giovedì 22 luglio 2010

Hanno rubato alla scuola media Pignatelli di Grottaglie! Toh!!!

Oggi lo dice il Quotidiano...

Radio scarpa l'ha detto martedì 6 luglio 2010

Aggiudicata la gara di appalto per la Casa di riposo San Francesco De Geronimo, Centro diurno ed assistenza domiciliare

Sarà la cooperativa Domus a gestire per i prossimi 24 mesi la Casa di riposo San Francesco de Geronimo di Grottaglie e il relativo Centro aperto polivalente ed assistenza domiciliare.
La storia della Casa di riposo di Grottaglie  si complica ad ottobre 2008 ( leggi), dopo varie piroette da parte degli amministratori comunali, in prima fila l'assessore Luciano Santoro, viene assegnata la gestione provvisoria  della casa e dei servizi annessi, dopo la defenestrazione della GEA, appunto alla Domus. 
Una provvisorietà che dura fino al 5 luglio 2010, infatti con delibera di Giunta 684, in modo definitivo, ovvero per due anni, al costo di un milione 615 mila euro, oltre iva al 4%, la Domus si aggiudica  con gara d'appalto indetta  il 30 dic 2009 con delibera di giunta  n. 780,  la gestione per fornire servizi in favore delle persone anziane (Centro aperto polivalente - Assistenza domiciliare - Casa di Riposo),  periodo che parte dal primo luglio 2010 fino al 30 giugno 2012, quindi l'Amministrazione mette a disposizione in totale un milione e 759.660, mentre per il servizio già svolto dalla Domus dal primo gennaio al 30 giugno 2010, il Comune pagherà  380.400,00  euro.
Il costo del nuovo appalto di un milione e 759.660sarà così ripartito 454.900,07 sul capitolo di spesa 6954 art. 8 per il corrente esercizio. mentre 879.800,05 sul capitolo di bilancio del 2011, mentre il restante 424.900,06 sarà caricato sul bilancio del 2012.

Il 27 luglio prossimo Consiglio comunale

Su Wemag in edicola da domani lezioni di sesso


Lezioni di sesso: le domande che non avete mai avuto il coraggio di fare e le risposte di due sessuologi. E poi politici, giornalisti e volti noti tarantini: ecco i loro trucchetti per farlo bene.
Per le storie, i delitti di famiglia. Mamme che diventano assassine: il racconto dei due infanticidi di Statte e Paolo VI. Cosa fanno oggi i protagonisti di quelle drammatiche vicende.
Economia: venti milioni di euro per la ristrutturazione delle masserie. Questa la dotazione del fondo europeo, ma i problemi non mancano.
Personaggi: la storia della sexy star Valeria Visconti, dai night romani alle telecamere di Sky.
Per la politica, ecco le ripercussioni del patto di stabilità e dei tagli del governo sui lavori pubblici a Taranto e provincia. La verità sul Palazzo degli Uffici.
Nello sport, spazio all'ippica: all'ippodromo Paolo VI scocca l'ora dei due Gran Premi più importanti dell'anno: il “Due” Mari e il “Città di Taranto”.
E inoltre: viaggi, tendenze, shopping, arte e le gustosissime “Virgole golose”.
Tutto questo sul nuovo numero di Wemag, in distribuzione da venerdì 23 luglio, anche nelle edicole degli stabilimenti balneari.

SERGIO CAPUTO QUINTET in concerto in"La notte è un pazzo con le mechés"

Tutto è pronto domani sera venerdì 23 luglio alle ore 21.30 alle Cave di Fantiano di Grottaglie (Ta) per il concerto del Sergio Caputo quintet in "La notte è un pazzo con le mechés". 
 La notte, secondo Sergio Caputo, l'autore di "sabato italiano" e di tanti altri successi. Il chitarrista e cantante romano torna con la consueta ricetta a cavallo fra pop e jazz che l'ha reso popolare presso il grande pubblico. Torna, questa volta, con un album che sembra dedicato in mondo particolare ai propri fans e non ad ascoltatori occasionali. La Notte è un Pazzo con le Mèches è infatti un bootleg ufficiale, una registrazione frugale ma particolarmente efficacie nel restituire l'atmosfera dei live di Sergio Caputo. Non è un caso che il sottotitolo voluto da Sergio per questo album, prodotto dall'Alcatraz Moon insieme alla D'Herin Records, sia Bootleg d'autore, come a sottolineare la natura 'piratesca' delle tredici tracce (qualcosa di simile fece, anni fa, anche Francesco De Gregori).

Anche se solo 10 giorni la nostra ragazzina andrà in giro con i suoi amici per mare e piscina


