Che ora è ?

lunedì 16 dicembre 2013

Auguri da Filomena Russo

NOËL    NATALE
Fra  pochi  giorni  è Natale. Natale la  festa più importante e più bella dell’anno. Natale, il giorno in cui le famiglie si riuniscono per godere insieme di quel calore umano, fatto di semplicità, che riempie i cuori di vera gioia di vivere.
Pour souhaiter    JOYEUX  NOËL   et  BONNE  ANNÉE  à tout le monde
Per augurare  un felice  Natale e Buon  Anno  a tutti
Une belle poésie
de Théophile Gautier 
NOËL       
NATALE
Le ciel est noir, La terre est blanche               
Il cielo é nero, La terra é bianca
Cloches , carillonnez  gaïment   Jésus est né
Campane, scampanellate  allegramente  Gesù é nato

 La Vierge penche sur lui son visage charmant .
La Vergine china su di lui il suo viso incantevole
Pas de courtines festonnées               
Non  copertine  smerlate
Pour  préserver  l’enfant du froid;   
Per preservare  il bimbo dal freddo
Rien que les toiles d’araignées        
Nientealtro    che le tele di ragni
Qui pendent des poutres du toit      
Che pendono dalle travi del tetto
Il tremble sur la paille fraîche            
Egli  trema sulla paglia fredda
Ce  cher petit enfant  Jésus                 
Quel caro piccolo Banbino Gesù
Et pour l’échauffer dans sa crèche     
E per scaldarlo nella culla (la greppia)
L’âne et le bœuf soufflent dessus       
L’asino e il bue soffiano sopra
La neige au chaume coud ses franges, 
La neve sul tetto cuce le sue frange,
Mais sur le toit s’ouvre le ciel                 
Ma sul tetto si apre il cielo
Et, tout en blanc, le chœur des anges    
E, tutto in bianco, il coro degli angeli
Chante aux  bergers : NOËL ! NOËL!      
Canta ai pastori :  NATALE !  NATALE !
Alcune notizie sullo scrittore francese, autore della poesia.
Théophile Gautier (1811-1872), figura importante del XIX sec., nasce a Tarbes, nel sud-ovest della Francia. Attratto dalla pittura, frequenta gli artisti prima di dedicarsi alla letteratura ,Critico d’arte e di teatro, scrive romanzi, opere  teatrali, articoli per giornali e  raggiunge la notorietà con l’opera  Mademoiselle Maupin” . Dopo i racconti   “Les jeunes- France” , si dedica al culto dell’arte pura.
 L’arte non è più un mezzo, ma un fine unico. “ L’Art pour  l’Art” per Théophile Gautier ha un valore intrinseco che non può preoccuparsi di ideologia, di morale, di correnti letterarie. L’artista non ha che un fine, la bellezza pura, nella ricerca della perfezione estetica. L’opera principale é   “ Émaux  et  Camées”.(smalti e cammei)
Con Théophile Gautier la poesia francese passa dal Romantisme al Parnasse( dal Romanticismo al Parnaso, il Parnaso la collina greca, consacrata ad Apollo e alle Muse). I Parnassiani sono contro gli eccessi della sensibilità romantica. Essi vogliono che la poesia sia impersonale . L’artista si consacra al culto dell’Arte  che è disinteressata  ed ha un solo fine la Bellezza pura ,per raggiungere  la quale l’artista non deve lasciare nulla al caso. Nel poema   “L’ART “ che chiude la raccolta
Émaux  et Camées,     Théophile  Gautier dice che  il poeta deve guardare  e curare la qualità del suo materiale proprio come lo scultore di statue o il pittore. La Bellezza nell’opera d’arte  si conquista con l’impegno ,e l’opera sarà tanto più bella ,quanto più lavoro avrà richiesto all’artista.

JOYEUX    NOËL   ET   BONNE    ANNÉE   À   TOUT  LE  MONDE

Nessun commento:

Posta un commento

blog culturale fondato dalla giornalista Lilli D'Amicis

Translate

ATTENZIONE! Gli articoli che non trovate qui sono su ORAQUADRA.IT

ATTENZIONE! Gli articoli che non trovate qui sono su ORAQUADRA.IT
Questo Blog ha subito una trasformazione, in questo spazio ci si occuperà solo di Spettacolo, Cultura, Sport e Tempo libero. Ho deciso di aprirlo agli operatori culturali e sportivi che con una mail di richiesta possono diventare collaboratori autonomi e quindi inserire liberamente prose, poesie, ma anche report di manifestazioni che riguardano il nostro territorio, oppure annunci di eventi o racconti dove la nostra gente è stata protagonista. Scrivete quindi a lillidamicis@libero.it, vi aspetto!!!

LIBERTÀ DI PENSIERO

"Io so. Ma non ho le prove. Non ho nemmeno indizi.
Io so perché sono un intellettuale, uno scrittore, che cerca di seguire tutto ciò che succede, di conoscere tutto ciò che se ne scrive, di immaginare tutto ciò che non si sa o che si tace; che coordina fatti anche lontani, che mette insieme i pezzi disorganizzati e frammentari di un intero coerente quadro politico, che ristabilisce la logica là dove sembrano regnare l'arbitrarietà,
la follia e il mistero".
Pierpaolo Pasolini
scrittore
ammazzato nel novembre del 1975

Visualizzazioni ultima settimana

EINSTEIN DICEVA SPESSO

“Il mondo è quel disastro che vedete, non tanto per i guai combinati dai malfattori, ma per l’inerzia dei giusti che se ne accorgono e stanno lì a guardare”.