Che ora è ?

lunedì 27 gennaio 2014

Fresco di stampa è uscito l'ultimo libro di Nicolò Carnimeo: COME E' PROFONDO IL MARE edito da "chiarelettere" , Milano.

Si tratta di tre reportage inediti che Carnimeo ha scritto ... "navigando oltre lerotte convenzionali nel "mare di plastica", nel  "mare di mercurio", nel "mare  di tritolo": una immensa discarica, fotografia e conseguenza del modo in cui abbiamo scelto di vivere: C'è però  chi non ci sta a lasciare questa  pesante eredità alle generazioni future. Un libro che è denuncia e racconto insieme".

La prefazione è del più grande scrittore contemporaneo del Mediterraneo, Predrag Matvejevic:"... Carnimeo è un osservatore attento, un profondo conoscitore della vita di mare ...  è riuscito a registrare come sta cambiando il nostro Mediterraneo e a utilizzarlo come palcoscenico per comprendere la realtà che stiamo vivendo.
E, forse, non è un caso che nei miei peripli mediterranei mi sia capitato più volte di incontrarlo. Mi ha aiutato come critico, astuto compagno di viaggio...
Leggere oggi i suoi scritti, è come viaggiare ancora con lui, confrontarsi con  la realtà che ci circonda e con noi stessi..."

Nessun commento:

Posta un commento

blog culturale fondato dalla giornalista Lilli D'Amicis

Translate

ATTENZIONE! Gli articoli che non trovate qui sono su ORAQUADRA.IT

ATTENZIONE! Gli articoli che non trovate qui sono su ORAQUADRA.IT
Questo Blog ha subito una trasformazione, in questo spazio ci si occuperà solo di Spettacolo, Cultura, Sport e Tempo libero. Ho deciso di aprirlo agli operatori culturali e sportivi che con una mail di richiesta possono diventare collaboratori autonomi e quindi inserire liberamente prose, poesie, ma anche report di manifestazioni che riguardano il nostro territorio, oppure annunci di eventi o racconti dove la nostra gente è stata protagonista. Scrivete quindi a lillidamicis@libero.it, vi aspetto!!!

LIBERTÀ DI PENSIERO

"Io so. Ma non ho le prove. Non ho nemmeno indizi.
Io so perché sono un intellettuale, uno scrittore, che cerca di seguire tutto ciò che succede, di conoscere tutto ciò che se ne scrive, di immaginare tutto ciò che non si sa o che si tace; che coordina fatti anche lontani, che mette insieme i pezzi disorganizzati e frammentari di un intero coerente quadro politico, che ristabilisce la logica là dove sembrano regnare l'arbitrarietà,
la follia e il mistero".
Pierpaolo Pasolini
scrittore
ammazzato nel novembre del 1975

Visualizzazioni ultima settimana

EINSTEIN DICEVA SPESSO

“Il mondo è quel disastro che vedete, non tanto per i guai combinati dai malfattori, ma per l’inerzia dei giusti che se ne accorgono e stanno lì a guardare”.