Che ora è ?

martedì 31 marzo 2015

L’Albania degli intrecci tra religiosità e letteratura con Pierfranco Bruni il 7 aprile a Tirana

Le fedi e le culture tra le parole di Giuda, Paolo e Gesù nel Pierfranco Bruni tra mondo cristiano e mondo musulmano in “La pietra d’Oriente”

 Gesù, Giuda, Maria di Magdala, Pilato e Paolo nel cammino alla ricerca degli Oriente e degli Occidenti sono i protagonisti che si raccontano in “La pietra d’Oriente” (Pellegrini in Modadoristore) di Pierfranco Bruni e verrà presentato, dopo Tunisi, Madrid e Nizza, e prossimamente ad Istanbul,  in Albania, a Tirana il martedì dopo Pasqua 7 aprile.

lunedì 30 marzo 2015

…sulla croce sbianco’ come un giglio…

Cristo ed il Cristianesimo : l’unica e grande rivoluzione, quella che dà senso alla vita umana e traccia le strade della civiltà.La medesima finitezza  ed imperfezione umana lo richiedono. E’ storia, e’ la Storia. “Cristo, mia speranza, è risorto e vi precede in Galilea”. E' con queste parole che viene dato l'annuncio pasquale. La sequenza, che ripercorre i grandi temi del triduo pasquale, si conclude con un annuncio di speranza che è, insieme, richiamo alla responsabilità ed elezione per una missione. E' interessante notare che nei racconti dei Sinottici l'annuncio della risurrezione è dato da un angelo. Il significato teologico sottostante è chiaro: il mistero della risurrezione è tale che può essere rivelato solo da Dio e l’angelo e’ l’inviato di Dio.. Ancora una volta, fino alla fine, il credente è posto all'ombra del primato della Parola di Dio che indica non solo il fatto, ma anche la strada adeguata per poterlo raggiungere.Mai nella storia dell'umanità vi fu annuncio più sconvolgente di quello che è preludio del mattino di Pasqua. Cristo è veramente risorto.

venerdì 27 marzo 2015

Il Processo a Gesù

Analisi della realtà storica e delle vigenti leggi dell'epoca dei fatti e del processo che ha portato Gesù alla condanna

di Maria Beatrice Maranò 

Analizzare la realtà storica e le leggi vigenti all’epoca dei fatti e il processo che ha portato alla condanna di Gesù, non è cosa semplice La prima domanda che mi sono posta è se sia legittimo parlare di condanna nel senso giuridico del termine e cioè se tale condanna sia stata scaturigine di una vero e proprio decretum ( nel significato di sentenza di condanna, nel diritto romano vigente all’epoca), o  di una vera e propria pronuncia del Grande Sinedrio organo deputato per la legge ebraica dell’epoca a decidere?

martedì 24 marzo 2015

Nel tempo dei...Misteri...



Devo confessare che assistere alla Processione dei Misteri   e’ per me attrazione e, nello stesso tempo, commozione, nel senso etimologico della parola ovvero “ turbamento dello stato interiore, dovuto all'insorgere di un forte sentimento”.La musica,cadenzata ,tragica e grave, crea,poi, l’atmosfera adatta alla circostanza , avvolgendo lo spettatore in una bolla fuori dal tempo. Il termine processione deriva dal verbo latino  procedere, (andare avanti, avanzare, procedere): è un insieme organizzato di persone che avanzano in maniera formale o cerimoniale. Nella religione cattolica si usa trasportare per le strade una statua sacra da venerare per una determinata festa liturgica (Gesù, Maria o i Santi) con a seguito la gente in processione. Vari gli elementi distintivi di una processione religiosa:la statua viene spesso portata a spalla da delle persone vestite a tema.

lunedì 23 marzo 2015

Pierfranco Bruni per il suo riconoscimento: Raccontare uno scrittore con la voce di Valitutti, Bufalino, Ghirelli, Marti, Nievo, Ulivi, Pomilio e tanti altri

di Mirian Katiaka

Uno scrittore. Un poeta sulla strada dei riconoscimenti Pierfranco Bruni. Antonio Ghirelli parlò della sua scrittura come “ delicato lirismo e forma”, Gesualdo Bufalino lo definì uno “scrittore nobile”, Ferruccio Ulivi disse che Bruni è uno scrittore di “sentimenti, di impegno e di solitudine”, Salvatore Valitutti lesse la sua “magia”, Stanislao Nievo sottolineò la sua “eleganza e la sua misura solitaria”, Mario Pomilio lo definì poeta della “pulizia e della esattezza…”. Mario Marti disse di lui che è uno scrittore la cui parola è fatta di “grani di rosario. …una preghiera”.

