Che ora è ?

sabato 10 dicembre 2016

Test HIV tra i migranti

Continua la terza edizione di “Xmas in (Diver)City”
In seno alle attività promosse dal Centro di Ascolto LGBTIQ di Taranto e Provincia, patrocinato moralmente da Comune di Taranto, Comune di Grottaglie ed Ufficio Provinciale della Consigliera di Parità, continua la terza edizione di “Xmas in (Diver)City”, kermesse di arti sceniche, visive e letterarie promossa, dal 5 dicembre 2016 al 6 gennaio 2017,
dall’Associazione Culturale Hermes Academy Onlus e dal Comitato Territoriale Arcigay Taranto, con il supporto delle realtà coinvolte nel Progetto IsolArcobaleno, al fine di riscoprire, valorizzare e conservare la memoria storica locale, educare le nuove generazioni (e non solo) alla bellezza, alla diversità, allo sviluppo sostenibile e di sensibilizzare giovani e meno giovani alla prevenzione e al contrasto a malattie sessualmente trasmissibili, fenomeni di omo-bi-transfobia, xenofobia, violenza di genere, bullismo, attraverso mostre di arte visiva, reading, performance di teatro-danza, flash mob, proiezioni, lectio magistralis, presentazioni di libri, convegni, escursioni, happening e concerti che allietano la Città dei Due Mari durante il mese, per antonomasia, dedicato agli affetti più cari.

Il Comitato Territoriale Arcigay Taranto e l’Associazione Salam promuovono tra i migranti il test HIV e avviano la campagna di sensibilizzazione contro tutte le MTS
A seguito della pubblicazione del bollettino dei dati nazionali sulle nuove infezioni HIV e forte della formazione ProTEST, condivisa sabato 3 e domenica 4 dicembre a Bari, il Comitato Territoriale Arcigay Taranto ha deciso di intensificare la campagna di sensibilizzazione contro tutte le MTS e di promuovere nell’intera provincia ionica il test rapido HIV per MSM (acronimo che indica gli uomini che fanno sesso con uomini e, più in generale, le persone trans e i loro partner) e, su precisa richiesta dell’Associazione Salam, per i migranti.
Gli attivisti, coordinati dal presidente Luigi Pignatelli, da ormai tre anni sono presenti tutti i weekend nella centralissima Piazza Maria Immacolata, saltuariamente nelle piazze dei comuni della provincia e in scuole di ogni ordine e grado. Tra qualche settimana inizieranno a promuovre il test rapido HIV gratuito tra i migranti nei CPA e negli Sprar e presso la propria sede in Via Pupino #90 agli MSM. Si tratta di un test di quarta generazione, non autodiagnostico, che può essere effettuato solo in presenza di un medico. “Da qualche giorno – aggiunge Pignatelli – è possibile acquistare in farmacia un nuovo test rapido HIV autodiagnostico, ad un costo relativamente accessibile e senza alcun tipo di prescrizione. Invitiamo tutti e tutte a non effettuare il test in solitudine, a farsi affiancare da psicologi e operatori del settore sanitario o attivisti preparati. In un contesto di pregiudizio e profonda ignoranza, una probabile diagnosi positiva inaspettata potrebbe generare conseguenze ingestibili da chi non conosce la materia. Per qualsiasi informazione o richiesta di supporto, non esitate a contattare il Comitato Territoriale Arcigay Taranto al +39 388 874 6670.”


