Che ora è ?

giovedì 8 dicembre 2016

Taranto celebra la Giornata Internazionale dei Diritti Umani

Sull’isola pedonale il 65esimo Villaggio delle Differenze a difesa dei diritti di tutti e tutte
La Giornata mondiale dei diritti umani è una celebrazione sovranazionale che si tiene in tutto il mondo il 10 dicembre. La data è stata scelta per ricordare la proclamazione da parte dell’Assemblea generale delle Nazioni Unite della Dichiarazione Universale dei Diritti Umani, il 10 dicembre 1948.
L’istituzione formale della Giornata è avvenuta durante il 317º meeting globale dell’Assemblea Generale delle Nazioni Unite il 4 dicembre 1950, quando è stata promulgata la risoluzione 423(V), che invitava tutti gli stati membri e tutte le organizzazioni coinvolte ed interessate a celebrare la giornata nella maniera a loro più consona.
La Giornata è uno degli eventi di punta nel calendario del quartier generale delle Nazioni Unite a New York ed è onorata con conferenze di alto profilo politico ed eventi culturali come mostre o concerti riguardanti l’argomento dei diritti umani. Inoltre, in questa giornata vengono tradizionalmente attribuiti i due più importanti riconoscimenti in materia, ovvero il quinquennale premio delle Nazioni Unite per i diritti umani, assegnato a New York, ed il premio Nobel per la pace ad Oslo; oltre a questi premi, molte altre organizzazioni internazionali, non governative, civili ed umanitarie su tutto il pianeta scelgono questa giornata per eventi significativi.


Nel 2006 il tema della giornata fu la lotta alla povertà. Per l’occasione furono pubblicate diverse dichiarazioni ufficiali, fra cui una elaborata da 37 delle nazioni che fanno parte del Consiglio per i diritti umani delle Nazioni Unite: «Al giorno d’oggi, la povertà si pone come la più grande sfida ai diritti umani al mondo. Combattere la povertà, la privazione e l’esclusione non è una questione di carità, né dipende da quanto uno stato è ricco. Affrontando la povertà come una questione obbligata dai diritti umani, il mondo avrà una miglior chance di eliminare questo flagello entro questa generazione [...]. L’eradicazione della povertà è un risultato raggiungibile.» (Louise Arbour, Alto commissariato delle Nazioni Unite per i diritti umani)
Per la celebrazione del 60º anniversario della Dichiarazione universale dei diritti umani, il 10 dicembre 2008, il segretario generale delle Nazioni Unite ha lanciato una campagna della durata di un anno che commemora il record mondiale raggiunto dalla Dichiarazione come testo più tradotto al mondo (più di 360 traduzioni esistenti); durante questo anno le organizzazioni in tutto il mondo hanno realizzato varie attività e manifestazioni per educare le popolazioni alla conoscenza dei loro diritti.

Nuova tappa de Villaggio delle Differenze in Piazza Maria Immacolata, con un albero di carta addobbato con gli articoli della Dichiarazione Universale dei Diritti Umani e un gioco legato alla Costituzione Italiana
In occasione della Giornata Internazionale dei Diritti Umani, il Comitato Territoriale Arcigay e l’Associazione Hermes Academy Onlus organizzano la 65esima tappa de Il Villaggio delle Differenze.
Sabato 10 dicembre, in seno alle attività del Centro di Ascolto LGBTQI di Taranto e Provincia, nell’ambito della terza edizione di “Xmas in (Diver)City” e della campagna socio-sanitaria di azione e prevenzione a malattie a trasmissione sessuale e fenomeni di omo-bi-transfobia, xenofobia, violenza di genere e cyber bullismo (patrocinate moralmente da Comune di Taranto, Comune di Grottaglie, Ufficio Provinciale della Consigliera di Parità), l’isola pedonale torna a tingersi d’arcobaleno.


Dalle ore 11.00 alle ore 14.00 e dalle ore 17.30 alle ore 22.30, Piazza Giordano Bruno (più nota come Piazza Maria Immacolata) diviene scenario di diversi momenti di aggregazione intergenerazionale a cura dell’attore e poeta Luigi Pignatelli, del Gruppo Giovani di Arcigay Taranto (guidato da Sharon Cusimano e Alberto Parisi), del Gruppo Over (guidato da Emanuele Pignatelli) e degli artisti della Hermes Academy, i quali faciliteranno attività creative e formative (alcune delle quali legate all’atmosfera e alla tradizione natalizie), al fine di sensibilizzare alla conoscenza dei 30 articoli della Dichiarazione Universale dei Diritti Umani e i 139 della Costituzione Italiana; di raccontare ad ascoltare il sé e l’altro da sé; di condividere occasioni di confronto sulle tematiche di genere, sulle MTS (malattie a trasmissione sessuale) e sullo stigma HIV+, con amici di ogni età. Tra le attività in programma, la creazione di un albero addobbato con gli articoli della Dichiarazione Universale, una nuova tappa della Human Library incentrata sul tema della Costituzione, un nuovo Eye Contact Experiment.
La partecipazione a tutte le attività è libera e gratuita.



Per visionare il calendario completo delle iniziative promosse dall’Associazione Hermes Academy Onlus e dal Comitato Territoriale Arcigay Taranto, consultare il sito www.hermesacademy.blogspot.it o contattare il +39 388 874 6670.

Nessun commento:

Posta un commento

blog culturale fondato dalla giornalista Lilli D'Amicis

Translate

ATTENZIONE! Gli articoli che non trovate qui sono su ORAQUADRA.IT

ATTENZIONE! Gli articoli che non trovate qui sono su ORAQUADRA.IT
Questo Blog ha subito una trasformazione, in questo spazio ci si occuperà solo di Spettacolo, Cultura, Sport e Tempo libero. Ho deciso di aprirlo agli operatori culturali e sportivi che con una mail di richiesta possono diventare collaboratori autonomi e quindi inserire liberamente prose, poesie, ma anche report di manifestazioni che riguardano il nostro territorio, oppure annunci di eventi o racconti dove la nostra gente è stata protagonista. Scrivete quindi a lillidamicis@libero.it, vi aspetto!!!

LIBERTÀ DI PENSIERO

"Io so. Ma non ho le prove. Non ho nemmeno indizi.
Io so perché sono un intellettuale, uno scrittore, che cerca di seguire tutto ciò che succede, di conoscere tutto ciò che se ne scrive, di immaginare tutto ciò che non si sa o che si tace; che coordina fatti anche lontani, che mette insieme i pezzi disorganizzati e frammentari di un intero coerente quadro politico, che ristabilisce la logica là dove sembrano regnare l'arbitrarietà,
la follia e il mistero".
Pierpaolo Pasolini
scrittore
ammazzato nel novembre del 1975

Visualizzazioni ultima settimana

EINSTEIN DICEVA SPESSO

“Il mondo è quel disastro che vedete, non tanto per i guai combinati dai malfattori, ma per l’inerzia dei giusti che se ne accorgono e stanno lì a guardare”.