Lo scorso 8 luglio su questo blog pubblicai una lettera di una disabile la quale delusa si lamentava perché quest'anno, come ormai consuetudine da un po' di anni a questa parte, grazie all'apporto e al lavoro instancabile dei volontari della Cooperativa DAST onlus di Grottaglie, non ci sarebbe stato il mese di luglio dedicato alle gite fuori porta, come l'andare al mare, in piscina e in giro per luoghi turistici della nostra bella Puglia. La ragazzina nella sua missiva, carica di profondo risentimento e grande delusione se la prendeva con la stessa Dast. Ovviamente la ragazzina se l'è presa con chi ha da sempre a che fare, sa poco la stessa ragazzina che le colpe sono altrove, e quindi non mi sono limitata a pubblicare questa lettera di sfogo, ma sono andata oltre, ho voluto capire cosa avesse generato questo dietro front del Palazzo. Innanzi tutto c'è da dire che tutte le attività che questo microcosmo di ragazzi e meno giovani, sono assistite dal volontariato costante, serio e continuo dei volontari della stessa Dast, mentre le spese correnti sono coperte dal contributo dei familiari degli stessi e l'Ente pubblico, come può essere l'Amministrazione comunale, l fornisce i mezzi e le strutture, nel caso specifico per le iniziative ludiche ed escursionistiche fornisce i mezzi come pullman attrezzati per il trasporto di tutti e in modo particolare per quei soggetti costretti in carrozzella. Alla luce di quanto fin qui esposto sono venuta a conoscenza che la Dast, fin da aprile scorso si era attivata affinché in luglio ci fosse stata, da parte dell'Amministrazione comunale, la disponibilità dei mezzi per le iniziative di luglio. Ma alla fine di giugno questa disponibilità viene meno misteriosamente o quasi, la stessa Dast si trova di fronte alla situazione di dover restituire le somme anticipate dai genitori dei ragazzi, perché il Comune si è tirato indietro, non ci sono soldi. Ovviamente il disappunto è tanto, ma come ben sanno fare a Palazzo scaricano le responsabilità alla Dast, il primo a farlo è l'assessore Luciano Santoro che comunica interpellato dai genitori che il Comune non dà i mezzi perché non è giunta alcuna richiesta, quindi nega l'esistenza del documento che la stessa Dast aveva inoltrato, protocollandolo ad aprile, questo ovviamente viene fatto sapere alle famiglie. Ma alla fine la questione sta in tutt'altro modo, il solito scaricabarile di chi ama farsi bello con il lavoro altrui e scaricarsi delle responsabilità attraverso menzogne quando le cose vanno male, ovvero quando i soldi non ce ne sono, e in questo caso servono per pagare l'autista (LSU) circa 450 euro, che dovrà guidare il pullman necessario, in quanto provvisto di pedana per carrozzelle. Inutile dire che è stato grande il disappunto perché la questione è finita su questo blog, insomma come al solito la colpa non sta in chi a prima vista sembra essere il colpevole, ma come al solito, approfondendo si scopre, ancora una volta, che è la dissennata condotta gestionale di questa Amministrazione che in 20 anni ha macinato milioni e milioni, molti dei quali buttati in iniziative inutili come spettacoli musicali e pseudo culturali, oggi che il barile è ormai quasi del tutto raschiato, non ce n'è più nemmeno per ciò che una società civile dovrebbe garantire a tutti i costi, il servizio sociale per i meno fortunati della nostra comunità. Forse chi ci governa dovrebbe imparare ad usare il metodo della conduzione di un nucleo familiare, dove quando i soldi sono pochi si pensa prima a garantire le necessità primarie e poi si pensa al superfluo, ma in questi anni si è molto privilegiato il superfluo per fare belli e gettonati assessori che hanno pensato più a gestire le loro immagini per garantirsi i successi elettorali di cui hanno goduto per 20 anni, ci auguriamo che finalmente venga scritta la parola fine a questo inganno. E comunque dopo tutto questo can can, i ragazzi hanno avuto i pullmann dell'Amministrazione, quei 450 euro li hanno trovati, e per questo scampolo di luglio saranno portati in giro dalla Dast.

mercoledì 21 luglio 2010

Quest'anno alla Mostra della Ceramica l'ospite d'onore è lo scultore Giuseppe Spagnulo

Prima Biennale Internazionale di Pittura, Scultura, Oreficeria, Ceramica: Quattro forme d’arte in mostra al Convento dei Paolotti


Il Convento dei Paolotti apre le sue porte alla prima Biennale Internazionale di Pittura, Scultura, Oreficeria, Ceramica. L’antico Monastero di Grottaglie (TA), Città delle Ceramiche, ospita fino al 3 ottobre una rassegna di oltre cento opere espressione di tutto il mondo. Sono ben ottanta gli artisti di quattordici nazioni, tra cui gli Stati Uniti, il Brasile, il Paraguay, che hanno risposto con entusiasmo all’invito della Comunità dei Padri Minimi di Grottaglie. Hanno preso, infatti, parte al progetto culturale dal titolo “Il fare luminoso delle mani”: l’arte nelle sue principali forme espresse dalla manualità sapiente e dallo spirito dell’artista è il protagonista assoluto.
L’esposizione, allestita nell’antico refettorio del Convento dei Paolotti, è suddivisa in quattro sezioni: pittura, scultura, ceramica e oreficeria.
La mostra, curata da Monsignore Pietro Amato, professore ordinario della Pontificia Università Orientale e direttore del Museo Storico del Vaticano, si avvale anche di un’antologica del ceramista campano Elvio Sagnella, che presenta diciotto suoi capolavori: maioliche sorte dalla fantasia delle mani in movimento. L’esposizione presenta anche un prezioso catalogo, nel quale i singoli manufatti hanno una loro scheda, corredata di commento critico.

