Che ora è ?

sabato 13 febbraio 2010

Due miei garbati commenti su GIR sono stati cancellati

Evviva!!! sono stati cancellati due garbati commenti, in cui chiedevo a GIR perché il loro portale non abbia un direttore responsabile con testata regolarmante registrata in Tribunale? Considerato che sempre questo portale (Grottaglie in rete), fa informazione e spesso viene chiamato a dare delle risposte dall'utenza (lettori), sarebbe molto corretto che ci fosse un direttore responsabile a rispondere ai lettori, è un dovere di chi fa informazione, tra l'altro normato da una legge dello Stato .
Non a caso la reazione a questa mia domanda, è stata la cancellazione dei miei due commenti, firmati. Strana reazione, quella della pronta e tempestiva cancellazione, quando poi lasciano per molto tempo gli insulti anonimi indirizzati alla mia persona e a qualche altro coraggioso che usa scrivere che il re è nudo.
Mi rammarico di non avere salvato, questi due commenti, purtroppo la fretta mi ha fatto dimenticare di farlo, li avrei pubblicati su questo blog.
Così cominciò il MINCULPOP del ventennio, o meglio conosciuta come la censura fascista.

17 commenti:

  1. Se lasciano i commenti di lilli d'amicis, poi il Cavallo e compagnuzzi si incazzano.
    Hanno famiglia e non se lo possono permettere...

    RispondiElimina
  2. Francesco Caretta13 febbraio 2010 12:35

    Se Gir non ti piace, non lo approvi, non ti sta bene, non ti va a genio perchè copi i suoi articoli, lo consulti tutti i giorni e più volte al giorno, gli rilasci interviste?

    Io vedo che cancellano solo i commenti che non centrano nulla con l'argomento, o che contengono insulti.

    Se hai tutta questa voglia di scrivere hai questo blog: scrivi qui. Cosa te ne fai di Gir visto che non ti va bene?

    RispondiElimina
  3. Ecco! questo commento parla da solo, mi preme dire che anche GIR consulta molte volte al giorno il mio blog.
    Quindi dovremmo essere pari, invece così non è, GIR è in "vantaggio", scrive attraverso anonimi e sedicenti Francesco Caretta o simili, ovviamente non solo su questo blog ma anche sul loro portale.
    Quindi pari non siamo, Gir è molto al di sotto per quel che concerne lealtà e chiarezza, infatti cancella i commenti che toccano nel vivo senza che vi siano insulti, ma hanno il difetto di essere fastidiosi e sollevare alcune problematiche serie, come quest'ultima relativa al non registrazione presso il Tribunale di Taranto della testata.
    GIR è un portale e non è un blog.

    RispondiElimina
  4. Ah dimenticavo! il vostro portale lo consulto come consulto tanti altri per necessità professionali, poi le interviste mi sono state chieste cortesemente da una persona garbata che io continuo a stimare, nonostante la cialtroneria della proprietà o di chi per essa, generalizzare non va mai bene sono abituata da sempre a fare i dovuti distinguo, in questo caso non conosco le persone ma i fatti parlano chiaro.

    ps: io vado orgogliosa quando so di persone di livello che leggono il mio blog, voi invece vi rinzelate, perché non accettate le critiche o le eventuali domande dovute a curiosità che possono essere contemplate nei comemnti. Peccato!!!

    RispondiElimina
  5. Per Renato, siamo un gruppo di amici.
    Per piacere potresti risponfere a Francesco Caretta?

    RispondiElimina
  6. Sono Mario Santoro
    Ho letto il commento di Renato. Sostiene che lo stesso è stato inserito nei commenti di grotttaglie in rete. Sicuramente sarà vero anche se non riesco a trovarlo.
    Le frasi sono piene di senso come è pieno di senso ogni suo intervento.
    Molte persone mi hanno chiesto se “Renato” che scrive sui blog fossi io.
    Sarei fiero se così fosse.
    Il mio intervento è dovuto per diverse ragioni. Tra esse la più significativa è quella di avermi sostenuto nella lotta per l’ottenimento del servizio trasporto disabili attraverso i blog.
    Nei momenti difficili, durante la lotta al servizio trasporto, speravo di vedere i suoi scritti con la speranza di un cambiamento fin dal giorno dopo ed è per questo che ora mi rivolgo a Lui.
    carissimo Renato, in una mia frase pubblicata su grottaglie in rete dissi: noi non demorderemo.
    Un saluto a te, ai tuoi amici e a tutti coloro che leggono.

    RispondiElimina
  7. Per Mario Santoro, i miei interventi per la tua guerra erano e sono un dovere.

    Avevo deciso di non intervenire con i commenti ma … dopo la tua frase “noi non demorderemo” mi inviti a banchetto. Sono con te.

    Tuttavia, non sono le “SPUGNATE” avute da parte di Grottaglie in Rete a rendermi fuori combattimento;
    non sono gli attacchi degli anonimi impavidi (come li definisce la sig:LILLI) a rendermi incapace anzi con loro mi diverto da matto … ho sempre sostenuto che tutti quegli impavidi anonimi messi insieme non formano nemmeno una mezza candela con altezza 1 cm.
    Per mettermi fuori combattimento basta un solo bambino col cuore sincero che scriva anche la frase più stupida ma con cuore a rendermi un verme.

