Che ora è ?

domenica 28 agosto 2016

Cultura e turismo: due facce della medesima medaglia, a Grottaglie come nel mondo.



Saper coniugare i principi dell'accoglienza, l'esperienza e le ricchezze di un territorio vuol dire offrire al turista non una semplice vacanza mordi e fuggi,come oggi accade ma un ricordo emotivamente gratificante e soddisfacente.
I territori, le regioni, le province e i comuni, sono spazi in cui si trovano molteplici risorse che però spesso non sono organizzate, non sono collegate in un sistema che ne permetta una gestione coordinata. Per esistere, una destinazione turistica deve strutturare le proprie risorse e attrattive, unendole ai servizi e alle offerte, in modo tale da costituire veri "prodotti turistici territoriali" che rispondano alle esigenze del cliente. Il turismo non è un’attività che si può improvvisare ma necessita di una strategia chiara e definita.

lunedì 22 agosto 2016

Michele Ignazio D’Amuri,poeta,religioso,uomo di cultura a Grottaglie


Perche’ quello che ci manca e’ la vera cultura ed essa e’ come la Nutella: quando ve ne e’ poca, la si tenta di spalmare il piu’ possibile.
E senza la cultura, mi piace dirlo,  non si va da nessuna parte perche' per operare bisogna ...sapere e conoscere!

Sono orgoglioso di aver contribuito alla sostanziosa  raccolta delle firme dei "miei" studenti nella mia scuola per l’intitolazione,all’epoca, di una strada (obiettivo poi  realizzato appieno) a questo nobile personaggio di altri tempi.

Nacque a Grottaglie, il 24 luglio 1910, da Giuseppe e da Maria Carmela FALSANISI. Compì l‘obbligo scolastico elementare nella sua citta natale. Il 21 ottobre 1923 entrò nella Scuola Apostolica, ospite del Collegio Argento di Lecce, per frequentare il ginnasio. Il 25 settembre 1925 partì per Napoli ed il 27 fu ammesso nel noviziato della Compagnia di Gesù, vestendo l‘abito religioso il 10 ottobre successivo.

giovedì 11 agosto 2016

La "dolce madre Chiara " a Grottaglie...

L'11 agosto: festeggiamento e ricorrenza della morte(1253) di Santa Chiara.
Il Monastero santa Chiara in Grottaglie fu fondato nell’anno 1591 da. Girolamo Sanarica, il quale ne fece dono alle prime monache che lo occuparono. Queste furono: sr. Angela Igniscia e sr. Dorotea D’Amato, rispettivamente come Abbadessa e come Maestra delle Novizie, venute dal Monastero di Gravina.In seguito alla soppressione dei Conventi del 1860 detto Monastero, grazie a Dio non fu chiuso, ma passò al Demanio; in seguito le Clarisse ottennero dal Ministero del Fondo per il culto, secondo l’art. VI della legge del 7 luglio 1866, di continuare a vivere nel Monastero senza però accettare nuove vocazioni.

lunedì 8 agosto 2016

10 agosto San Lorenzo Martire

Una religiosità antropologica nelle etnie del Mediterraneo a San Lorenzo del Vallo

di Pierfranco e Micol Bruni

I Santi vivono perché oltre alla fede e al carisma penetrano una antropologia che è fatta di un immaginario che tocca le corde dell’identità. 10 agosto San Lorenzo. Ma cosa ha rappresentato questo Santo? Chi è stato. Nel nostro paese dell’anima e della geografia, San Lorenzo del Vallo dove il 10 agosto è festa grande, ha il suo viaggio, il suo senso, il suo modello antropologico.

venerdì 5 agosto 2016

Un tempo si faceva cultura e ora trionfano le sagre

Un tempo si faceva cultura e ora trionfano le sagre e Taranto, Grottaglie, Manduria sono superate da Aliano, Alghero, Ostuni e Cosenza candidate a Capitali della Cultura…
di Pierfranco Bruni
Pierfranco Bruni e Mauro Mazza,
già direttore Rai Uno, 2011 



Le città che fanno cultura devono essere in grado di inventare  anche una idea di culturale sia sul materiale depositato, ovvero vocazioni, sua in una prospettiva vitale in un tempo che consuma e ricicla tutto.

martedì 2 agosto 2016

A TARANTO RILANCIO DELLA CULTURA GRAZIE ALL'AUTONOMIA DEL MUSEO ARCHEOLOGICO


 di PIERFRANCO BRUNI 


La Magna Grecia del Museo nazionale archeologico di Taranto nei circuiti internazionali grazie alla sua autonomia voluta dal ministro Dario Franceschini. Una ripresa con grande respiro culturale. Cultura e territorio per una prospettiva della Magna Grecia. Taranto e il suo patrimonio culturale.