NIDI D’ARAC in concerto per “VINO è…Musica” - Grottaglie, 5 Agosto 2010


VINO è...Musica. Il luogo è Grottaglie. L’appuntamento è per giovedì 5 agosto, a partire dalle
20.30, nel quartiere della ceramica. Ospiti: Nidi d’Arac. Sonorità salentine. Contaminazioni
elettroniche.
Musica che incendia di passione le piazze di tutta l’Europa. Dicono di loro: “In questa frontiera del
suono sospeso nel tempo, i Nidi d'Arac occupano un posto di assoluto rilievo….pizzica tarantata
battuta con inusitata energia sui groove ritmici campionati - sono illuminanti…”.
E il 5 agosto saranno a Grottaglie, in compagnia di poeti, fotografi, artisti, registi, sceneggiatori.
TUTTI GIOVANI. TUTTI PUGLIESI. Talvolta, più conosciuti fuori che a casa propria.
L’incontro sarà qui, sotto la torre maestra del castello Episcopio del 1300, in un quartiere unico al
mondo, tra le botteghe dei ceramisti, che da secoli, si tramandano, di padre in figlio, l’arte di
modellare l’argilla.

Acqua Bene comune, oltre al necessario referendum, l'impegno dei Comuni

Oltre un milione e 400 mila firme sono state consegnate ieri a Roma in Cassazione, questa petizione che  nonostante i numerosi boicottaggi e la poca attenzione dei media, i vari comitati sono riusciti in 90 giorni, attraverso banchetti e varie altre iniziative a raggiungere ed anche a superare questo importante obiettivo che ci si augura sfoci in un referendum che riesca a far scrivere la parola fine a questo dissennato e criminale progetto di far diventare un bene di tutti, un patrimonio di pochi da commercializzare e perché no, anche a farla diventare arma di ricatto verso il popolo.

"Finanziamo il tuo sogno. Anche se corto" della BCC di San Marzano ha il vincitore

Sarà Alessandro Haber il protagonista del cortometraggio sulla crisi economica. Scelte le opere vincitrici.
Alessandro HaberQuarantanove sceneggiature giunte da tutta Italia per raccontare i risvolti umani della grande crisi economico-finanziaria. Così, il progetto "Finanziamo il tuo sogno. Anche se corto", si prepara al ciak. "Storie di piccola e grande economia nella società", l'iniziativa promossa dalla BCC San Marzano di San Giuseppe, in collaborazione con Bunker lab e in partnership con Studio Universal, Istituto Europeo di Design e il Taranto Finanza Forum, si appresta ad entrare nella fase operativa.
Un progetto culturale che, come aveva sottolineato il Direttore Generale della BCC San Marzano di San Giuseppe, Emanuele di Palma, nella presentazione ha l'obiettivo di "favorire la discussione su temi ritenuti fino a poco tempo fa ostici ma con i quali siamo chiamati a confrontarci".
Obiettivo che si rende concreto nella realizzazione dell'opera premiata, La roulette, una sceneggiatura di Fabio Ferretti De Virgilis, giovane artista di Manduria, in provincia di Taranto. Una storia che trae spunto dalla realtà quotidiana per affrontare temi universali. E che lo fa con un linguaggio originale, attraverso i sogni, una narrazione visionaria e profonda, ma allo stesso tempo realistica. È una storia aspra, come spesso è la vita, ma che ha in sé la capacità di reagire tipica dell'uomo. Un uomo che, in un contesto fatto di apparenza e ostentazione, di cultura del consumo e di incubi reali, come la perdita del lavoro, ritrova la strada dopo essere entrato nel suo incubo personale. (continua)

