Che ora è ?

lunedì 18 aprile 2011

Certi articoli al Palazzo non piacciono e quindi giù censura! e non è la prima volta che accade

Il presente  articolo questa mattina non  era nella rassegna stampa del Comune.
Una Rassegna che viene pagata  con i soldi   di tutti i contribuenti grottagliesi.
L’Ente Regione Puglia, per esempio,  fa una rassegna stampa in cui vengono inseriti  anche gli articoli scomodi. A Grottaglie NO!
Solo censura e non solo nei confronti della sottoscritta!!!
Una volta sarebbe stato un problema, oggi non più e domeni meno che mai, in quanto internet ormai scopre tutti gli altarini.Ed andrà sempre peggio per coloro che amano censurare e nascondere la verità.
Ecco la differenza la seconda  rassegna stampa è stata sistemata dalla sottoscritta ed integrata dell'articolo in oggetto.
La prima è come è stata  realizzata al Palazzo.
18.04

18.04.2011 lilli

2 commenti:

  1. Benvenuta nel club dei censurati dall'addetto stampa del comune di Grottaglie. Come ben sai io porto la bandiera :-D

    Anna Rita Palmisani

    RispondiElimina
  2. Mi dispiace per quello che è accaduto a due professioniste che stimo e con le quali ho anche avuto duri confronti costruttivi. L'informazione deve essere libera e non censurata anche quando può sembrare in contrasto. Ma i valori sono più imporatnti delle censure: continuate a scrivere quello che il vostro pensiero produce. La mia piccola considerazione vuol essere solo un gesto di stima nei vostri confronti e verso la vostra professione. Approfitto per fare a voi e famiglie gli Auguri di una Santa Pasqua.

    Salvatore Lenti

    RispondiElimina

blog culturale fondato dalla giornalista Lilli D'Amicis

Translate

ATTENZIONE! Gli articoli che non trovate qui sono su ORAQUADRA.IT

ATTENZIONE! Gli articoli che non trovate qui sono su ORAQUADRA.IT
Questo Blog ha subito una trasformazione, in questo spazio ci si occuperà solo di Spettacolo, Cultura, Sport e Tempo libero. Ho deciso di aprirlo agli operatori culturali e sportivi che con una mail di richiesta possono diventare collaboratori autonomi e quindi inserire liberamente prose, poesie, ma anche report di manifestazioni che riguardano il nostro territorio, oppure annunci di eventi o racconti dove la nostra gente è stata protagonista. Scrivete quindi a lillidamicis@libero.it, vi aspetto!!!

LIBERTÀ DI PENSIERO

"Io so. Ma non ho le prove. Non ho nemmeno indizi.
Io so perché sono un intellettuale, uno scrittore, che cerca di seguire tutto ciò che succede, di conoscere tutto ciò che se ne scrive, di immaginare tutto ciò che non si sa o che si tace; che coordina fatti anche lontani, che mette insieme i pezzi disorganizzati e frammentari di un intero coerente quadro politico, che ristabilisce la logica là dove sembrano regnare l'arbitrarietà,
la follia e il mistero".
Pierpaolo Pasolini
scrittore
ammazzato nel novembre del 1975

Visualizzazioni ultima settimana

EINSTEIN DICEVA SPESSO

“Il mondo è quel disastro che vedete, non tanto per i guai combinati dai malfattori, ma per l’inerzia dei giusti che se ne accorgono e stanno lì a guardare”.