venerdì 29 luglio 2016

Il mio Mediterraneo si racconta tra archeologia ed etno –antropologia

di Pierfranco Bruni*

Archeologia ed etno – antropologia: un viaggio tra popoli e civiltà.  Le minoranze etno-linguistiche hanno una loro etnie di origine (non tutte le minoranze classificate possono essere considerate, comunque, sotto dei parametri etnici originari perché accanto a modus storici vi sono anche modus linguistici che non sono certamente da rapportare a dei dialetti) in quanto sono portatori di interessi culturali primigenei e, proprio in virtù di ciò, i territori sono i veri luoghi di una comprensione che non può prescindere da una rappresentazione che deve avere una sua specificità nel dato archeologico e nella lettura archeologica dei territori stessi.

giovedì 28 luglio 2016

LA BANCA E IL POSTMODERNO


 di Francesco Annicchiarico 
(docente UniBa Taranto)
“Protect me from what I want”(Proteggetemi da ciò che voglio): frase e opera d’arte composta da luci LED, concepita dall’artista americana Jenny Holzer, che nel 1982 campeggiò insieme ad altre frasi della serie “Truisms” sullo schermo gigante di Times Square a New York.
È un pensiero che percorre lo spirito postmoderno, una definizione del quale, è data dal filosofo Maurizio Ferraris come “il tramonto di un mito”.

venerdì 22 luglio 2016

BRACCIO DI FERRO U.S.A. - CINA

Preludio alla terza guerra mondiale?










di Missiani - Ceccanti
Nel silenzio mediatico più assordante mai udito nel Mare Cinese Meridionale si sta consumando il più terribile braccio di ferro degli ultimi cinquant'anni tra super-potenze. I protagonisti sono gli U.S.A. e la Cina. Una prova di forza per il controllo di un gruppo di isole e atolli conosciuti come Isole Spratly situate tra il Vietnam e le Filippine.

lunedì 18 luglio 2016

Palazzo Pignatelli a Grottaglie

Eccolo,con il suo accattivante balcone barocco, in una bellissima foto, anni ’80, di quel bravissimo maestro dell’immagine e della luce che e’ Nino De Vincentis.
Non mi soffermo sull'evoluzione storica di questa famiglia: ci vorrebbero diverse pagine e non e' questa l'occasione per farlo.
Poiche’ nulla e’ dovuto al caso, cerco,invece, di soddisfare la vostra curiosita’ su questo cognome., grondante di storia, di imprese  e di nobilta'.
In una grande tela raffigurante un guerriero,probabilmente un antenato, all’interno dell’edificio in questione , e’ scritto in latino(procedo a ricordo di memoria):”Quanti sono i pesci nel mare,quante le stelle nel cielo, tante sono le imprese gloriose dei Pignatelli”.

venerdì 15 luglio 2016

Colori,suoni e sapori del mio paese…



Conoscere la Storia del proprio paese è come costruire le fondamenta ad una  qualsivoglia costruzione. Sapere ciò che è avvenuto nel passato significa valorizzare il presente, dargli un lustro diverso,progettare il futuro, significa far parlare luoghi e cose; significa, ancora, scoprire che la storia che si studia sui libri non è qualcosa di lontano e amorfo o una fredda sequela di date, di nomi e di fatti, ma che questi non fanno altro che fermare momenti vitali vissuti da gente come noi che ha avuto i nostri stessi problemi, ha affrontato le nostre stesse difficoltà, ha vissuto la nostra stessa quotidianità, naturalmente con contenuti diversi.

mercoledì 13 luglio 2016

Non fermate il tempo (Per i morti di Puglia)















di Pierfranco BRUNI

È triste raccontare di vite spezzate
attorcigliate nelle lamiere di fumo
in un giorno di luglio
tra i fuochi di Puglia
e l’alba diventata luna
nel precipitare dell’orrore.

domenica 10 luglio 2016

"De senectute iuventuteque"…ovvero lo stolto conflitto tra gioventù e vecchiaia…



Se posso esprimere la mia modestissima opinione!
Premetto che vengo preso dal “complesso di Polifemo” (gonfiamento di testicoli termine medico),  nel leggere alcune frasi e, per non creare equivoci,  ricordo che sono stato candidato non eletto nella coalizione del sindaco D'Alò che mi è  già simpatico "ictu oculi" e per il quale ho grande stima.

venerdì 8 luglio 2016

Una farmacia fuori del tempo…a Grottaglie



Si può  far arte e cultura anche nel regno del mitico Esculapio(latino) o Asclepio (greco σκληπιός), venerato come il dio della medicina dagli antichi Greci e Romani.?
Certamente si ed a Grottaglie c’è un chiaro esempio.
La Farmacia in questione, affascinante e suggestiva quanto raccolta ed a "uso umano", è in Via Risorgimento, ex Piazza Maddalena, in pieno centro storico di Grottaglie.

martedì 5 luglio 2016

"Dio non ha creato questo mondo"



A proposito dei tanti  uomini,donne e bambini che ogni giorno riempiono le pagine dei giornali o dei media in generale…morti per un ideale,per fame, per sete, per una religione(sic), per una truffa finita male…un mondo di pazzi e cialtroni, con sempre più ingiustizie e disparità…
Caro uomo saccente, tronfio,superbo,crudele ed arrogante...leggi cosa scrive Osho Rajneesh … c’è da imparare molto:
"Per prima cosa, sarai sorpreso di sapere che Dio non ha mai creato questo mondo. Esso è la tua creazione. Dio ha creato un mondo, ma non quello che conosci tu. Egli non ha affatto creato questo mondo in cui esistono Richard Nixon, il Vietnam, Adolf Hitler e Mussolini, il fascismo e il comunismo, Stalin e Mao,il terrorismo ed i kamikaze.

giovedì 30 giugno 2016

Madre Teresa Quaranta , religiosa illustre di Grottaglie:la conoscete?