martedì 20 luglio 2010

Pierfranco Bruni scrive alla ministra Gelmini

Il Ministro dovrebbe aprire lo sguardo e gli orizzonti sui libri che vengono adottati negli Istituti superiori. Non possono essere ammessi errori e omissioni. Una storia della letteratura non è un pensiero in libertà sulla letteratura. Una storia della letteratura è una ricostruzione su dati certi e presenze all'interno della temperie del Novecento (parlando di Novecento). La politica dell'adozione dei libri scolastici certamente andrebbe rivista, riconsiderata, ricontestualizzata e non per motivazioni di natura politica ma di scientificità vera e propria. Non si tratta di innescare nuove polemiche o dibattiti intorno ad una proposta argomentativa su un problema letterario o storico o filosofico o artistico. Le interpretazioni e le chiavi di lettura hanno la loro particolare e necessaria importanza ma si va oltre. Anzi si deve avere il coraggio anche di superare alcune proposte che hanno un preciso marchio ideologico. Ma è inaccettabile quando la chiave di lettura su un autore o su un libro o su una visione letteraria si presenta agli studenti con dei vizi e degli errori storici di fondo e accanto a questi vengono meno i presupposti scientifici, ovvero: l'errata datazione di nascita e morte di alcuni autori, l'errata data di pubblicazione nella nascita di alcune riviste, la completa omissione di particolari politici come per esempio la citazione della data di iscrizione ad un partito che va bene per un determinato schieramento citando persino la data di iscrizione e l'omissione per un altro.
Circolano libri scolastici che vengono affidati a studenti liceali sui quali si constatano errori di fatto. Fin qui la considerazione. Ma ci saranno pure delle responsabilità per chi vaglia e adotta questi testi? In più occasioni ho già avuto modo di dimostrare e mostrare situazioni di parzialità ed errori in testi scolastici.
Uno dei testi che si dice vada per la maggiore ed è adottato da Dirigenti scolastici e docenti, ovvero dalle scuole è il percorso di Gian Mario Anselmi e Gabriella Fenocchio: "Temi e immagini della letteratura" con il coordinamento di Ezio Raimondi, diviso in 6 parti, Edizioni scolastiche Bruno Mondadori, del 2004.
Mi è capitato tra le mani il volume 6, dedicato al Novecento, adottato al Liceo Giuseppe Moscati di Grottaglie Taranto. Non entro nel merito interpretativo e politico (di parte a primo acchito) e metodologico anche se sul piano di una critica più appropriata sarebbe chiaramente necessario e i dubbi, oltre che alle lacune e alle forzature, sono tante. Ma mi soffermo, in sintesi, su alcuni particolari non confutabili.
A pagina 53 si parla del dibattito letterario e delle riviste in Italia. Nel citare la rivista "PRIMATO", diretta da Giuseppe Bottai e Giorgio Vecchietti, la si fa nascere nel 1939. Data completamente errata. Il primo numero della rivista esce il 1 marzo del 1940. Errore da prendere come refuso? Bene. Nella pagina successiva entrando nel merito i compilatori sostengono: Bottai promuove… una rivista più sua, "Primato" che esce a Roma dal 1939, col sottotitolo "Lettere ed arti d'Italia". Dunque non si tratta di un semplice refuso. Si tratta, a parere degli esperti, di un errore di non poca importanza considerato il ruolo che svolgeva la bottaiana rivista. Nel 1939, l'Italia non è ancora in guerra. Il 1 marzo del 1940 si avvicina alla dichiarazione di guerra del 10 giugno e la rivista, anche se in un attraversamento culturale, pone una discussione forte non solo sulle arti ma anche sulla politica mediterranea. Infatti il Mediterraneo è alla base della discussione tanto che la rivista doveva chiamarsi con una metafora che portava il nome di Ulisse. Il 1940, per Bottai, è una data strategica anche perché pone in discussione le riforme sulle culture varate il 1939. E' un errore non perdonabile perché vizia tutta la discussione sulla letteratura degli anni Quaranta.
Pagina 167. Si parla di Corrado Alvaro. Si dice che dopo diverse esperienze letterarie: "nel 1926 diventa anche segretario di redazione di '900" Costretto a trasferirsi a Berlino per le sue posizioni antifasciste". A Berlino Alvaro arriva il 1928 collaborando a "La Stampa" e a L'Italia Letteraria, tanto che su questa rivista nel 1929 intervista il "fascista" Luigi Pirandello, tessera PNF 1924. Torna in Italia il 1930. Negli stessi anni scrive ed è impegnato sui maggiori quotidiani italiani e fa l'inviato e inoltre pubblica un reportage - saggio "inno a Mussolini dal titolo: "Terra nuova. Prima cronaca dell'Agro Pontino".
Pagina 869. Ignazio Silone. Lo si fa morire il 1977. Falso. Muore, invece, il 22 agosto del 1978. Cosa significa un anno? Tantissimo nella vita di uno scrittore come Silone. Perché? Perché lascia un romanzo incompiuto dal titolo "Severina", che racconta, in un tracciato narrativo, passaggi che giungono sino ai suoi ultimi giorni. Ma quali? E poi c'è di mezzo una riflessione che interessa i"fatti" sia del 1977 sia quelli relativi alla stagione prima della morte di Aldo Moro, che per la cronaca avviene il 9 maggio del 1978. Ci rendiamo conto su quali testi studiano o dovrebbero studiare i nostri figli? Un'altra piccola chicca, ma questa sa molto di ideologico: sia da una parte che dall'altra ma è bene stabilire una dialettica.
Cesare Pavese, pag. 582. Si legge: "Alla fine della guerra si iscrive al Pci e collabora con L'Unità di Torino". Bene. Ma perché si omette che nel 1933 prende la tessera del PNF, negli anni 40 scrive sulla bottaiana "Primato" e durante il confino in Calabria scrive delle lettere a Benito Mussolini usando questi toni: "Eccellenza,…mai io mi ero sognato di fare della politica di qualunque genere, e tanto meno dell'antifascismo… Non mi rivolsi sinora all'Eccellenza Vostra " benché consigliatone da parenti e beneficati che ne conoscono tutta l'umanità " per una naturale ripugnanza a intralciare con piccole cose la giornata di Chi ha ben altro cui attendere" (Lettera a Mussolini, datata 15 gennaio 1936 " XIV).
A pagina 585 nel commentare la fine del personaggio Santa nel capitolo ultimo de "La luna e i falò", sempre di Pavese, si esclude qualsiasi interpretazione storico - politica per fare spazio ad una lettura antropologica eliminando la fase storica della uccisione di Santa, uccisa e bruciata dai comunisti. Se ne sono guardati bene a soffermarsi e a proporre agli studenti una indagine del genere. Potrei andare oltre. Omissioni imperdonabili. Da Alberto Bevilacqua a Giovannino Guareschi: aspetti sui quali si ritornerà. Ma il problema non è che si compilano e pubblicano testi del genere. Il problema serio è che "entrano in adozione" tali testi che non dicono la verità storica, che sbagliano le date e, quindi, come tali non hanno un percorso scientifico. Ci sono responsabilità? Certo. E gravi responsabilità culturali e morali incombono sui Dirigenti scolastici, dico Dirigenti perché sono la sintesi delle strutture scolastiche sul territorio. È un fatto che va denunciato pubblicamente e ed è bene che si sappia che i ragazzi anche al Liceo Moscati di Grottaglie - Taranto - hanno studiato e studiano su questo testo.
Un'ultima domanda - curiosità: perché si omette il nome di Giovannino Guareschi, l'autore del celebre "Don Camillo"? Perché si dimentica Alberto Bevilacqua, (classe 1934), se non per una mera citazione che riguarda la sua attività di regista, ma si tratta di un insignificante piccolissimo mezzo passaggio, e si offrono riflessioni su Vincenzo Consolo, su Daniele De Giudice, su Pier Vittorio Tondelli, su Patrizia Valduga? Perché Sartre diventa un punto di riferimento e Camus semplicemente affidato alle citazioni? Perché a Moravia si dedica addirittura un modulo? E gli scrittori cattolici: da Giovanni Papini a Diego Fabbri, da Mario Pomilio a Giuseppe Berto sono fuori dalla storia della letteratura perché cattolici? O sono scrittori da non proporre agli studenti?
Pierfranco Bruni
Vice Presidente Nazionale del Sindacato Libero Scrittori Italiani

Ora anche la Polizia provinciale usa il Telelaser, tutto questo per la nostra sicurezza..!



