Che ora è ?

mercoledì 13 ottobre 2010

Sissi Spagnulo dopo un settimana di sciopero si sente male

E' davvero una vergogna che una donna a cui  le è stato tolto il posto di lavoro per darlo ad altri, debba di nuovo manifestare con lo sciopero della fame per riavere ciò che le è stato tolto con l'inganno e per accontentare gli amici degli amici per il solito discorso elettorale.
Ma quando questa gente la mandiamo a casa a calci nel sedere? quando lo faremo sarà sempre troppo tardi. la storia di Sissi


Cara Sissi io ho seguito la tua sfortunata storia fin dagli inizi, cioè da quando fu tolta la gestione ad una cooperativa per darla ad un altra amica dei governanti e per l'occasione furono mandate a casa molti lavoranti, per poi riprenderne solo alcuni e accontentati con la carotina, tu non accettasti la carotina e protestasti e di questo ne beneficiarono molti altri ottenendo ciò per cui tu stavi lottando, tu invece, nonostante le tue battaglie sei rimasta a bocca asciutta, dopo due anni ci riprovi con la tua solita determinazione, ma se posso darti un consiglio non gettare la tua salute e la tua vita per questi infami, tanto non gliene sta fregando niente, ormai sono al disarmo, figurati se stanno pensando a te, chiunque si avvicini a te  in questo momento lo fa per farsi pubblicità e campagna elettorale e l'anno prossimo sarai sempre allo stesso punto. Senti me, cercati un altro lavoro non gli dare la soddisfazione di vederti soffrire per qualcosa che non ti daranno mai. Poi se malauguratamente dovesse accaderti qualcosa,  faranno le solite lacrime di coccodrillo e le passerelle in tv e il giorno dopo pronti a dispensare piaceri solo ai loro elettori. Ascoltami: cercati un altro lavoro, ci sono tanti anziani che hanno bisogno.
Con affetto e stima
lilli

ps: non mi sono fatta vedere perché ho dei problemi di salute, appena mi rimetto sarò da te.

Nessun commento:

Posta un commento

blog culturale fondato dalla giornalista Lilli D'Amicis

Translate

ATTENZIONE! Gli articoli che non trovate qui sono su ORAQUADRA.IT

ATTENZIONE! Gli articoli che non trovate qui sono su ORAQUADRA.IT
Questo Blog ha subito una trasformazione, in questo spazio ci si occuperà solo di Spettacolo, Cultura, Sport e Tempo libero. Ho deciso di aprirlo agli operatori culturali e sportivi che con una mail di richiesta possono diventare collaboratori autonomi e quindi inserire liberamente prose, poesie, ma anche report di manifestazioni che riguardano il nostro territorio, oppure annunci di eventi o racconti dove la nostra gente è stata protagonista. Scrivete quindi a lillidamicis@libero.it, vi aspetto!!!

LIBERTÀ DI PENSIERO

"Io so. Ma non ho le prove. Non ho nemmeno indizi.
Io so perché sono un intellettuale, uno scrittore, che cerca di seguire tutto ciò che succede, di conoscere tutto ciò che se ne scrive, di immaginare tutto ciò che non si sa o che si tace; che coordina fatti anche lontani, che mette insieme i pezzi disorganizzati e frammentari di un intero coerente quadro politico, che ristabilisce la logica là dove sembrano regnare l'arbitrarietà,
la follia e il mistero".
Pierpaolo Pasolini
scrittore
ammazzato nel novembre del 1975

Visualizzazioni ultima settimana

EINSTEIN DICEVA SPESSO

“Il mondo è quel disastro che vedete, non tanto per i guai combinati dai malfattori, ma per l’inerzia dei giusti che se ne accorgono e stanno lì a guardare”.