venerdì 20 marzo 2015

Nella Giornata Mondiale della Poesia i Linguaggi della Parola

Originale Cartella per intrecciare poesia e musica in un viaggio etnoletterario. Curato da Pierfranco Bruni (Responsabile Etnie del Mibact)
La Giornata Mondiale della Poesia verrà celebrata dal Sindacato Libero Scrittori Italiani con la realizzazione di una Cartella tematica su: “I Linguaggi della Poesia. La Poesia cantata”, curata da Pierfranco Bruni, Vice presidente nazionale del Sindacato Libero Scrittori e Responsabile del Progetto Etnie – Letterature del Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo. La Cartella è parte integrante del Progetto di ricerca sulle parole delle “Etnie”.

Anche l’arte contemporanea prodotta al Sud e le sue fiere battaglie fanno parte del «patrimonio artistico nazionale»

di Sabrina Del Piano – Atelier MediterraneArte Pura.
Bari, 7 marzo 1985 -Presentazione Manifesto dell’Arte-Pura
Da sinistra: Vittorio Del Piano, Pasquale Calvario, 
Michele Del Vecchio, Jacques Lepage, Josette Burin.
Nella primavera di trent’anni fa, esattamente dal 5 al 10 marzo 1985, all’Expo Arte di Bari, Fiera Internazionale d’Arte Contemporanea, nella Sala Spaziocittà all’interno dell’area Fiera, era in mostra l’allestimento del gruppo VIDEOARTESPERIMENTALE TARANTO/NIZZA e, il 7 marzo, fu presentato ufficialmente e in prima assoluta il MANIFESTO DELL’ARTE PURA E PROGRAMMA/PROGETTO DI MEDITERRANEA, di Vittorio Del Piano - artista grottagliese venuto a mancare il 14 giugno scorso. 

mercoledì 18 marzo 2015

Beni culturali e Museo. Con l’esperto Pierfranco Bruni.


Pierfranco Bruni –  Intervento alla Biblioteca Camera dei Deputati

In un Convegno a Roma sui Beni culturali Pierfranco Bruni, da esperto e autore di saggi sui beni culturali e sul ruolo del Ministero, ha detto:
Nel nuovo ruolo del Museo, da Taranto a Reggio Calabria, la valorizzazione della città e del territorio passa, inevitabilmente, attraverso i Beni culturali, come priorità nello sviluppo economico e di sviluppo di un territorio con apertura ai nuovi processi interattivi dei saperi altri”.

martedì 17 marzo 2015

La morte di Gustavo Selva, il ricordo di Pierfranco Bruni

Era stato Premiato con il Battista a Grottaglie nelle prime edizione. La morte di Gustavo Selva. Dall’europeismo cristiano di Francesco Petrarca ad Aldo Moro. Dal giornalista al letterato. Un amico

La morte di Gustavo Selva scava nella mia storia. Nella mia generazione. Nei miei anni universitari e anche dopo. Era nato nel 1926 a Imola. È morto a Terni il 16 marzo.

domenica 15 marzo 2015

Un grande Papa fa sempre grandi cose...



L’indizione di un Anno Santo straordinario – il Giubileo della misericordia preannunciato da papa Francesco che si aprirà nella prossima solennità dell’Immacolata Concezione (nel 50° anniversario della chiusura del Concilio Vaticano II), e si concluderà il 20 novembre 2016 (domenica di Nostro Signore Gesù Cristo Re dell’universo) – è una notizia che sì sorprende, ma fino a un certo punto. Infatti, se c’è un leit motiv che attraversa ininterrottamente i primi due anni di pontificato di Francesco (che già da vescovo aveva scelto come suo motto Miserando atque eligendo) è proprio quello della misericordia.Il Giubileo è l'anno della remissione dei peccati e delle pene per i peccati. È anche l'anno della solidarietà, della speranza e della penitenza sacramentale. Il Giubileo, detto anche Anno Santo, può essere ordinario e straordinario.