PD: "COLASANTO FA DIETRO-FRONT SMANTELLATA OSTETRICIA"

Con stupore apprendiamo questa notizia:
Il Segretario Massimo Serio: "Cittadini presi in giro,
li difenderemo con tutte le forze"

Continua a tenere banco nell'agenda politica lo smantellamento degli ospedali di terra jonica, sancito dal piano di rientro dal deficit sanitario messo a punto dall'Assessore regionale alla Sanità, Tommaso Fiore.
Nonostante le pubbliche dichiarazioni del Direttore Generale dell'Asl Ta, Domenico Colasanto, che a Grottaglie nel Consiglio comunale monotematico della scorsa settimana aveva rimarcato la volontà di non ridimensionare l'eccellenza del reparto di Ostetricia del San Marco, arriva come un fulmine a ciel sereno la notizia che i posti letto del reparto verranno ridotti a 10, svuotandolo di fatto di ogni competenza organizzativa.
Il Partito Democratico esprime le sue forti perplessità in una nota a firma del Segretario cittadino, Massimo Serio.
«Non riesco a comprendere – sottolinea Serio – come sia possibile cambiare opinione e progetti, peraltro riguardanti la salute dei cittadini, in un lasso di tempo così ridotto. Solo pochi giorni fa Colasanto diceva alla cittadinanza che mai e poi mai Ostetricia avrebbe subito un ridimensionamento. Addirittura c'è chi ha definito la nostra difesa del territorio “una campagna dissennata” e che "era noto da mesi che Ostetricia non sarebbe stata toccata". C'è qualcosa che non quadra. Devo amaramente constatare che il mio invito a non abbassare la guardia sulla critica situazione del San Marco non era infondato. C'è chi ha voluto speculare sulla vicenda, anticipando la campagna elettorale e definendo il comportamento del Pd strumentale. Ma come spesso accade il tempo è galantuomo e dimostra da se il vero stato delle cose.
Avremmo preferito non avere ragione, ma ora avremo ancora più determinazione nel cercare di difendere gli interessi dei cittadini di Grottaglie. Anche l'Assemblea della Rappresentanza dei Sindaci, alla quale hanno partecipato i primi cittadini di Grottaglie, Massafra e Mottola, ha denunciato la totale mancanza di concertazione in scelte che avrebbero potuto essere notevolmente migliorate grazie ad un dialogo, a più riprese negato, con i cittadini.
Il Partito Democratico
– conclude Serio – è stato la parte più rilevante della coalizione che ha portato il Presidente Nichi Vendola alla riconferma a governatore della Puglia, apprezzandone le molteplici qualità. Ora però lo stesso partito, con rinnovata fiducia, gli chiede di riprendere quel percorso di dialogo con i cittadini,
interrotto forse troppo bruscamente dalla voglia di assurgere a Presidente del Consiglio, aspirazione senza dubbio legittima, ma in contrasto con il recente mandato affidatogli dai pugliesi. A lui chiediamo di non abbandonare gli ospedali jonici per inseguire sogni di gloria. Ne va della salute e del futuro delle presenti e future generazioni, che noi difenderemo a qualunque costo».


A Grottaglie è tornato a risplendere l'Organo più antico di Puglia

IL prof. Rosario Quaranta ci descrive l'Organo più antico di Puglia riportato al suo antico splendore L'Organo Della Chiesa Madre Di Grottaglie

lunedì 19 luglio 2010

Una proposta di chi lavora all'Ospedale San Marco

Durante il Consiglio comunale monotematico di giovedi 15 luglio, il dr. Enzo Lupo, punta di diamante del reparto di Chirurgia dell'Ospedale San Marco, ha letto questo documento di proposta e quindi lasciato agli atti dello stesso Consiglio. Sarebbe molto interessante che a questo post seguissero commenti di addetti ai lavori, anche in forma anonima ( per contratto i medici e paramedici non possono rilasciare interviste alla stampa se non autorizzati. ndr), al fine di capire meglio cosa è importante per il nostro nosocomio che seppur vittima di una strategia atta a farlo morire attraverso un taglio sistematico di risorse sia umane che strumentali, continua ad operare restando uno degli ospedali più gettonato nella provincia di Taranto.

