Che ora è ?

giovedì 24 novembre 2016

Taranto dice NO alla Violenza sulle Donne

Taranto celebra la Giornata Internazionale contro la Violenza sulle Donne
Il 25 novembre le Nazioni Unite, l’Italia ed il mondo intero commemorano la Giornata Internazionale contro la Violenza sulle Donne, proponendo iniziative atte a sensibilizzare donne, ma soprattutto uomini, su questo tema.
La data ricorda il terribile assassinio delle tre sorelle Mirabal, avvenuto durante il regime domenicano di Rafael Leonidas Trujillo nel 1960. Dal 1999 l’Assemblea Generale delle Nazioni Unite ha reso istituzionale questa giornata, invitando governi, organizzazioni e media a sensibilizzare la società sulla violenza di genere.
Sono numerosi gli eventi e le iniziative, organizzati da associazioni e dai Comuni, per sensibilizzare su questo tema sociale.
A Taranto, lo scorso 15 novembre è partita la quarta edizione di “Vittoria – La settimana contro la violenza”, promossa fino al 1° dicembre (Giornata Internazionale della Lotta all’AIDS) dall’Associazione Culturale Hermes Academy Onlus e dal Comitato Territoriale Arcigay Taranto.


La rassegna nacque nel 2013, da un’idea della Rete Vittoria, composta, con il Patrocinio dell’Ufficio dell’allora Consigliera di Parità della Provincia di Taranto Barbara Gambillara, da associazioni della provincia ionica, al fine di prevenire e contrastare fenomeni di violenza di genere, e di cui l’Hermes Academy Onlus è tra le associazioni fondatrici.
Diverse donne e persone transessuali si sono liberate, ritrovate, riconosciute, hanno ripreso ad amarsi e ad amare. E continuano a raccontare, non fino al 25 novembre (Giornata Internazionale Contro la Violenza sulle Donne), bensì ogni giorno dell’anno, storie di donne e uomini che sono venuti fuori da situazione di violenza fisica e psicologica, donandosi la possibilità di una nuova vita; persone, anche transessuali, che, liberate, hanno smesso di indossare i panni delle vittime e sono tornate a essere protagoniste della loro vita. Uomini, donne, bambini hanno scelto di dire no alla violenza sulle donne, sono tutti “Vittoria” e lottano quotidianamente per affermare i propri diritti, mai a scapito degli altri. Le tante, e speriamo sempre più, Vittoria hanno detto: No alla V di violenza, No alla I di infibulazione, No alla T di tortura, No alla T di terrore, No alla O di omo-transfobia, No alla R di razzismo, No alla I di inganno, No alla A di assassinio.

(S)cambio di prospettive per i più piccoli
Giovedì 24 novembre, a partire dalle ore 18.00, per il ciclo “FaVoliamo” progetto di lettura, scrittura e narrazione teatrale per bambini, presso il Laboratorio Urbano “Torrente del Vento”, in Via Mastropaolo #123 a Grottaglie (TA), l’attore e poeta Luigi Pignatelli faciliterà il workshop di scrittura creativa e narrazione teatrale per grandi e piccini “Lui e lei: (s)cambio prospettiva”. I partecipanti verranno invitati a creare una storia (scegliendo tra le seguenti tipologie testuali: poesia, pagina di diario, articolo di giornale o fumetto), in cui narrano la giornata tipo vissuta da una persona del sesso opposto al proprio.
Alle ore 19.00 torna il percorso di scrittura e drammatizzazione “Sulla rotta di Artaud”, rivolto sia a chi intende intraprendere seriamente lo studio delle tecniche di interpretazione, sia a chi vuole semplicemente mettersi in gioco e sperimentare nuovi metodi di ricerca e di comunicazione. Nell’appuntamento odierno, gli allievi dell’acting coach Luigi Pignatelli e chiunque altro vorrà partecipare coadiuveranno i più piccoli nella drammatizzazione del testo redatto da questi ultimi nell’ora precedente.
La partecipazione all’incontro è libera e gratuita. È, però, consigliato prenotare al +39 388 874 6670.

Proiezione di “Giulia ha picchiato Filippo”
Giovedì 24 novembre, nella sala conferenze del Laboratorio Urbano “Torrente del Vento”, in Via Mastropaolo #123 a Grottaglie (TA), alle ore 20.00, in occasione della Giornata Internazionale contro la Violenza sulle Donne (che si celebra il 25 novembre), verrà proiettato il cortometraggio “Giulia ha picchiato Filippo” di Francesca Archibugi, che raccoglie testimonianze reali di donne violate, seguite da una breve fiction interpretata da due noti attori: Jasmine Trinca e Riccardo Scamarcio. Alla proiezione seguirà un dibattito, in cui interverranno, tra gli altri, Luigi Pignatelli, presidente dell’Associazione Culturale Hermes Academy Onlus e del Comitato Territoriale Arcigay Taranto, Alessandro Andrisani, presidente dell’Associazione Isola dei Sogni e responsabile del Laboratorio Urbano, gli operatori del Centro di Ascolto LGBTIQ, patrocinato moralmente da Comune di Taranto, Comune di Grottaglie e dall’Ufficio Provinciale della Consigliera di Parità.
La partecipazione è libera e gratuita.
Nella prima parte del cortometraggio sfilano sul video visi di donne maltrattate, che si sono rivolte ai centri antiviolenza; raccontano con coraggio, emozione, paura le loro storie, tutte diverse e tutte straordinariamente e violentemente uguali: mariti, fidanzati, compagni, passati o presenti, le hanno maltrattate per anni, vigliaccamente, di nascosto, dentro le case, spesso davanti ai figli. Oggi sono al sicuro nei centri accoglienza dell’associazione Differenza Donna e, con grande coraggio, raccontano davanti alla telecamera le loro storie di dolore e di speranza, spesso coi loro bambini accanto. È proprio partendo dai bambini che Francesca Archibugi ha deciso di inserire a corollario una breve fiction interpretata da due noti attori: Jasmine Trinca e Riccardo Scamarcio. In una scuola materna Giulia, alunna dolce e tranquilla, subisce le angherie di un compagno di classe, Filippo, sotto gli occhi delle maestre che la invitano a sopportare la sua vivacità. Ma un giorno Giulia si ribella. Ed è lei, per una prima e unica volta, a picchiare Filippo. Il ribaltamento dei ruoli provoca stupore e confusione tra le maestre e i genitori dei bambini, chiamati ad intervenire per riprendere la piccola che non ha rispettato il proprio ruolo, ciò che tutti si aspettano da lei: sopportazione e sottomissione. Ma Giulia questa volta ha detto no. L’unico che le sta a fianco è il padre, ma alla fine anche lui cede alle pressioni delle maestre e della mamma di Filippo, che tutti conoscono come bambino difficile e aggressivo. Alla fine Giulia è costretta a chiedere scusa. Un film da far vedere a ragazzi e ragazze nelle scuole, ma anche e soprattutto a docenti e genitori. L’iniziativa è nata dalla Onlus Differenza Donna ed è stata prodotta da Bernadette Carranza e Carolina Popolani, con il sostegno del Dipartimento Pari Opportunità della Presidenza del Consiglio dei Ministri.