Si chiamava Addolorata Quaranta e nasceva a Grottaglie il 10 marzo 1884 da Michele e Maddalena Carrieri. La sua casa natale si trova in via De Laurentis, nel pieno del centrostorico. Fin dalla fanciullezza, è presa da grande venerazione per il Santo Gesuita grottagliese . Padre Gennaro Maria Bracale S.J. conosciuto nel 1902, e padre Alfonso Liguori la sostengono e la incoraggiano nella fede. Fondamentale fu l'incontro con Don Eustachio Montemurro, futuro fondatore dell'Ordine delle Missionarie del SacrovCostato.

lunedì 27 giugno 2016

Genocidio Armenia: il Papa scomunichi il vescovo cinese

di Pierfranco Bruni


Dopo l'Armenia, a distanza da un anno dal centenario del genocidio, il Papa  scomunichi il vescovo cinese tesserato con il partito o ha bisogno del coraggio dei tradizionalisti cristiani alla Socci, alla Magdi Allam e del SLSI?

In poche battute una considerazione che dovrebbe essere sotto lo sguardo di tutti. La questione genocidio e il popolo Armeno per papa Bergoglio.
Bene ha fatto a pronunciare il termine genocidio nel centenario del massacro dei cristiani.

domenica 26 giugno 2016

La festa delle trombe a Grottaglie



Il mio primo articolo su questa festa  grottagliese  risale a tempi ormai lontani,quando si contavano sulle dita di una sola mano quanti conoscessero questa tradizione:ovvero nel 1990, sulla Rivista di Tradizioni Popolari – Bari..Spero che qualcuno ne trarra’ giovamento, leggendolo,per conoscere meglio questa  tradizione.
Innanzitutto parliamo di Storia che non fa mai male!
La Festa delle Trombe indica,innanzitutto,  il futuro adempimento delle molte profezie dell’Antico Testamento che parlano di un Messia che viene come un re della stirpe di Davide e che siederà sul trono di Israele, di regola con potere e autorità su tutte le nazioni. La Sacra Scrittura prevede molti indizi che aiutano a comprendere il significato che il suono delle trombe aveva nell’antichità.

martedì 21 giugno 2016

Respirando l’aria dell’esame di Maturita’ Classica



L'esame conclusivo della scuola superiore impegna i giovani in un'età che segna il passaggio dalla giovinezza ad un'età più matura. Un passaggio importante, pieno di implicazioni non solo sul piano scolastico, ma anche su quello più ampiamente sociale.
Il punto di partenza  è il 1923, l'anno in cui Giovanni Gentile introduce l'esame di maturità per gli allievi degli studi liceali, gli unici a permettere l'accesso a tutti i corsi di laurea.
Ed oggi di quell’esame? Non e’ rimasto quasi nulla! 

Translate

ATTENZIONE! Gli articoli che non trovate qui sono su ORAQUADRA.IT

ATTENZIONE! Gli articoli che non trovate qui sono su ORAQUADRA.IT
Questo Blog ha subito una trasformazione, in questo spazio ci si occuperà solo di Spettacolo, Cultura, Sport e Tempo libero. Ho deciso di aprirlo agli operatori culturali e sportivi che con una mail di richiesta possono diventare collaboratori autonomi e quindi inserire liberamente prose, poesie, ma anche report di manifestazioni che riguardano il nostro territorio, oppure annunci di eventi o racconti dove la nostra gente è stata protagonista. Scrivete quindi a lillidamicis@libero.it, vi aspetto!!!

LIBERTÀ DI PENSIERO

"Io so. Ma non ho le prove. Non ho nemmeno indizi.
Io so perché sono un intellettuale, uno scrittore, che cerca di seguire tutto ciò che succede, di conoscere tutto ciò che se ne scrive, di immaginare tutto ciò che non si sa o che si tace; che coordina fatti anche lontani, che mette insieme i pezzi disorganizzati e frammentari di un intero coerente quadro politico, che ristabilisce la logica là dove sembrano regnare l'arbitrarietà,
la follia e il mistero".
Pierpaolo Pasolini
scrittore
ammazzato nel novembre del 1975

Visualizzazioni ultima settimana

EINSTEIN DICEVA SPESSO

“Il mondo è quel disastro che vedete, non tanto per i guai combinati dai malfattori, ma per l’inerzia dei giusti che se ne accorgono e stanno lì a guardare”.