Sembra l'icona del cittadino medio grottagliese...

domenica 18 luglio 2010

Aneddoto da Fame festival in corso

L'artista brasiliano Nunca ha dipinto questo tizio su una grande facciata, quando alla fine di giugno faceva nunca-scultore molto caldo, con punte di 35 ° (gradi centigradi), quindi una parete arroventata dal sole per tutta la giornata (tutta la settimana in realtà). Racconta Nunca :
" Ogni tanto, questo tizio e gli altri in carne e ossa, sono venuti a trovarci e chiacchierare un po' sul disegno e il contenuto di esso.Questa persona vive sul lato opposto della strada e lui veniva giù a buttare scarti, mentre faceva giardinaggio sul balcone. Aveva un atteggiamento veramente bello e molto gentile, che è abbastanza raro in questi giorni, soprattutto se sei un enorme muro dipinto in un luogo dove le persone hanno paura dei cambiamenti e ignorano ogni genere di notizie non ignorabile. Questa persona che abbiamo scoperto essere l'ex sindaco di Grottaglie, quello che insieme con il Consiglio ha fatto accordi con la società di immondizia che costruì la molto famosa discarica fuori città, ci ha dato la sua interpretazione del pezzo dicendo che, lavorando la terra, si può finalmente trovare risorse e opportunità.
Caro sindaco, grazie per le gentili parole, spero troverà un po' di tempo per valutare la mia interpretazione del pezzo:si può fare un gran sacco di soldi dalla nostra terra!"

Uno spagnolo in viale Gramsci


Nella seconda metà di giugno, lo street artist spagnolo Sam3 è stato ospite del Fame Festival a Grottaglie, in Puglia. In strada, Sam3 lavora quasi sempre utilizzando un solo colore, il nero (o più raramente il blu scuro) e, da quanto avrete modo di vedere nella galleria qua sotto, il suo stile si adatta bene al paesaggio architettonico pugliese, dove le case sono chiare ché il sole batte forte.
La sua è un’estetica decisa e sottile allo stesso tempo, dove la poesia e l’umorismo vanno di pari passo. Angelo Milano di Studio Cromie, l’organizzatore del Fame Festival, dice che “Sam 3 è sicuramente l’artista più romantico che abbia mai incontrato, è per questo che non ha bisogno di seguire l’anatomia accademica o di usare altri colori al di là del bianco e nero. Ha solo bisogno di recarsi sul posto e partire”.
In soli 10 giorni a Grottaglie Sam3 ha reaizzato due pareti e si è dato da fare con la ceramica, ma non è tutto. Ha fatto una nuova animazione partendo dalla ricerca sull’anno solare e gli equinozi, in cui un dipinto murale interagisce con l’ombra di un disegno nello stesso modo solo una volta all’anno, il 21 giugno, il solstizio d’estate.

Slitta il debutto del Boeing 787

La Boeing non esclude che l'entrata in servizio commerciale del nuovo B 787 «slitti di qualche settimana all'inizio del 2011», pur confermando l'obiettivo di «consegnare entro la fine di quest'anno i primi 2-3 esemplari del velivolo alle compagnie aeree». «Lo dico per prudenza. Le prove di volo stanno andando molto bene, ma c'è molto lavoro da fare e l'entrata in servizio potrebbe slittare alle prime settimane del 2011. Dipende dalla certificazione», ha detto, a Il Sole 24 Ore, Jim McNerney, amministratore delegato del primo gruppo aerospaziale del mondo (68,3 miliardi di dollari di fatturato nel 2009, 1,31 miliardi di utile netto).
Il Dreamliner in materiale composito superleggero, detto «l'aereo di plastica», è atterrato stamattina al salone aerospaziale di Farnborough, che si apre domani. Qui però non si esibirà in volo.
McNerney si dichiara «ottimista». «C'è una ripresa del traffico e del mercato dell'aviazione civile. La nostra società - osserva - è emersa dalle difficoltà con un forte portafoglio ordini e nuovi prodotti, il 787 e il 747-8. Quest'anno negli aerei commerciali tornano gli ordini, anche se non prevedo che Boeing avrà un numero di ordini sufficiente a sostituire nel portafoglio i 460-470 aerei che consegneremo allle compagnie. Siamo molto forti anche nella difesa e nello spazio. Abbiamo fatto alcune acquisizioni strategiche nelle ultime settimane, vediamo forti opportunità nel mercato internazionale. Infine prevediamo opportunità di crescita nella manutenzione e miglioramento delle flotte mondiali».
Sul B 787, il bireattore a lungo raggio da 280 posti, McNerney dice che le difficoltà sono superate. «Nelle prove di volo l'aereo sta andando molto bene, ci sono già molti piloti delle prime compagnie clienti che lo provano». Il primo vettore che riceverà il 787 è la giapponese Ana.
Sui problemi che hanno causato oltre due anni di ritardo nel programma, rispondendo a una specifica domanda se i problemi siano stati causati da Alenia, che produce il 14% della fusoliera a Grottaglie, l'a.d. di Boeing risponde: «In alcuni casi abbiamo dato troppa responsabilità ad alcuni nostri partner. In futuro vedrete Boeing fare di più nell'integrazione ingegneristica che nella prima fase del 787. Lo abbiamo già previsto per la versione allungata, "-9"».

Sulla Sanità solo campagna dissennata


Dopo aver assistito ad una campagna dissennata, nella quale si è voluto drammatizzare uno scontro sul piano della sanità, discusso, approvato e conosciuto da oltre un anno, essendo datato 29 gennaio 2009, nel Consiglio Comunale monotematico del 15 luglio 2010 è chiara la strumentalizzazione sulla sanità a Grottaglie.

Le forze di maggioranza e opposizione (in questi anni dedite soprattutto alle lottizzazioni) hanno volutamente drammatizzato per poter poi, rivendicare come una vittoria ciò che nessuno aveva mai messo in discussione, rilanciando una propria immagine di difensore dei diritti dei cittadini, alquanto offuscata dagli scandali bi-partisan in questi ultimi anni.