62esimo Villaggio delle Differenze: sensibilizzazione, workshop e flash mob in Piazza Maria Immacolata
In occasione della Giornata Internazionale contro la Violenza sulle Donne, il Comitato Territoriale Arcigay organizza, in Piazza Giordano Bruno (più nota come Piazza Maria Immacolata), la 62esima tappa de Il Villaggio delle Differenze che, per celebrare la ricorrenza, raddoppia.
Venerdì 25 e sabato 26 novembre, in seno alle attività del Centro di Ascolto LGBTQI di Taranto e Provincia, nell’ambito delle settime edizioni dell’Hermes On Streets Autumn’s Festival e di (At)tratti d’Arte e della campagna socio-sanitaria di azione e prevenzione a malattie a trasmissione sessuale e fenomeni di omo-bi-transfobia, xenofobia, violenza di genere e cyber bullismo (patrocinate moralmente da Comune di Taranto, Comune di Grottaglie, Ufficio Provinciale della Consigliera di Parità), l’isola pedonale torna a tingersi d’arcobaleno.
Dalle ore 10.30 alle ore 12.30 e dalle ore 17.30 alle ore 21.30, Via Di Palma diviene scenario di diversi momenti di aggregazione intergenerazionale a cura dell’attore e poeta Luigi Pignatelli, del Gruppo Giovani di Arcigay Taranto (guidato da Sharon Cusimano e Alberto Parisi), del Gruppo Over (guidato da Emanuele Pignatelli) e degli artisti della Hermes Academy, che faciliteranno attività creative e formative, al fine di raccontare ad ascoltare il sé e l’altro da sé e condividere occasioni di confronto sulla cultura di genere, in una maniera sana e con amici di ogni età.
In occasione della Giornata Internazionale contro la Violenza sulle Donne, questo week end verranno riproposti la Human Library e l’esperimento World’s Biggest Eye Contact.
Per venerdì 25, alle ore 19.30, è previsto in Piazza Maria Immacolata un flash mob in ricordo delle vittime del femminicidio. Tutte e tutti sono invitati a partecipare, possibilmente recando con sé qualcosa di rosso.


Per visionare il calendario completo delle iniziative promosse dall’Associazione Hermes Academy Onlus e dal Comitato Territoriale Arcigay Taranto, consultare il sito www.hermesacademy.blogspot.it o contattare il +39 388 874 6670.

Nessun commento:

Posta un commento

blog culturale fondato dalla giornalista Lilli D'Amicis

Translate

ATTENZIONE! Gli articoli che non trovate qui sono su ORAQUADRA.IT

ATTENZIONE! Gli articoli che non trovate qui sono su ORAQUADRA.IT
Questo Blog ha subito una trasformazione, in questo spazio ci si occuperà solo di Spettacolo, Cultura, Sport e Tempo libero. Ho deciso di aprirlo agli operatori culturali e sportivi che con una mail di richiesta possono diventare collaboratori autonomi e quindi inserire liberamente prose, poesie, ma anche report di manifestazioni che riguardano il nostro territorio, oppure annunci di eventi o racconti dove la nostra gente è stata protagonista. Scrivete quindi a lillidamicis@libero.it, vi aspetto!!!

LIBERTÀ DI PENSIERO

"Io so. Ma non ho le prove. Non ho nemmeno indizi.
Io so perché sono un intellettuale, uno scrittore, che cerca di seguire tutto ciò che succede, di conoscere tutto ciò che se ne scrive, di immaginare tutto ciò che non si sa o che si tace; che coordina fatti anche lontani, che mette insieme i pezzi disorganizzati e frammentari di un intero coerente quadro politico, che ristabilisce la logica là dove sembrano regnare l'arbitrarietà,
la follia e il mistero".
Pierpaolo Pasolini
scrittore
ammazzato nel novembre del 1975

Visualizzazioni ultima settimana

EINSTEIN DICEVA SPESSO

“Il mondo è quel disastro che vedete, non tanto per i guai combinati dai malfattori, ma per l’inerzia dei giusti che se ne accorgono e stanno lì a guardare”.