Nel 2015 si è osservata una lieve diminuzione sia del numero delle nuove diagnosi di infezione da HIV che dell’incidenza (casi/popolazione) di HIV; l’Italia si colloca al 13° posto in termini di incidenza HIV tra le nazioni europee. La diminuzione del numero delle nuove diagnosi di infezione da HIV nel nostro Paese è stata osservata per tutte le modalità di trasmissione tranne che per i maschi che fanno sesso con maschi (MSM). Nel 2015 la maggior parte delle nuove diagnosi HIV è avvenuta in MSM e in maschi eterosessuali. La quota delle persone con una nuova diagnosi di infezione da HIV in fase clinica avanzata (bassi CD4 o presenza di sintomi) è sostanzialmente invariata rispetto agli anni precedenti. Anche il numero delle nuove diagnosi di Aids è in lieve decremento. Il numero di decessi in persone con Aids è stabile dal 2010 mentre aumenta progressivamente la proporzione delle persone con nuova diagnosi di Aids che scopre di essere HIV positiva nei pochi mesi precedenti la diagnosi di Aids. Questi gli ultimi dati dell’Istituto superiore di sanità sulle nuove diagnosi di infezione da HIV e dei casi di Aids in Italia al 31 dicembre 2015.
Grazie alla collaborazione di Arcigay, la redazione del bollettino HIV 2015 contiene un approfondimento sugli MSM nelle città di Milano, Roma, Bologna e Bari. “Bari – precisa Michele Breeglieri, Responsabile Salute/Health Coordinator ARCIGAY – è l’unica realtà con una tendenza veramente particolare in aumento, dovuta probabilmente al turismo gay: è l’unico territorio italiano in cui la percentuale di nuove diagnosi tra i giovani è del 20% sul totale degli MSM, percentuale molto alta rispetto alle altre zone.”
Dal 2015 Arcigay lavora per offrire direttamente, tramite i propri comitati locali, il test rapido HIV nel maggior numero di città possibili, in una modalità community-based, ovvero gestita dai volontari dell’associazione, sanitari e non sanitari, direttamente nelle sue sedi o nei luoghi di incontro gay (saune, discoteche, cruising, ecc.). Tra novembre 2015 e gennaio 2016 Arcigay ha fatto 1020 test rapidi nelle 10 città coinvolte nel programma, e prevede di farne almeno altri 4000 entro la fine del 2017. Fare il test HIV, oggi, conviene sempre, perché più tardi si scopre di avere l’HIV peggio è per il sistema immunitario, mentre una diagnosi tempestiva consente di gestire l’infezione in modo efficace e duraturo nel tempo con la terapia, ridurre gli effetti negativi sulla salute a lungo termine, oltre che ridurre praticamente a zero la propria infettività verso gli altri.
Obiettivo del programma di offerta è in primo luogo l’emersione del sommerso di infezioni HIV non diagnosticate e, solo in secondo luogo, è attività di promozione del test in generale: per questo, considerata la maggiore vulnerabilità degli uomini gay e bisessuali e degli uomini che fanno sesso con uomini in generale, delle persone trans e dei loro partner rispetto al resto della popolazione, il programma gratuito è dedicato in particolare a questa parte della comunità LGBTI.
Arcigay sta, inoltre, lavorando affinché quest’offerta diventi strutturalmente complementare, con convenzioni e accordi con le ASL, a quella standard dei servizi sanitari locali nelle città in cui il programma è implementato, e l’approccio community-based venga incluso stabilmente nelle previsioni normative e di politica sanitaria da parte del Ministero della salute.

Sportello LGBTIQ presso il Centro Interculturale Nelson Mandela
Lunedì 12 dicembre, presso il Centro Interculturale Nelson Mandela, in Via Anfiteatro #219 a Taranto, alle ore 10.00 proseguono le attività dello Sportello Arcobaleno, spazio di ascolto per migranti LGBT coordinato dal Comitato Territoriale Arcigay Taranto, con il supporto dell’Associazione Salam, Hermes Academy e Cooperativa Al Fallah, da diversi anni in rete per l’integrazione e la diffusione della cultura delle differenze.
Molti migranti fuggono da paesi in cui l’omosessualità è un reato o reprimono la propria sessualità in virtù di retaggi religiosi. Psicologi, sessuologi, legali e mediatori – in continuità con l’attività promossa da Hermes Academy Onlus ed Arcigay Taranto nel Centro di Ascolto LGBT presso la Biblioteca Comunale Pietro Acclavio dal 27 giugno 2014 al 29 settembre 2015 – presidiano il centro tutti i lunedì mattina dalle ore 10.00 alle ore 12.00.
È possibile usufruire del servizio anche in diversa sede o diverso orario, prenotando una consulenza al +39 388 874 6670 o al +39 099 459 1294.

Continua il Social Bridge Project
In seno al Social Bridge Project, partito nella primavera del 2014, il Centro Interculturale Nelson Mandela promuove il laboratorio gratuito di scrittura creativa coordinato dall’attore e scrittore Luigi Pignatelli.
Il nuovo appuntamento, per migranti e chiunque abbia voglia di mettersi in gioco, conoscere il sé attraverso l’altro da sé – senza distinzione di età, provenienza geografica e sociale, religione, orientamento sessuale, etc – è per le ore 10.30 di lunedì 5 dicembre presso la sede in Via Anfiteatro #219 a Taranto.
È prevista una pubblicazione degli elaborati prodotti durante il percorso. Per info e iscrizioni, contattare il +39 388 874 6670 o il +39 099 459 1294.