venerdì 13 marzo 2015

Ezra Pound :….un grande poeta oltre le etichette !!!

di Maria Beatrice Maranò 

“Ciò che sai amare rimane, il resto è scoria /ciò che sai amare non ti sarà strappato /ciò che sai amare è il tuo vero retaggio /il mondo, quale? Il mio, il loro o di nessuno?/Prima venne la vista, poi diventò palpabile Eliso, fosse pure in quell'antro d'inferno,/ciò che tu sai amare è il tuo vero retaggio /ciò che tu sai amare non ti sarà strappato. /La formica è centauro nel suo mondo di draghi./Deponi la tua vanità, non è l'uomo che ha fatto il coraggio, o l'ordine o la grazia,/deponi la tua vanità, dico, deponila! /La natura t'insegni quale posto ti spetta /per gradi d'invenzione o di vera maestria,/deponi la tua vanità, Paquin, deponila! Il casco verde tua eleganza offusca./

Tra i candidati al Nobel per la Letteratura lo scrittore italiano Pierfranco Bruni

I suoi testi sino a “La pietra d’Oriente” tradotti in diverse lingue. Presentazione ufficiale della candidatura il 24 marzo prossimo

Tra la rosa dei Candidati al Nobel per la Letteratura il Sindacato Libero Scrittori Italiani (Fuis), Sindacato storico che ha visto protagonisti personaggi come Corrado Alvaro, Ettore Paratore, Giuseppe Prezzolini, Diego Fabbri e filosofi come Augusto Del Noce e Antimo Negri, candida lo scrittore italiano, di origini calabresi Pierfranco Bruni a quarant’anni dalla sua prima pubblicazione.
Bruni nato in Calabria, a San Lorenzo del Vallo intraprende un’attività di collaborazione con giornali, quotidiano e case editrici oltre ad essere Direttore archeologo coordinatore del Ministero dei beni e delle attività culturali.

giovedì 5 marzo 2015

Sante e prostitute, ma pur sempre donne, in De Andrè...



Ripropongo una mia vecchia riflessione di qualche anno fa: credo che sia sempre attuale. 
…..Ave Maria, adesso che sei donna,  ave alle donne come te, Maria,
 femmine un giorno per un nuovo amore, povero o ricco, umile o Messia.
Femmine un giorno e poi madri per sempre nella stagione che stagioni non sente………

venerdì 27 febbraio 2015

II° “GIORNATA dell’AMICIZIA & CULTURA ARMENA”

Lecce. L’Agenzia per il Patrimonio Culturale Euromediterraneo e l’Ambasciata della Repubblica d’Armenia in Italia, insieme a Lecce, per la presentazione dell’opera “Le parole per raccontare. 
Gli Armeni, storia, cultura, letteratura”, di Pierfranco Bruni e Neria De Giovanni
L’evento è organizzato nell’ambito delle iniziative celebrative
del Centenario del Genocidio degli Armeni sabato 28 febbrao

Il verismo verghiano, tra naturalismo francese e romanzo storico manzoniano: Lei la speranza ci aprirà le sue porte?

Giovanni Fattori - Tutt'Art@ (43)
di Maria Beatrice Maranò

Quando nel romanzo laffinità e la coesione in ogni sua parte, sarà così completa che  lopera darte sembrerà essersi fatta da se, aver maturato ed essere sorta spontanea , come un fatto naturale, senza serbare alcun punto di contatto con il suo autore, alcuna macchia al peccato dorigine  ( Lamante di Gramigna da Vita dei Campi 1880 G. Verga). In queste parole è tutta contenuta la poetica verghiana dellimpersonalità dellopera che deve sembrare “essersi fatta da se, e del rigore scientifico da cui lopera deve nascere. 

domenica 22 febbraio 2015

In Arabo il romanzo dell’Oriente di Pierfranco Bruni: “La pietra d’Oriente” con il viaggio di Nadine tra le voci e gli sguardi del mare


Verrà tradotto in arabo, (a Tunisi) il nuovo romanzo di Pierfranco Bruni “La pietra d’Oriente”, edito da Pellegrini (con distribuzione Mondadori), in distribuzione in queste settimane. La visone dell’incontro tra Oriente ed Occidente ha un suo fascino particolare tra un immaginario simbolico e i luoghi.  Il fascino degli occhi, il mistero dell’Oriente, il cammino alla ricerca della pazienza. Il viaggio verso i segni dell’alchimia, del sacro e della inafferrabilità degli amori, raccontati da amanti che abitano i deserti e il mare, costituisce il passaggio verso l’indefinibile e l’infinito. 

mercoledì 18 febbraio 2015

Alla ricerca della... Grammatica Italiana perduta.