    Visto che mi trovo mi rivolgo ai colombi messaggeri del GIR:
    non c’è bisogno di fare tutta quella farsa scrivendo prima dei commenti … “Non sono accettati commenti FUORI TEMA con l'articolo ove sono stati inseriti. Pertanto i commenti "non attinenti" con l'articolo nel quale vengono inseriti VERRANNO CANCELLATI”.

    Domanda: cosa significa fuori tema?
    Forse alludete a studenti che devono svolgere un tema e se vanno fuori traccia li mettete due?

    Il fuori tema può anche accadere nel rispetto delle regole. Siamo in regime democratico e non fascista vecchio stampo. Quindi, per voi che leggete state attenti al tema.
    Quando parlerete di un assessore mi raccomando non parlate dell’altro assessore altrimenti siete fuori tema ed ancora se fate qualche riferimento tipo “SPUGNA” non siete in tema perché loro possono pensare che l’assessore è una spugna.

    Il GIR vi vuole come tanti soldatini tutti allineati sia orizzontalmente che verticalmente.
    Ora scoppierà una polemica. Ci saranno persone a mio favore ed altre contro di me.

    E poi dicono che non devo ridere. Come si fa a non ridere?
    Mi chiedo: ho mai insultato, bestemmiato, calunniato, o quant’altro a qualcuno? A me non risulta.
    Intanto per loro “ero fuori tema”.
    Per farci ricordare di non uscire fuori tema cosa fanno?
    Lo ripropongono nuovamente nei commenti la seguente frase: “Tutti i commenti FUORI TEMA con l'articolo verranno rimossi”.
    In questo modo se non l’hai capito nella parte descrittiva in rosso posta precedentemente lo capisci dopo nella parte riservata ai commenti.
    In parole povere ci hanno (spero di no) definiti deficienti. Ed ecco che qui interviene la demagogia.
    Non so se avete notato, non uso mai il verbo capire ad una persona. Scusate se poc’anzi l’ho usata.
    Renato

    RispondiElimina
  8. a Francesco Caretta del 13/02 ore 12,35 forse gli scriverò.
    Un consiglio per Caretta: vai da qualcuno che ha la mia bandana con su scritto Renato quello che gira mascherato e conservala ... vi saranno momenti migliori, ti potrà servire per eventuale dolor di testa.
    Renato

    RispondiElimina
  9. Caro Renato, quel Francesco Caretta è un nome fittizio, il vero Francesco Caretta non scriverebbe così e non ha niente a che fare con GIR

    RispondiElimina
  10. Grazie Lilli, non per sottovalutarmi ma riconosco il modo di parlare e di scrivere del Sig. Caretta (archietto).
    Il vero Caretta non avrebbe mai usato la frase "Se hai tutta questa voglia di scrivere hai questo blog: scrivi qui. Cosa te ne fai di Gir visto che non ti va bene?"
    Grazie comunque dell'informazione.
    Renato

    RispondiElimina
  11. "Un uomo intelligente si troverebbe spesso in imbarazzo, senza la compagnia di qualche sciocco"(La Rochefoucauld).

    Quindi, meno male che ci sei tu, scioccherello di un renatino:in questo modo, leggendoti, mi diverto,mi allieto,mi delizio,mi svago,mi compiaccio.

    Sei il tipico italiota:parole al vento, aria fritta,demagogia pura,critica acostruttiva(cioe' senza costrutto,altrimenti il vocabolo e' difficile per te,renatino),spari a vuoto,,voglia di mettersi in mostra.

    Ah vanita' delle umani genti:quando avremo un mondo migliore,pieno di esseri umani, un mondo vuoto di tronfiezza e traboccante di sensibilita', in cui l'umano rispettera' l'animale e cio' che ci circonda e gli esseri scioccati dalla nostra madre Terra espieranno le loro colpe zappando con le nude mani cio' che la provvida Natura ci ha dato in maniera gratuita?

    Questa plumbea giornata invernale ti avrebbe dovuto portare consiglio:rivolgi,renatino o renatuccio, il viso al cielo, a quelle nubi nere che si rincorrono come uomini dementi e senza pace.La pioggia sul tuo viso si mescolera' al sudore dei tuoi pori se lavorerai(parola per te sconosciuta, lo so)con la zappetta o ronco e ,forse, se avrai un momento di lucidita', penserai ai tuoi erroti, ai tuoi strafalcioni, alle tue cretinate.

    Basta un attimo di coscienza e pentimento: Dio Onnipotente e Consolatore perdona tante cose per un secondo di lucita' e rimorso. Prova se puoi.

    Pensaci renatino:anche per te c'e' la salvezza dell'anima(della mente,per te, e' piu' difficile, ci vuole solo l'intervento diretto del demiurgo o Padreterno) e non e' mai troppo tardi, come diceva tanti anni addietro un maestro elementare.

