Che ora è ?

venerdì 15 ottobre 2010

Da oggi Wemag in edicola con la copertina del mostro di Avetrana

Michele Misseri, il mostro di Avetrana. Questa settimana la copertina di Wemag torna sul caso che ha scosso l'Italia: l'omicidio di Sarah Scazzi da parte dello zio materno. Le zone d'ombre di una confessione che non convince, le incongruenze, i segreti e i nuovi scenari di un delitto che non sembra essere ancora del tutto svelato.34 milioni di euro. È l'enorme cifra sottratta al fisco tarantino dallo scorso gennaio. In economia spazio all'analisi del Colonnello della Guardia di Finanza Nicola Altiero e il quadro d'una città ad alto tasso di evasione ed usura.

Fine delle trasmissioni. Giancarlo Cito annuncia la vendita di una delle sue due tv L'ex parlamentare a viso aperto: Stefàno, D'Addario e un'anteprima: «Mio figlio candidato sindaco nel 2012». Storia e parole di un uomo destinato a far discutere.

Il personaggio: Pino Aprile, direttore di "Gente", riapre il dibattito sulla Taranto vista dai tarantini che sono emigrati. «La città è vittima dei centri di potere che la usano».

L'allarme di Arnaldo Sala, consigliere regionale del Pdl: «Il porto di Taranto è in grave ritardo rispetto ai concorrenti del Mediterraneo». La replica alla visione Baricentrica di Emiliano e le previsioni sul futuro prossimo.

Il terzino di Pulsano Angelo Antonazzo, che dopo sette stagioni consecutive in B, pur di vestire la maglia del Taranto, ha accettato di scendere di categoria. «Ma conto di risalire presto. Anzi subito».

In motori, infine, vi presentiamo la nuova Audi A7: un'auto dalla personalità sportiva in un design d'alto lignaggio.

Viaggi, tendenze, shopping e arte. Tutto questo solo su Wemag, in edicola da venerdì 15 ottobre.

Nota a margine:
questa settimana per scelta personale non me la sento di mettere l'immagine della copertina di Wemag, chiedo scusa ai colleghi ma non posso ospitare una così orribile icona. Sono una mamma e al pensiero che si possa fare quello che ha fatto quell'essere immondo sto male e non solo la sola , lo so benissimo e credo di capire cosa proverà quella mamma affranta nel vedere quel mostro in copertina. So che i giornali si devono vendere e ormai si usa di tutto, ma bisogna porre un limite in certe circostante, la stessa cosa vale per la valanga di trasmissioni su questa atroce vicenda che meriterebbe solo un dignitoso silenzio.


Nessun commento:

Posta un commento

blog culturale fondato dalla giornalista Lilli D'Amicis

Translate

ATTENZIONE! Gli articoli che non trovate qui sono su ORAQUADRA.IT

ATTENZIONE! Gli articoli che non trovate qui sono su ORAQUADRA.IT
Questo Blog ha subito una trasformazione, in questo spazio ci si occuperà solo di Spettacolo, Cultura, Sport e Tempo libero. Ho deciso di aprirlo agli operatori culturali e sportivi che con una mail di richiesta possono diventare collaboratori autonomi e quindi inserire liberamente prose, poesie, ma anche report di manifestazioni che riguardano il nostro territorio, oppure annunci di eventi o racconti dove la nostra gente è stata protagonista. Scrivete quindi a lillidamicis@libero.it, vi aspetto!!!

LIBERTÀ DI PENSIERO

"Io so. Ma non ho le prove. Non ho nemmeno indizi.
Io so perché sono un intellettuale, uno scrittore, che cerca di seguire tutto ciò che succede, di conoscere tutto ciò che se ne scrive, di immaginare tutto ciò che non si sa o che si tace; che coordina fatti anche lontani, che mette insieme i pezzi disorganizzati e frammentari di un intero coerente quadro politico, che ristabilisce la logica là dove sembrano regnare l'arbitrarietà,
la follia e il mistero".
Pierpaolo Pasolini
scrittore
ammazzato nel novembre del 1975

Visualizzazioni ultima settimana

EINSTEIN DICEVA SPESSO

“Il mondo è quel disastro che vedete, non tanto per i guai combinati dai malfattori, ma per l’inerzia dei giusti che se ne accorgono e stanno lì a guardare”.