Che ora è ?

lunedì 15 ottobre 2012

Quando il Cimitero diventa un luogo di riposo.

 
Il fiore che oggi sorride
domani morirà
ciò che desideriamo
durevole ci tenta e va
via. Che cosa e' la gioia
del mondo? Un lampo che irride
alla notte, breve come la propria
luce.
La virtù come e' fragile
l'amicizia come e' rara
l'amore ci da' una povera
felicità in cambio di orgoglio
e pena. Ma noi, benché cadano
subito, alla loro gioia sopravviviamo
e a tutto quello che diciamo
nostro.
                             (Mutevolezza)

L'autore di questa poesia è Percy Shelley, uno dei più grandi poeti romantici  nato in Inghilterra nel Sussex e precisamente a Field Place il 4 agosto 1792 e morto per annegamento, per l'affondamento del vascello su cui viaggiava al largo della costa toscana, l'8 luglio 1822. Il suo corpo venne cremato e le sue ceneri sepolte nel cimitero acattolico di Roma. Questo cimitero noto anche come Cimitero degli Inglesi, è un luogo che bisognerebbe visitare. Per chi, girovagando per Roma volesse conoscere
meglio la storia di questa grande città e si dovesse fermare ad ammirare la Piramide Cestia, nel quartire di Testaccio, deve assolutissimanete visitare il Cimitero acattolico che è adiacente alla Piramide. Nel cimitero sono sepolti i resti mortali di tanti personaggi oltre a Shelley:

 John Keats, poeta inglese morto a Roma di tubercolosi nel 1821, Gregory Corso, un poeta statunitense della beat generation, morto a Roma nel 2001,
Belinda Lee, attrice americana scomparsa prematuramente nel 1961, August von Goethe, figlio del grande Johann Wolfgang, Antonio Labriola, filosofo, Carlo Emilio Gadda, scrittore, Luce d'Eramo, pseudonimo di Lucette Mangione, scrittrice italiana, grande amica di Ignazio Silone
 e anche Antonio Gramsci, uomo d'azione e teorico del pensiero marxista in Italia, morto per emorragia cerebrale nel 1937 a soli 46 anni. L'elenco sarebbe ancora lunghissimo e la semplice lettura sicuramente diverrebbe  noiosa, mentre la visita non mancherà di stupirvi ed appassionarvi per i vari manufatti posti sulle tombe dei vari personaggi sepolti. La visita è sempre guidata e a cura delle rappresentaze straniere in Italia.
Il video successivo riguarda il Cimitero degli Inglesi di Roma.

Nessun commento:

Posta un commento

blog culturale fondato dalla giornalista Lilli D'Amicis

Translate

ATTENZIONE! Gli articoli che non trovate qui sono su ORAQUADRA.IT

ATTENZIONE! Gli articoli che non trovate qui sono su ORAQUADRA.IT
Questo Blog ha subito una trasformazione, in questo spazio ci si occuperà solo di Spettacolo, Cultura, Sport e Tempo libero. Ho deciso di aprirlo agli operatori culturali e sportivi che con una mail di richiesta possono diventare collaboratori autonomi e quindi inserire liberamente prose, poesie, ma anche report di manifestazioni che riguardano il nostro territorio, oppure annunci di eventi o racconti dove la nostra gente è stata protagonista. Scrivete quindi a lillidamicis@libero.it, vi aspetto!!!

LIBERTÀ DI PENSIERO

"Io so. Ma non ho le prove. Non ho nemmeno indizi.
Io so perché sono un intellettuale, uno scrittore, che cerca di seguire tutto ciò che succede, di conoscere tutto ciò che se ne scrive, di immaginare tutto ciò che non si sa o che si tace; che coordina fatti anche lontani, che mette insieme i pezzi disorganizzati e frammentari di un intero coerente quadro politico, che ristabilisce la logica là dove sembrano regnare l'arbitrarietà,
la follia e il mistero".
Pierpaolo Pasolini
scrittore
ammazzato nel novembre del 1975

Visualizzazioni ultima settimana

EINSTEIN DICEVA SPESSO

“Il mondo è quel disastro che vedete, non tanto per i guai combinati dai malfattori, ma per l’inerzia dei giusti che se ne accorgono e stanno lì a guardare”.