Che ora è ?

domenica 10 ottobre 2010

ALENIA. IL VICESINDACO FRANCESCO DONATELLI: APRIRE UNA NUOVA STAGIONE DI SINERGIA ISTITUZIONALE PER PROMUOVERE SVILUPPO E OCCUPAZIONE.

“La vertenza riguardante l’annunciata chiusura dello stabilimento Alenia di Brindisi che occupa 70 dipendenti coinvolge anche il territorio e le istituzioni della provincia jonica.
Infatti, ogni qualvolta si presenta una situazione di crisi in uno stabilimento di Alenia Aeronautica (Finmeccanica) detta società pensa a Grottaglie come lo stabilimento che funge da ammortizzatore sociale di altri territori. Non a caso sono sempre più numerosi a Grottaglie i trasfertisti provenienti dallo stabilimento di Pomigliano, da Foggia ed ora anche da Brindisi, limitando così la crescita professionale dei tecnici e delle giovani maestranze attualmente impiegate nello stabilimento di Grottaglie. 

La solidarietà tra territori è comprensibile in momenti di drammatica crisi, ma ciò non può avvenire solo a spese di Grottaglie. Anche perché come è del tutto evidente, in nome della crisi, Alenia Aeronautica sta venendo meno agli impegni presi con le istituzioni con la firma dell’Accordo di Programma del 2005 con il quale, grazie alla disponibilità degli Enti Locali, Alenia ha potuto, nel settembre 2006, avviare l’attività produttiva.

Il Sindaco di Grottaglie Raffaele Bagnardi ha da tempo denunciato, nel silenzio delle altre istituzioni, che la soppressione di Alenia Composite (società di programma, nata per l’avvio dello stabilimento di Grottaglie), ha comportato il cambiamento delle iniziali strategie di insediamento e sviluppo.
Il risultato è quello che, nonostante le richieste di maggiori carichi produttivi di Boeing, l’impegno assunto dalla Società di procedere a nuove assunzioni (300 unità), viene posticipato a data da definire. E ciò avviene paradossalmente subito dopo la nascita del Distretto Aerospaziale che avvia un'esperienza a rete tra 14 società private, l’Università e i Centri di ricerca con 650 occupati, 252 milioni di investimenti previsti con 62 milioni di finanziamenti pubblici.

E’ per questo che ritengo sia giunto il momento di fare un salto di qualità ed aprire una nuova stagione di sinergia istituzionale che abbia l’obiettivo di superare l’attuale difficile fase e di promuovere tutte le azioni per creare sviluppo ed occupazione. E’ tempo di realizzare, come ha già proposto Bagnardi, le condizioni per sottoscrivere un “Patto per lo Sviluppo” che veda protagonisti i soggetti presenti nel Distretto Aerospaziale ed un “Patto Sociale” per creare lavoro ed occupazione con il coinvolgimento delle organizzazioni sindacali.

Bagnardi ha già avviato formali contatti con il Sindaco di Brindisi Domenico Mennitti e con il Presidente della Provincia di Brindisi Massimo Ferrarese. Deve, a questo punto, promuovere una intesa istituzionale che restituisca dignità al territorio con il coinvolgimento delle associazioni sindacali e dell’intera comunità. Pertanto occorre costituire al più presto un tavolo istituzionale con gli Enti Locali (in primis Brindisi e Grottaglie) e le Province di Taranto e Brindisi.”

Francesco Donatelli
 vicesindaco di Grottaglie

Nessun commento:

Posta un commento

blog culturale fondato dalla giornalista Lilli D'Amicis

Translate

ATTENZIONE! Gli articoli che non trovate qui sono su ORAQUADRA.IT

ATTENZIONE! Gli articoli che non trovate qui sono su ORAQUADRA.IT
Questo Blog ha subito una trasformazione, in questo spazio ci si occuperà solo di Spettacolo, Cultura, Sport e Tempo libero. Ho deciso di aprirlo agli operatori culturali e sportivi che con una mail di richiesta possono diventare collaboratori autonomi e quindi inserire liberamente prose, poesie, ma anche report di manifestazioni che riguardano il nostro territorio, oppure annunci di eventi o racconti dove la nostra gente è stata protagonista. Scrivete quindi a lillidamicis@libero.it, vi aspetto!!!

LIBERTÀ DI PENSIERO

"Io so. Ma non ho le prove. Non ho nemmeno indizi.
Io so perché sono un intellettuale, uno scrittore, che cerca di seguire tutto ciò che succede, di conoscere tutto ciò che se ne scrive, di immaginare tutto ciò che non si sa o che si tace; che coordina fatti anche lontani, che mette insieme i pezzi disorganizzati e frammentari di un intero coerente quadro politico, che ristabilisce la logica là dove sembrano regnare l'arbitrarietà,
la follia e il mistero".
Pierpaolo Pasolini
scrittore
ammazzato nel novembre del 1975

Visualizzazioni ultima settimana

EINSTEIN DICEVA SPESSO

“Il mondo è quel disastro che vedete, non tanto per i guai combinati dai malfattori, ma per l’inerzia dei giusti che se ne accorgono e stanno lì a guardare”.