Saludos Amigos al Cineforum per i più piccoli
Quattro settimane dopo l’ultimo appuntamento (risalente al 14 novembre scorso), ritorna il ciclo di proiezioni dedicato ai classici Disney, promosso dall’Associazione Culturale Hermes Academy Onlus e Arcigay Taranto. Dopo Biancaneve e i sette nani, Pinocchio, Fantasia, Dumbo – Lelefante volante e Bambi, nell’ambito della terza edizione di “Xmas in (Diver)City”, alle ore 21.00 di lunedì 12 dicembre, presso la Biblioteca Popolare in Via Pupino #90 a Taranto, per il nuovo appuntamento del Cineforum sulla diversità dedicato ai più giovani, verrà proposto “Saludos Amigos”, mediometraggio d’animazione del 1942 diretto da registi vari e ambientato in America Latina, sesto Classico Disney, il primo di sei film collettivi prodotti dallo studio Disney negli anni Quaranta.
La partecipazione alla proiezione del film è libera e gratuita. È però necessario prenotare al +39 388 874 6670.

Per visionare il calendario completo delle iniziative promosse dall’Associazione Hermes Academy Onlus e dal Comitato Territoriale Arcigay Taranto, consultare il sito www.hermesacademy.blogspot.it o contattare il +39 388 874 6670.
Le iniziative promosse non godono di fondi pubblici, né di contributi di privati, ma fondano le proprie radici su puro spirito filantropico e opera di volontariato dei suoi aderenti.
Sulla pagina facebook del presidente Luigi Pignatelli leggiamo un emblematico stato, pubblicato nella mattinata di sabato 10 dicembre, durante le attività promosse in Piazza Maria Immacolata in occasione della Giornata Internazionale dei Diritti Umani.
Mamma, cos’è?ù
- Quello di cui ti parliamo sempre io e papà: siamo tutti diversi ed è questo ciò che ci rende speciali e capaci di amare.

Un’altra mamma, stringendo più forte la mano del figlioletto, mi sorride e dichiara a gran voce “Sempre! Sempre! Sempre!” Amici e amiche si fermano a chiacchierare. Anime sconosciute chiedono informazioni sulla prevenzione alle MTS e sulla #GiornataInternazionaleDeiDirittiUmani. Colleghi e colleghe, continuate pure a organizzare manifestazioni all’interno di sedi elitarie, finanziandovi con soldi pubblici ed escludendomi perché “troppo legato ai temi lgbt”. Fate pure! Io continuerò a trovare la gioia pura nelle piazze e nei salotti informali, i cui cerimonieri sono “onorati di ospitare uno tra i più talentuosi attori di terra ionica.”

Nessun commento:

Posta un commento

blog culturale fondato dalla giornalista Lilli D'Amicis

Translate

ATTENZIONE! Gli articoli che non trovate qui sono su ORAQUADRA.IT

ATTENZIONE! Gli articoli che non trovate qui sono su ORAQUADRA.IT
Questo Blog ha subito una trasformazione, in questo spazio ci si occuperà solo di Spettacolo, Cultura, Sport e Tempo libero. Ho deciso di aprirlo agli operatori culturali e sportivi che con una mail di richiesta possono diventare collaboratori autonomi e quindi inserire liberamente prose, poesie, ma anche report di manifestazioni che riguardano il nostro territorio, oppure annunci di eventi o racconti dove la nostra gente è stata protagonista. Scrivete quindi a lillidamicis@libero.it, vi aspetto!!!

LIBERTÀ DI PENSIERO

"Io so. Ma non ho le prove. Non ho nemmeno indizi.
Io so perché sono un intellettuale, uno scrittore, che cerca di seguire tutto ciò che succede, di conoscere tutto ciò che se ne scrive, di immaginare tutto ciò che non si sa o che si tace; che coordina fatti anche lontani, che mette insieme i pezzi disorganizzati e frammentari di un intero coerente quadro politico, che ristabilisce la logica là dove sembrano regnare l'arbitrarietà,
la follia e il mistero".
Pierpaolo Pasolini
scrittore
ammazzato nel novembre del 1975

Visualizzazioni ultima settimana

EINSTEIN DICEVA SPESSO

“Il mondo è quel disastro che vedete, non tanto per i guai combinati dai malfattori, ma per l’inerzia dei giusti che se ne accorgono e stanno lì a guardare”.