L’altra sera gli operatori sanitari e i cittadini presenti hanno potuto prendere atto che non ci sono modifiche non concordate e che si sostanziano in: rimane l’eccellenza di ostetricia con 20 posti letto, si perdono i 4 posti aggiunti di ginecologia che confluiscono al Moscati dove già egregiamente si trattano le patologie connesse alla specializzazione, mentre si potenziano strumenti che dovrebbero ridurre il ricorso a cure fuori sede.

Quel che è stato stigmatizzato è non aver approntato alcuna misura che riduca l’inappropriatezza dei ricoveri e delle cure con spese che gravano sulla collettività. Altri, vedasi l’ospedale di Martina Franca, si sono adeguati e l’indice di interventi appropriati è aumentato, non così a Grottaglie tanto da far sospettare l’esistenza di sacche che alimentano feudi personali.

SEL si dichiara soddisfatta della responsabilità dei dirigenti che hanno difeso il Piano e dalla risposta di operatori e cittadini che hanno preso atto dell’inesistenza delle penalizzazioni, solo razionalizzazioni. SEL ritiene che tale politica, tesa alla riduzione ed all’eliminazione degli sprechi debba proiettarsi in ogni ambito in cui si gestisce il denaro pubblico. Nel contempo non si lascia sfuggire l’occasione per rimarcare i punti di debolezza del Piano sul registro dei tumori e delle malattie degenerative, sulle cause e rimedi; il mancato collegamento tra Piani sociali di Zona e sanità diffusa nel territorio; mancanza di una destinazione provinciale per le donne costrette ad interrompe la gravidanza nelle strutture pubbliche, secondo la legge nazionale vigente.

Grottaglie 17/07/2010

per il Coordinamento

Franco Galiandro

sabato 17 luglio 2010

Apertamente di domenica 18 luglio 2010 - Propaganda e fuffa


Ieri, dopo una giornata infernale da non raccontare, ero al supermercato per fare un po' di spesa, mentre ero alla cassa una persona che conosco di vista e forse so anche il suo nome mi dice: "Che spettacolo indecente l'altro pomeriggio al Consiglio comunale monotematico sull'Ospedale di Grottaglie! L'ultima persona con cui se la dovevano prendere era proprio con lei, sono schifato. - ha continuato questa persona - Quanto l'ho amata questa Città quando ero lontano, ma poi quando sono tornato ho capito che non merita, i grottagliesi sono degli ignavi, gli passa tutto nell'indifferenza assoluta, non merita l'impegno di persone come lei e il lavoro che sta facendo, perché non serve a nulla."
Mi capita spesso di incontrare gente mentre sono in giro che mi dice di seguire il mio lavoro di giornalista blogger, non è raro che mi dicano anche che ormai se si vogliono notizie non filtrate dai potentati della politica o dal potere economico, bisogna andare nella rete, anche se aggiungo io va tutto verificato perché spesso chi scrive nei blog non è persona che rispetta le regole deontologiche del giornalismo, non è un addetto ai lavori.
Bene! tornando a noi devo comunque dire che simili commenti mi intristiscono, epperò se al primo acchito mi porterebbe a mandare tutto all'aria, poi ci ripenso e mi dico che non devo mollare quel "chi telo fa fare!" non deve averla vinta.
Il Consiglio comunale a cui si riferiva quel grottagliese che ho incontrato al supermercato, ovviamente era presente allo stesso Consiglio, è stato, quel Consiglio, come ho detto in altro post, inutile e comunque il day after è stato ancora più penoso per chi fa politica, abbiamo letto, infatti ed anche pubblicato, il tono trionfale del PD in cui annunciava che il reparto Maternità dell'Ospedale di Grottaglie per ora è salvo. Bene! quel reparto è salvo grazie ai numeri ( nel 2009 626 donne hanno scelto di partorire all'Ospedale san Marco di Grottaglie e al 15 luglio del 2010 386 donne hanno scelto sempre il San Marco per partorire), e quei numeri sono stati possibili grazie alla professionalità di medici e paramedici che in quel reparto, nonostante il sotto organico, c'è gente come alcuni medici, che nonostante il contratto part time ( 4ore) si fa oltre dieci ore di lavoro non retribuite, senza contare quei medici, con problemi di salute che oltre a lavorare, fanno guardie e reperibilità, che non dovrebbero fare, senza fermarsi mai, per tenere in piedi una struttura che va e che la gente continua a scegliere perché si sente sicura, curata. Quindi quell'ira esplosa in Consiglio comunale del dr Achille D'Amore, contro chi diceva che forse di parti a Grottaglie dovrebbero essercene di più, ma come - replicava lo stesso D'Amore,- si può dire una simile scelleratezza se già così, con l'organico sotto zero stiamo facendo salti mortali, è da provocatori affermare certe cose. Il problema sta nel fatto - continua a ripetere il dr. D'Amore che alla Direzione sanitaria continuano a ragionare con i numeri, ma sono lontani anni luce dalle reali emergenze e problemi contingenti."
La sanità in effetti vista così con i numeri e nei risultati che emergono dai nuclei di valutazione non fa una grinza, i famosi DRG, ma poi quando abbandonando i numeri e andando a toccare di persona le realtà locali è ben altra cosa, e pretendere che i medici oltre che a fare il loro lavoro, debbano fare anche i ragionieri, secondo il mio modesto avviso di cittadina ed anche paziente quando capita, chi ne va di mezzo è l'ammalato. Sicuramente va messo un argine ai ricoveri facili, agli inutili doppioni di reparti, come per esempio tenere in piedi una maternità a Manduria e poi scoprire che a partorire in quell'ospedale fatiscente non ci vuole andare nessuna, le donne continuano a scegliere Grottaglie, se ciò accade vuol dire che c'è qualcosa che attira queste donne, e allora oltre ai DRG istituiamo l'indice di qualità dei reparti, basato sulla professionalità dei medici e di chi collabora con essi e magari incrementiamo l'organico e sul gradimento dei pazienti, una sorta di bandierine dell'indice di gradimento, come le bandiere di goletta verde per le spiaggie italiane.
Tutto questo per dare seguito a quell'enunciato di cui politici regionali si riempiono la bocca "Il malato, la persona al centro della sanità!" Beh lo vogliamo porre in atto questo poetico assunto o dobbiamo pensare che è solo fuffa propagandistica?
Certo la logistica in questi ospedali lascia un po' a desiderare, non si può pensare di avere un ospedale sotto casa, non ce lo possiamo più permettere, ma va anche detto che in questo taglia taglia generale, bisognerà stare attenti a non buttare il bimbo con l'acqua sporca.