    Ora ti lascio,renatino, onore a te, mi hai regalato minuti di ilarita':anche tu svolgi una funzione in questo nostro paese,importante e veritiera. In mezzo a tanti pagliacci,politici e non, non sfiguri e ti integri bene.



    Chiedo scusa alla signora Deali, di aver rubato un po' di spazio sul suo blog, ma sentivo il bisogno di trastullarmi.
    Grazie.

    RispondiElimina
  12. Questo blog è aperto a tutte le persone per bene, educate e di buona volontà.
    ACCOMODATEVI PURE, PRENDETE PURE SPAZIO, NON C'E' BISOGNO DI PERMESSO!!!

    RispondiElimina
  13. Ormai leggere Gir è sconfortante......
    un giorno navigavo sul sito del comune e dopo aver cliccato sul link in fondo a destra della homepage cosa ho scoperto..?!
    1+1=?

    RispondiElimina
  14. caro anonimo ancora non l'avevi capito che è tutta una compagnia di giro?
    Eh zumpa zumpa la la la

    RispondiElimina
  15. Ecco uomo o donna nel suo splendore di giornata.
    Rifletto come dice l’anonimo del 14/02 ore 12,05.

    Ho volto lo sguardo velocemente alla terminologia usata da vossignoria ed alle interlinee.
    Confesso, ho lasciato il computer acceso per recarmi in strada e guardare le case, la gente e i cani.
    Ho eseguito alla lettera i tuoi suggerimenti.
    Sono rimasto in coscienza e pentimento per cercare lucidità e rimersi.
    Mi sono accorto di essere lucido, di non aver rimorsi e di non essere pentito.

    Ho cercato di assurgermi ma cammino coi piedi per terra;
    ho cercato, sforzandomi, di guardare di traverso, storto e con la coda dell’occhio ma i miei occhi tendono a rimare sempre dritti;
    ho cercato di bere a garganella e l’acqua è andata storta;
    ho cercato la sera berceuse ma non mi sono addormentato;
    ho cercato invano ed invano ho trovato consistenza nella tue parole … rifletti e sarai più acculturato.

    Per sempre … il tuo Renato

    RispondiElimina
  16. Dico:
    è possibile che devi lasciarmi un sorriso sempre e perdutamente sulle mie labbra?
    OH! Screnzato me!
    OH! nostalgia dei miei malefatti!
    OH! Anonimo dalle lunghe battaglie perse (TU)!
    Mi sembra di rivedere quell'assessore rimasto solo in un blog di mia conoscenza.
    OH! Cuor mio dolente!
    R e n a t o

    RispondiElimina
  17. renatino scioccherello,

    tu sei da ricovero coatto ed urgente per due motivi:

    a)perche' mi associ a "quell'assessore rimasto solo in un blog di mia conoscenza". nON SEI ANCORA RIUSCITO A CAPIRE LA DIFFERENZA TRA LUI E ME?

    b)perche' hai scritto: "Mi sono accorto di essere lucido, di non aver rimorsi e di non essere pentito".

    Qualcuno potrebbe chiedere: ma perche' renatino gira ancora libero per le strade del paese? Risposta: perche',ormai, non viviamo piu' in uno stato di diritto e degno di questo nome.

    Vai,renatino, pittsburg ti aspetta a braccia aperte!

    RispondiElimina

blog culturale fondato dalla giornalista Lilli D'Amicis

Translate

ATTENZIONE! Gli articoli che non trovate qui sono su ORAQUADRA.INFO

ATTENZIONE! Gli articoli che non trovate qui sono su ORAQUADRA.INFO
Questo Blog ha subito una trasformazione, in questo spazio ci si occuperà solo di Spettacolo, Cultura, Sport e Tempo libero. Ho deciso di aprirlo agli operatori culturali e sportivi che con una mail di richiesta possono diventare collaboratori autonomi e quindi inserire liberamente prose, poesie, ma anche report di manifestazioni che riguardano il nostro territorio, oppure annunci di eventi o racconti dove la nostra gente è stata protagonista. Scrivete quindi a lillidamicis@libero.it, vi aspetto!!!

LIBERTÀ DI PENSIERO

"Io so. Ma non ho le prove. Non ho nemmeno indizi.
Io so perché sono un intellettuale, uno scrittore, che cerca di seguire tutto ciò che succede, di conoscere tutto ciò che se ne scrive, di immaginare tutto ciò che non si sa o che si tace; che coordina fatti anche lontani, che mette insieme i pezzi disorganizzati e frammentari di un intero coerente quadro politico, che ristabilisce la logica là dove sembrano regnare l'arbitrarietà,
la follia e il mistero".
Pierpaolo Pasolini
scrittore
ammazzato nel novembre del 1975

Visualizzazioni ultima settimana

EINSTEIN DICEVA SPESSO

“Il mondo è quel disastro che vedete, non tanto per i guai combinati dai malfattori, ma per l’inerzia dei giusti che se ne accorgono e stanno lì a guardare”.