Che ora è ?

sabato 1 febbraio 2014

Università della Terza Età, lifelong learning e sviluppo umano

Negli ultimi anni l’invecchiamento della popolazione e l’allungamento della vita umana in buone condizioni di salute hanno reso necessario la realizzazione di un sistema integrato di Lifelong Learning (Con il termine Life-long learning, si intende l'educazione durante tutto l'arco della vita, dalla vita alla morte, quell'educazione che inizia ancor prima della scuola e si prolunga fin dopo il pensionamento.), favorito dalle direttive europee, quale strumento necessario per consentire a coloro che hanno raggiunto la terza età di affrontare le nuove sfide.
La diffusione delle Università della Terza Età, divenuta una realtà anche in Italia, costituisce un'ottima occasione per la piena realizzazione dell'individuo e del suo sviluppo umano, nell'ottica di un apprendimento permanente, che pone al centro la persona in tutte le sue forme ed in ogni stagione della vita.
Cittadinanza attiva, partecipazione e democrazia sono alcuni degli obiettivi che la Federuni, (Federazione italiana tra le Università della terza età), con le sue oltre 260 università italiane presenti in tutte le regioni, sotto la presidenza del prof. don Giuseppe Dal Ferro, si propone. Essa promuove convegni di studio, seminari culturali e riflessioni di carattere storico-filosofico; favorisce la circolazione delle esperienze e delle buone pratiche; progetta un programma culturale ricco di spunti e contenuti adatti a corsisti di ogni età; contribuisce, in termini di apprendimento, al processo di arricchimento umano e sociale.
Il lavoro, dal titolo Università della Terza Età, lifelong learning e sviluppo umano e che sarà presentato in un convegno internazionale presso la Pontificia Università della Santa Croce di Roma il prossimo 24 febbraio, fornisce un esempio di come sia possibile insegnare con successo, a soggetti non più giovani ma fortemente motivati, discipline anche impegnative, come la filosofia, la comunicazione relazionale, le tecniche di memorizzazione, il public speaking e perfino l’uso delle nuove tecnologie, necessarie sia per ridurre drasticamente il gap esistente tra nuove e vecchie generazioni sia per la crescita e la piena realizzazione di persone un po’ avanti con gli anni. Si farà riferimento, in particolare, alla positiva e felice esperienza dell’Università dell’Età Libera di Grottaglie (TA), presso la quale il sottoscritto è docente nei corsi di Storia, Filosofia e Comunicazione e che ha visto formare, negli anni, centinaia di persone, consapevoli che si può continuare a crescere, si può continuare a porsi ancora mete ed obiettivi, a fiorire e maturare, in ogni tempo e ad ogni età.
Principio ispiratore delle attività compiute dalle Università della Terza Età è un antico ma più che mai significativo proverbio cinese, che recita: "Quando fai piani per un anno semina grano; se fai piani per un decennio pianta alberi; se fai piani per la vita, forma ed educa le persone".
E tutti noi vogliamo fare piani per la vita!

Nessun commento:

Posta un commento

blog culturale fondato dalla giornalista Lilli D'Amicis

Translate

ATTENZIONE! Gli articoli che non trovate qui sono su ORAQUADRA.IT

ATTENZIONE! Gli articoli che non trovate qui sono su ORAQUADRA.IT
Questo Blog ha subito una trasformazione, in questo spazio ci si occuperà solo di Spettacolo, Cultura, Sport e Tempo libero. Ho deciso di aprirlo agli operatori culturali e sportivi che con una mail di richiesta possono diventare collaboratori autonomi e quindi inserire liberamente prose, poesie, ma anche report di manifestazioni che riguardano il nostro territorio, oppure annunci di eventi o racconti dove la nostra gente è stata protagonista. Scrivete quindi a lillidamicis@libero.it, vi aspetto!!!

LIBERTÀ DI PENSIERO

"Io so. Ma non ho le prove. Non ho nemmeno indizi.
Io so perché sono un intellettuale, uno scrittore, che cerca di seguire tutto ciò che succede, di conoscere tutto ciò che se ne scrive, di immaginare tutto ciò che non si sa o che si tace; che coordina fatti anche lontani, che mette insieme i pezzi disorganizzati e frammentari di un intero coerente quadro politico, che ristabilisce la logica là dove sembrano regnare l'arbitrarietà,
la follia e il mistero".
Pierpaolo Pasolini
scrittore
ammazzato nel novembre del 1975

Visualizzazioni ultima settimana

EINSTEIN DICEVA SPESSO

“Il mondo è quel disastro che vedete, non tanto per i guai combinati dai malfattori, ma per l’inerzia dei giusti che se ne accorgono e stanno lì a guardare”.