venerdì 16 luglio 2010

Vernacolo in gara, primo premio Vincenzino Manigrasso "Fanni ritere cà ti premio"


Dopo il grande successo di Solfrizzi e Stornaiolo, continua la stagione di spettacoli alle Cave di Fantiano, "Estate 2010", organizzata dall'associazione Le Idee non mancano, con una cinque giorni dedicata al teatro in vernacolo grottagliese: Vernacolo in gara, primo premio Vincenzino Manigrasso, “Fanni ritere cà ti premio”. Cinque serate per quattro compagnie che si sfideranno a suon di comicità dialettale. La kermesse è dedicata a Vincenzino Manigrasso, giovane dj e socio dell'associazione, scomparso tragicamente lo scorso anno. L'idea nasce dall'aver osservato quanto Grottaglie è vicina al teatro popolare e come sia sempre attenta a tutte le iniziative che le compagnie locali intraprendono. "Siamo fortunati - affermano gli organizzatori - ad avere tante compagnie impegnate a mantenere la tradizione popolare tramite opere teatrali, poesie e cantate tradizionali, così è giunto il tempo di vederle tutte assieme in un occasione comune. In quattro serate consecutive ognuna presenterà una sua opera, si ritroveranno tutti insieme nella quinta serata a presentare il loro meglio condensato, la più apprezzata si fregerà del primo premio. Si parte il 18 luglio con l'associazione teatrale "Il Fullonese" con "Lu pignu tla prima notti"; Il 19 è la volta dell'Associazione Musico-Teatrale Stare Insieme in "E mmò... comu m'à ffa!!?". Il 20 toccherà alla Compagnia Giovanile Teatrale "Li Picca ma Buene" con "Lu Capellone Scucculato" e il 21 con l'Associazione Teatrale "Piccolo Teatro" in "Li ricchi e li pizziènte". Giovedì 22 è la finale dove sarà proclamata la compagnia vincitrice. La giuria del concorso è composta da Pierfrancesco Bruni, presidente di giuria (esperto minoranze linguistiche e letteratura antropologica del mi.bac), Pasquale Strippoli (scenografo docente in scenografie presso bb.aa.- bari), Roberto Burano (rappresentante comitato organizzatore), Alfredo Annicchiarico (scrittore) e infine da Salvatore Savoia (giornalista del Corriere del Giorno). L'inizio degli spettacoli è previsto per le 21.30. Prezzo del biglietto: parterre € 7 €, gradinata € 5 €, abbonamento parterre 25 €, abbonamento gradinata 17 € Info e prevendite su www.leideenonmancano.it o telefonando al 327-1668663 o 345-9619710.

Translate

ATTENZIONE! Gli articoli che non trovate qui sono su ORAQUADRA.INFO

ATTENZIONE! Gli articoli che non trovate qui sono su ORAQUADRA.INFO
Questo Blog ha subito una trasformazione, in questo spazio ci si occuperà solo di Spettacolo, Cultura, Sport e Tempo libero. Ho deciso di aprirlo agli operatori culturali e sportivi che con una mail di richiesta possono diventare collaboratori autonomi e quindi inserire liberamente prose, poesie, ma anche report di manifestazioni che riguardano il nostro territorio, oppure annunci di eventi o racconti dove la nostra gente è stata protagonista. Scrivete quindi a lillidamicis@libero.it, vi aspetto!!!

LIBERTÀ DI PENSIERO

"Io so. Ma non ho le prove. Non ho nemmeno indizi.
Io so perché sono un intellettuale, uno scrittore, che cerca di seguire tutto ciò che succede, di conoscere tutto ciò che se ne scrive, di immaginare tutto ciò che non si sa o che si tace; che coordina fatti anche lontani, che mette insieme i pezzi disorganizzati e frammentari di un intero coerente quadro politico, che ristabilisce la logica là dove sembrano regnare l'arbitrarietà,
la follia e il mistero".
Pierpaolo Pasolini
scrittore
ammazzato nel novembre del 1975

Visualizzazioni ultima settimana

EINSTEIN DICEVA SPESSO

“Il mondo è quel disastro che vedete, non tanto per i guai combinati dai malfattori, ma per l’inerzia dei giusti che se ne accorgono e stanno lì a guardare”.