Che ora è ?

venerdì 8 ottobre 2010

Wemag è in edicola

Siamo tutti bastardi. Questa settimana  Wemag dedica la copertina al problema del randagismo a Taranto e provincia. Canili sovraffollati, Enti, impegno sociale, abbandoni e maltrattamenti. Un problema che tocca le coscienze e che costa al Comune oltre un milione di euro all'anno.

131,3%. È l'indice d'indebitamento delle famiglie tarantine dall'introduzione dell'euro ad oggi. In economia il quadro d'una situazione drammatica che spacca in due la città: da una parte gli evasori, dall'altra gli indebitati.


La storia della settimana: “Il diavolo in convento”. L'ospitalità offerta dai Frati Minori di Lizzano a un uomo che sta scontando sei anni di reclusione per violenza sessuale: avrebbe abusato di una nipotina di dodici anni. Ma nel monastero c'è una scuola e in paese è scoppiata la protesta.

Il personaggio: un tarantino “trombato” in politica ma divenuto consulente d'oro per la Regione Lazio.

Sport: il numero uno del Taranto, lo spagnolo Nicolas Bremec come non l'avete mai visto: confessioni, speranze e ambizioni.

Per gli spettacoli, infine, sguardo sulla Festa Country di Palagianello, che propone due giorni in salsa western, e sulla Taranto Film Commission, che lancia un concorso per cortometraggi.

Viaggi, tendenze, shopping e arte. Tutto questo solo su Wemag, in edicola da oggi.

Nessun commento:

Posta un commento

blog culturale fondato dalla giornalista Lilli D'Amicis

Translate

ATTENZIONE! Gli articoli che non trovate qui sono su ORAQUADRA.IT

ATTENZIONE! Gli articoli che non trovate qui sono su ORAQUADRA.IT
Questo Blog ha subito una trasformazione, in questo spazio ci si occuperà solo di Spettacolo, Cultura, Sport e Tempo libero. Ho deciso di aprirlo agli operatori culturali e sportivi che con una mail di richiesta possono diventare collaboratori autonomi e quindi inserire liberamente prose, poesie, ma anche report di manifestazioni che riguardano il nostro territorio, oppure annunci di eventi o racconti dove la nostra gente è stata protagonista. Scrivete quindi a lillidamicis@libero.it, vi aspetto!!!

LIBERTÀ DI PENSIERO

"Io so. Ma non ho le prove. Non ho nemmeno indizi.
Io so perché sono un intellettuale, uno scrittore, che cerca di seguire tutto ciò che succede, di conoscere tutto ciò che se ne scrive, di immaginare tutto ciò che non si sa o che si tace; che coordina fatti anche lontani, che mette insieme i pezzi disorganizzati e frammentari di un intero coerente quadro politico, che ristabilisce la logica là dove sembrano regnare l'arbitrarietà,
la follia e il mistero".
Pierpaolo Pasolini
scrittore
ammazzato nel novembre del 1975

Visualizzazioni ultima settimana

EINSTEIN DICEVA SPESSO

“Il mondo è quel disastro che vedete, non tanto per i guai combinati dai malfattori, ma per l’inerzia dei giusti che se ne accorgono e stanno lì a guardare”.