L’italiano è senz’altro una lingua difficile, irta di difficoltà, anche per coloro che la conoscono in modo più  approfondito, sia perché ha regole e regoline che la governano, sia perché la differenza tra lingua parlata e lingua scritta è notevole,sia perché la Grammatica non è  più studiata in maniera decorosa nei luoghi dove dovrebbe essere studiata.

sabato 14 febbraio 2015

Letteratura Civiltà Linguaggi e Scrittori per la Giornata Della Lingua Madre

Lingua, letteratura e scrittori si incontrano nel segno dei confronti tra culture. Mibact, Liceo Moscati di Grottaglie e Federazione Unitaria Scrittori per una Cartella  dedicata alla Celebrazione Internazionale Lingua Madre 

venerdì 13 febbraio 2015

Mario Marti e Grottaglie: “il nostalgico ricordo” e non solo

di Rosario Quaranta

L’interesse del grande studioso e maestro salentino verso i poeti Giuseppe Battista e Donato Antonio D’Alessandro. La sua curiosità verso la storia, la ceramica e il brigante Don Ciro Annicchiarico 
Viva commozione e cordoglio ha destato la scomparsa di Mario Marti lo scorso 3 febbraio a Lecce, non solo nell’ambito universitario e accademico, ma nell’intera società civile e culturale che, per comune riconoscimento, perde uno degli studiosi e critici della letteratura italiana più significativi del secolo scorso.

giovedì 12 febbraio 2015

La vendetta paga quando l’odio avanza Omero e Dante sono maestri di Vendetta

Di Pierfranco Bruni

Non sono un Santo. Io sono un Conte… La pietà non paga…Quando l’odio, la gelosia, la violenza avanza solo la vendetta ci potrà salvare? Certamente sì. Altrimenti non faremmo studiare Omero e Dante. Cosa è il tempo della pace e cosa sono i giorni della guerra? Gli uomini sono civiltà che cercano di capire i conflitto. In un tempo di guerra e di di guerre la letteratura non dimentica Omero, Ulisse, la vendetta, la ricerca della Patria.  Un tema da sviluppare. Gli scrittori e la guerra. È un tema "affascinante" ma anche complesso e delicato. Fu Omero a sancire un "protocollo" tra l'idea della guerra e la poesia nel mondo Occidentale.

Translate

ATTENZIONE! Gli articoli che non trovate qui sono su ORAQUADRA.IT

ATTENZIONE! Gli articoli che non trovate qui sono su ORAQUADRA.IT
Questo Blog ha subito una trasformazione, in questo spazio ci si occuperà solo di Spettacolo, Cultura, Sport e Tempo libero. Ho deciso di aprirlo agli operatori culturali e sportivi che con una mail di richiesta possono diventare collaboratori autonomi e quindi inserire liberamente prose, poesie, ma anche report di manifestazioni che riguardano il nostro territorio, oppure annunci di eventi o racconti dove la nostra gente è stata protagonista. Scrivete quindi a lillidamicis@libero.it, vi aspetto!!!

LIBERTÀ DI PENSIERO

"Io so. Ma non ho le prove. Non ho nemmeno indizi.
Io so perché sono un intellettuale, uno scrittore, che cerca di seguire tutto ciò che succede, di conoscere tutto ciò che se ne scrive, di immaginare tutto ciò che non si sa o che si tace; che coordina fatti anche lontani, che mette insieme i pezzi disorganizzati e frammentari di un intero coerente quadro politico, che ristabilisce la logica là dove sembrano regnare l'arbitrarietà,
la follia e il mistero".
Pierpaolo Pasolini
scrittore
ammazzato nel novembre del 1975

Visualizzazioni ultima settimana

EINSTEIN DICEVA SPESSO

“Il mondo è quel disastro che vedete, non tanto per i guai combinati dai malfattori, ma per l’inerzia dei giusti che se ne accorgono e stanno lì a guardare”.