Che ora è ?

giovedì 8 novembre 2012

Milano. Del Monaco e Brandisio, “degustazione d’arte” tra ceramica e vino

INVITO
Volubilis presenta una speciale degustazione enologica del celebre Primitivo pugliese, 11 Novembre ore 18,00 Via Volta 18 a Milano Milano, Novembre 2012 – Fin dal giorno della sua inaugurazione lo showroom Ceramiche del Monaco by Volubilis (www.ceramichedelmonaco.it) si è proposto al pubblico come un posto in cui l’arte potesse prendere vita in tutte le sue forme.
Non solo maioliche artistiche e un’esposizione da ammirare in silenzio ma uno spazio dove incontrare e confrontarsi con la tipicità e l’artigianalità dei talenti del nostro paese. E’ così che Domenica 11 Novembre l’ospite e protagonista per una sera dello Showroom di via Volta diventerà Brandisio, il “Primitivo dell’Ammiraglio”, www.brandisioilprimitivo.it. Durante la serata sarà possibile degustare un calice di questo speciale primitivo e apprendere dalla voce di Oreste Tombolini, suo creatore, la storia particolare di un vino in sinestesia con la musica dalla botte al calice.
Il vino Brandisio nasce da coltivazioni del tarantino, zona celebre per il Primitivo di Manduria. Le uve originarie vengono trasformate seguendo uno speciale disciplinare mutuato dallo studio di due scienziati giapponesi: Teruo Higa e Masanobu Fukuoka che impone, a regime, l’eliminazione totale di ogni prodotto chimico in vigna anche di quelli consentiti dall’agricoltura biologica. Durante l’invecchiamento in barricaia, alcuni dei vini sono sottoposti a una vera e propria musicoterapia che agisce attraverso le frequenze generate da musiche particolari in grado di migliorarne le caratteristiche chimico organolettiche. “Siamo lieti di poter presentare Brandisio in un luogo legato ad un altro prodotto di altissima qualità della nostra terra come le Ceramiche Del Monaco” ha dichiarato Oreste Tombolini, creatore di Brandisio, il primitivo dell’Ammiraglio. “I nostri due marchi hanno un’affinità creativa che partendo dai colori e dalle forme meravigliose delle ceramiche giunge con una straordinaria soluzione di continuità fino agli aromi, al colore e alla fragranza del nostro vino. E’ per questo che mi piace definire la serata evento che ci aspetta come una reale Degustazione d’Arte”.

Domenica 11 Novembre ore 18,00
Via A. Volta 18, Milano
Ingresso su Invito. E’ possibile richiedere ingresso inviando una mail a info@ceramichedelmonaco.itQuesto indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.
About Volubilis Volubilis nasce dall’iniziativa di due Architetti Milanesi, Massimiliano Di Bartolomeo e Andrea Pastore, appassionati di arte e design. Il concept showroom si è evoluto nel tempo fino a diventare, con il binomio creato con Ceramiche Del Monaco un punto d’incontro per workshop e laboratori di settore. Volubilis si è rivelata, fin dai primi giorni dalla sua inaugurazione nel marzo 2012 la location perfetta per ospitare queste espressioni artistiche. Il design stesso della struttura è un misto di arte, cultura, ricercatezza, lusso ed eleganza al servizio della ceramica.
About Brandisio, il primitivo  "Brandisio, il Primitivo dell'Ammiraglio", è il nome dell’originale avventura del vitivinicultore Oreste Tombolini, che nella sua "seconda vita" ha scelto di ritornare alla terra dei suoi avi, un legame mai interrotto pur avendo, per 40 anni, girato il mondo come alto Ufficiale delle Forze Speciali della Marina militare. Il vino è un elemento sacro nella famiglia di Oreste fin dall’epoca di suo nonno da cui prende il nome il primitivo. Grazie ad Oreste la vecchia cantina di Carosino (TA) del nonno materno (Brandisio), è stata modernizzata e dotata di tecnologia per il controllo della temperatura in fase di vinificazione e di barricaia. A rendere speciale Brandisio lo speciale disciplinare che punta all’eliminazione di ogni prodotto chimico in vigna e la musicoterapia in fase di invecchiamento come da licenza di brevetto concessa dallo scienziato Clarbruno Vedruccio.
About Ceramiche Del Monaco a Grottaglie, nelle murge pugliesi, la ceramica è la protagonista di una storia che tramanda da almeno cinque generazioni, nella bottega d’arte della famiglia Del Monaco, la
cultura di un’arte preziosa. Nell’antico opificio ricavato nella roccia calcarea, nel cuore del Quartiere delle Ceramiche, la produzione attuale raccoglie e rinnova l’antica tradizione attraverso due esperienze parallele. Da un lato prosegue l'eredità de “La Ceramica Vincenzo Del Monaco”, fondata nel dopoguerra da Vincenzo Del Monaco (1910-1978) con spirito innovativo e lungimirante nel quadro della tradizione figulina salentina e nazionale, e che nell'ultimo trentennio si è affermata internazionalmente attraverso l'opera di affinamento tecnico-artistico dei figli Giuseppe, Orazio ed Elisabetta, di recente affiancati dal nipote Vincenzo, figlio di Giuseppe. Dall'altro raccoglie lo spirito di innovazione e di ricerca attraverso “Bottega Del Monaco” laboratorio di ricerca e produzione fondato nel 2009 da Vincenzo (lead artist), Annunziata e Anna Irene, Architetti, che esplorano nuove ricerche formali, artistiche e tecnologiche in linea con la tradizione familiare alla quale attingono dall’esperienza artistica del padre Orazio Del Monaco, affermato scultore.

Nessun commento:

Posta un commento

blog culturale fondato dalla giornalista Lilli D'Amicis

Translate

ATTENZIONE! Gli articoli che non trovate qui sono su ORAQUADRA.IT

ATTENZIONE! Gli articoli che non trovate qui sono su ORAQUADRA.IT
Questo Blog ha subito una trasformazione, in questo spazio ci si occuperà solo di Spettacolo, Cultura, Sport e Tempo libero. Ho deciso di aprirlo agli operatori culturali e sportivi che con una mail di richiesta possono diventare collaboratori autonomi e quindi inserire liberamente prose, poesie, ma anche report di manifestazioni che riguardano il nostro territorio, oppure annunci di eventi o racconti dove la nostra gente è stata protagonista. Scrivete quindi a lillidamicis@libero.it, vi aspetto!!!

LIBERTÀ DI PENSIERO

"Io so. Ma non ho le prove. Non ho nemmeno indizi.
Io so perché sono un intellettuale, uno scrittore, che cerca di seguire tutto ciò che succede, di conoscere tutto ciò che se ne scrive, di immaginare tutto ciò che non si sa o che si tace; che coordina fatti anche lontani, che mette insieme i pezzi disorganizzati e frammentari di un intero coerente quadro politico, che ristabilisce la logica là dove sembrano regnare l'arbitrarietà,
la follia e il mistero".
Pierpaolo Pasolini
scrittore
ammazzato nel novembre del 1975

Visualizzazioni ultima settimana

EINSTEIN DICEVA SPESSO

“Il mondo è quel disastro che vedete, non tanto per i guai combinati dai malfattori, ma per l’inerzia dei giusti che se ne accorgono e stanno lì a guardare”.