Che ora è ?

sabato 3 novembre 2012

Quale Presidenza al MAXXI di Roma - Conferenza di: Vittorio Del Piano

Atelier Arte & Comunicazione M.MecLuhan, Grottaglie/Taranto

La Dea In Trono Di Taranto - La Persefone Gaia - (IV-V sec. a.C.), scultura  cultuale magno-greca in marmo pario. Pergamonmuseum di Berlino. Particolare.
Si vede e si capisce che qualcosa non funziona nella nomina alla corsa della Melandri al MAXXI dell'Arte di Roma.
Proprio la signora parlamentare che - è stata inoperosa per le nostre opere d'arte trafugate, da dover far rientare dall'estero come la nostra Persefone Gaia * ancora in /"esilio/"nel / Pergamonmuseum/" di Berlino - vorrebbe concludere il suo sogno andare a governarel'arte contemporanea del Museo dell'arte di Roma con i soldi dello Stato.

- E il sig. Presidente Giorgio Napolitano può intervenire su questo strano episodio? Lo faccia per la tutela dell'immagine dell'arte italiana.- La Melandri (lo riconosce anche lei stessa) non sa nulla di \"Arte Contemporanea\" - come può svolgere questo delicatissimo incarico? Il Presidente della Repubblica può \"Motu proprio\" intervenire? L’ha certamente notato tramite il Presidente del Consiglio Mario Monti con il governo e Palazzo Chigi: hanno registrato la forte indignazione dei contrari alla sua nomina con sempre più proteste di tecnici e con l'opinione di vari esponenti politici di tutti i partiti da me già citati. Inoltre, ho letto sulla stampa nazionale che Mario Monti se la sarebbe presa per non essere stato - giustamente - «preventivamente avvisato» dal ministro Ornaghi. Se pur la competenza è tutta del ministro del Mibac e che dunque la nomina competeva a Lorenzo Ornaghi. Ma è pur vero, si fa osservare a Palazzo Chigi, che «il ministro non ha fatto nessuna interlocuzione preventiva» com'è norma da sempre. Ora, però, Ornaghi si assume tutta la responsabilità (secondo me con chiacchiere...) di questa decisione autonoma (Sic?'!), che fa scandalo anche all'estero e minaccia il modo di far capire l'arte ai cittadini e alle scolaresche che per la didattica dovrebbero visitare il MAXXI di ROMA. Mi chiedo: ma come si fa ad andare avanti dall'archeologia all'arte contemporanea in tal modo – sapendo che tutta l’arte italiana, è il nostro petrolio ? - Non è il caso di eliminare questo ministero che stanzia oltre sei milioni di euro per agevolare la nomina della sig.ra Melandri mentre si è in lotta con la disoccupazione dei giovani e gli scarsi mezzi operativi ai molti giovani artisti e studenti?
_______________
*) La scultura cultuale del IV - V sec. a. C. capolavoro dell'arte - della Magna Grecia - fu trafugata da Taranto intorno al 1911, e nessun ministro da che fu istituito il MIBAC si è mai concentrato per far rientrare la \"statua\" in marmo di oltre 11/Quintali, legata ai famosi antichi "Riti Eleusini".
delpiano.artepura@libero.it Taranto (Italia).

Nessun commento:

Posta un commento

blog culturale fondato dalla giornalista Lilli D'Amicis

Translate

ATTENZIONE! Gli articoli che non trovate qui sono su ORAQUADRA.IT

ATTENZIONE! Gli articoli che non trovate qui sono su ORAQUADRA.IT
Questo Blog ha subito una trasformazione, in questo spazio ci si occuperà solo di Spettacolo, Cultura, Sport e Tempo libero. Ho deciso di aprirlo agli operatori culturali e sportivi che con una mail di richiesta possono diventare collaboratori autonomi e quindi inserire liberamente prose, poesie, ma anche report di manifestazioni che riguardano il nostro territorio, oppure annunci di eventi o racconti dove la nostra gente è stata protagonista. Scrivete quindi a lillidamicis@libero.it, vi aspetto!!!

LIBERTÀ DI PENSIERO

"Io so. Ma non ho le prove. Non ho nemmeno indizi.
Io so perché sono un intellettuale, uno scrittore, che cerca di seguire tutto ciò che succede, di conoscere tutto ciò che se ne scrive, di immaginare tutto ciò che non si sa o che si tace; che coordina fatti anche lontani, che mette insieme i pezzi disorganizzati e frammentari di un intero coerente quadro politico, che ristabilisce la logica là dove sembrano regnare l'arbitrarietà,
la follia e il mistero".
Pierpaolo Pasolini
scrittore
ammazzato nel novembre del 1975

Visualizzazioni ultima settimana

EINSTEIN DICEVA SPESSO

“Il mondo è quel disastro che vedete, non tanto per i guai combinati dai malfattori, ma per l’inerzia dei giusti che se ne accorgono e stanno lì a guardare”.