Che ora è ?

domenica 19 aprile 2009

Mi era così piaciuto che volevo "rubarlo"...

ma l'autore stesso, un sedicente Renato mi ha anticipato. Grazie mi hai fatto un bel regalo evitandomi così un poco simpatico "furto"!

Mi è tanto gradito questo commento che lo voglio inserire anche su questo blog.
Una cosa bisogna precisare che anche il cartellone pubblicitario non sbaglia. Sulle prime due file nr.7 palle così dicasi per l'ultima, mentre le altre ne hanno otto. Immaginate venerdì 17 aprile per giunta un venerdì 17. Inaugurazione del comitato del PD … Che comitato! A dare il via del CONTENITORE è proprio lui LUCIANO SANTORO. Guardate: ne fanno parte un folto numero di dirigenti che saranno presenti. E non vi dico poi lo slogan “Grottaglie conta”. Certo che conta e “conta” cosa succederà se alla provincia ci ritroveremo politici che non sanno contare per noi. I suoi sostenitori divulgano che negli ultimi 5 anni è stato fatto molto per la nostra città. Vedasi il liceo scientifico mai realizzato. Solo parole e qualche spiraglio di promesse. E ci vengono a dire che negli ultimi 5 anni grazie al buon governo della giunta e del Presidente Florido abbiamo avuto dei cambiamenti.
Se per Santoro Luciano negli ultimi anni la nostra città è stata al centro di uno sviluppo e di una crescita, BHA!
La crescita nelle piccole e medie imprese non c’è stata; non c’è stato un piano organizzativo territoriale (non parlatemi dell’area vasta); è mancato il piano di attuazione del nostro ospedale che è stato ridotto al secondo livello; avevamo uno sportello della PRAGMA che adesso non c’è più; non sono state mai attuate interventi per calamità naturale nei riguardi dei nostri agricoltori (speriamo di non perdere anche lo sportello U.M.A.).
Loro però sostengono che la nostra città sia stata collocata fra le realtà più importanti non solo della Provincia di Taranto, ma dell'intera Puglia. Questo è da vedere.
Se fanno riferimento all’ALENIA allora dovranno dire che è a livello mondiale e quindi non so se questa collocazione è fra le realtà più importanti.
Da parte dei nostri politici abbiamo avuto parcheggi a pagamento che si potevano evitare; non sono stati capaci di mettere dei cartelli, da collocare all’entrata della nostra città, con la dicitura “GROTTAGLIE CITTA’ D’ARTE” (adesso lo sappiamo anche noi); non ho mai visto un sindaco che pur avendo la possibilità di emergere per le grandi strutture ed aree che noi abbiamo, (vedasi l’ospedale, l’UMA, Ufficio di collocamento, l’ufficio postale, l’U.S.L., C.I.M., Carabinieri, Polizia, Aeroporto, Alenia, discarica, Ceramica, piccole sedi di artigiani con grande qualifica professionale, scuole, asili, scuole materne, il centro di San Francesco, le gravine, centro di accoglienza, casa di riposo, ecc…), chiudersi in una politica locale.
E Luciano ci viene a dire che "Grottaglie Conta".
Perché Grottaglie conta o possa contare, bisogna anzitutto non arrivare al solito obiettivo quello di fare il consigliere provinciale. Noi abbiamo bisogno di rappresentanti che non devono fare solo politica ma devono soprattutto studiare le strategie, approfondire le questioni con carta e penna e dopo, riversarle politicamente, cercando di non avere bisogno degli altri politici per raggiungere gli obiettivi.
È vero che la nostra città è cresciuta. I nostri politici non devono dire che la nostra città è ormai cresciuta, sembra come se la si può lasciare così com’è mantenendo solo delle rappresentanze nelle istituzioni del nostro territorio a partire dalla provincia di Taranto.
Ed è per questo che dico: meditate politici meditate e fatene tesoro dei miei consigli.
Renato

7 commenti:

  1. io votero' Luciano

    RispondiElimina
  2. BRAVO ognuno ha diritto di farsi male al meglio

    RispondiElimina
  3. luciano offre sicurezza e' navigato e onesto.
    Chi dovrei votare?

    RispondiElimina
  4. Onesto e navigato! forse "navigato"... ambé...

    RispondiElimina
  5. A Renato è da riconoscere la citazione della discarica, che nell'ultimo quinquennio è cresciuta di 2.200.000 metri cubi. Chi ha consentito questo a livello comunale, con quale programma si candida per la Provincia? Data la meravigliosa esperienza acquisita tutto lascerebbe prevedere altri mostruosi ampliamenti. O no?

    RispondiElimina
  6. tu non sai a chi voti, molti altri sì e non lo voteranno!!!

    RispondiElimina
  7. sarebbe stato bello votare lucianino visto le sue belle presenze in tante iniziative giovanili....ma delle sole presenze non possiamo farcene niente se poi come uno spacciatore sostiene la discarica e tende ad ammazzare i giovani che verranno.quindi cerchiamo di fermarla sta discarica perchè se fin ora taranto e famosa x l'ilva e i suoi tumori tra un po' grottaglie la supererà per la sua puzza e le eventuali malattie.quindi luciani' cerca di non far false promesse e metti una buona parola per fermar tutto finchè si è in tempo.

    RispondiElimina

blog culturale fondato dalla giornalista Lilli D'Amicis

Translate

ATTENZIONE! Gli articoli che non trovate qui sono su ORAQUADRA.INFO

ATTENZIONE! Gli articoli che non trovate qui sono su ORAQUADRA.INFO
Questo Blog ha subito una trasformazione, in questo spazio ci si occuperà solo di Spettacolo, Cultura, Sport e Tempo libero. Ho deciso di aprirlo agli operatori culturali e sportivi che con una mail di richiesta possono diventare collaboratori autonomi e quindi inserire liberamente prose, poesie, ma anche report di manifestazioni che riguardano il nostro territorio, oppure annunci di eventi o racconti dove la nostra gente è stata protagonista. Scrivete quindi a lillidamicis@libero.it, vi aspetto!!!

LIBERTÀ DI PENSIERO

"Io so. Ma non ho le prove. Non ho nemmeno indizi.
Io so perché sono un intellettuale, uno scrittore, che cerca di seguire tutto ciò che succede, di conoscere tutto ciò che se ne scrive, di immaginare tutto ciò che non si sa o che si tace; che coordina fatti anche lontani, che mette insieme i pezzi disorganizzati e frammentari di un intero coerente quadro politico, che ristabilisce la logica là dove sembrano regnare l'arbitrarietà,
la follia e il mistero".
Pierpaolo Pasolini
scrittore
ammazzato nel novembre del 1975

Visualizzazioni ultima settimana

EINSTEIN DICEVA SPESSO

“Il mondo è quel disastro che vedete, non tanto per i guai combinati dai malfattori, ma per l’inerzia dei giusti che se ne accorgono e stanno lì a guardare”.