Che ora è ?

martedì 12 ottobre 2010

Grottaglie, premiato l'on Alfredo Mantovano con il Premio “Koiné – Mediterraneo - Giuseppe Battista”


Motivazione
Con stile e cura dei particolari, per un pubblico attento in un contesto di un parterre qualificato,  composto da autorità civili, militari e religiose, si è svolta la prima edizione del Premio “Koiné – Mediterraneo -  Giuseppe Battista” assegnato  al sottosegretario di Stato on Alfredo Mantovano. Per l’occasione è stato presentato il libro “La finzione, l’obblio, la maschera. La metafisica dell’anima in Giuseppe Battista” scritto a più mani: Bruni, De Giovanni, Cavallo, De Stasio, Rasulo, Burano e M.Bruni. La conduzione della serata è stata affidata al giornalista Rai, Salvatore Catapano. Gli allievi dell’Istituto don Milani – Pertini oltre a leggere brani dell’opera presentata, hanno effettuato il servizio di accoglienza ospiti. video servizio 

6 commenti:

  1. Funziona sempre il vecchio trucco.
    Si invita un politico importante e la presenza di pubblico è assicurata.
    Aria fitta!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!
    E pure con olio scadente !!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

    RispondiElimina
  2. E' una stata una manifestazione epocale, che sara' certamente ricordata sui libri di storia e di letteratura.

    Grottaglie dovrebbe fare un monumento ai quattro!

    Che cultura!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

    RispondiElimina
  3. SI, IL MOMUMENTO AI MITILI IGNOTI

    RispondiElimina
  4. I quattro del quartetto hanno una cultura immensa e possono fare conferenze su tutto lo scibile umano.

    Inchinatevi grottagliesi e siate proni

    RispondiElimina
  5. Stamattina ho assistito al Convegno al Liceo Moscati,di grande rilievo culturale con illustri relatori cultori ed esperti di storia patria.Ma l'on .Mantovano che c'entra con la storia locale del '600.Serve solo a dar lustro al quartetto CETRA che riprende a cantare in vista delle prossime amministrative.
    STATTI A CASA HAI STUFATO Ritornate dopo le elezioni .Nion mischiate la politica bassa con la cultura,tanto la gente lo ha capito e non vi vota
    Grazie Lilli

    RispondiElimina
  6. Io stamani non c'ero a questa apoteosi di cultura, uno perché bloccata in casa, la mia artrite ogni tanto mi chiede conto e mi blocca in casa. Due, anche se non mi avesse bloccata la mia amica artrite non ci sarei andata lo stesso, in quanto non sono stata invitata e perché non sono un intellettuale, come tutti sanno sono una umile cronista che si occupa di comunicazione politica. All'altra manifestazione ci sono andata ed è stata una serata niente male, non mi è parso che chi ha organizzato la stessa serata volesse fare sfoggio di cultura a tutti i costi. Hanno semplicemente istituito, se volete risuscitato un premio e l'hanno dato all'on. Mantovano del quale non condivido la linea politica, non mi piace ciò che ha fatto ad Ugento per l'omicidio Basile, ma devo riconoscere che nella serata in oggetto si è comportato da persona per bene. Da acculturato ha interloquito con gli astanti e ha fatta la sua bella figura, questo in tutta onestà lo devo rilevare, i distinguo li ho fatti prima e così sia.
    Mentre stamane, mi hanno detto, che i "sacerdoti", quelli veri della Cultura, rapiti dalla loro insanabile protervia e affetti dalla sindrome di Narciso hanno fatto interventi infarciti di acrimonia contro chi ha osato fare, secondo loro, una cosa simile su Battista, la serata di cui sopra. Ma questa gente è impazzita? non si rende conto che in quel contesto scolastico aveva a che fare con materiale prezioso, i giovani, ai quali non bisogna assolutamente dare certi esempi.
    Se avete da ridire fatelo fuori dalla scuola e in contesti dove non c'è impiego di denaro pubblico e non ci sono i giovani ai quali bisogna dare ottimi esempi e non azioni di bassa lega, come in effetti è accaduto.

    RispondiElimina

blog culturale fondato dalla giornalista Lilli D'Amicis

Translate

ATTENZIONE! Gli articoli che non trovate qui sono su ORAQUADRA.IT

ATTENZIONE! Gli articoli che non trovate qui sono su ORAQUADRA.IT
Questo Blog ha subito una trasformazione, in questo spazio ci si occuperà solo di Spettacolo, Cultura, Sport e Tempo libero. Ho deciso di aprirlo agli operatori culturali e sportivi che con una mail di richiesta possono diventare collaboratori autonomi e quindi inserire liberamente prose, poesie, ma anche report di manifestazioni che riguardano il nostro territorio, oppure annunci di eventi o racconti dove la nostra gente è stata protagonista. Scrivete quindi a lillidamicis@libero.it, vi aspetto!!!

LIBERTÀ DI PENSIERO

"Io so. Ma non ho le prove. Non ho nemmeno indizi.
Io so perché sono un intellettuale, uno scrittore, che cerca di seguire tutto ciò che succede, di conoscere tutto ciò che se ne scrive, di immaginare tutto ciò che non si sa o che si tace; che coordina fatti anche lontani, che mette insieme i pezzi disorganizzati e frammentari di un intero coerente quadro politico, che ristabilisce la logica là dove sembrano regnare l'arbitrarietà,
la follia e il mistero".
Pierpaolo Pasolini
scrittore
ammazzato nel novembre del 1975

Visualizzazioni ultima settimana

EINSTEIN DICEVA SPESSO

“Il mondo è quel disastro che vedete, non tanto per i guai combinati dai malfattori, ma per l’inerzia dei giusti che se ne accorgono e stanno lì a guardare”.