Che ora è ?

venerdì 15 aprile 2011

Teleperformance: di nuovo lo spettro dei licenziamenti

Di seguito il comunicato della SLC - CGIL Camera del Lavoro di Grottaglie:
Dopo un anno di Contratti di Solidarietà, Teleperformance - nota multinazionale francese leader nel settore del telemarketing - ha presentato alle Organizzazioni Sindacali un piano di ristrutturazione pesantissimo: una pianificazione che fa pensare a una vera e propria dismissione delle sue attività in Italia.

   L'Azienda, infatti, ha nuovamente avviato le procedure di licenziamento per 1464 lavoratori, di cui ben 712 nella sede di Taranto ed il resto tra le sedi di Roma e Fiumicino.
La SLC-CGIL giudica questo un atto gravissimo, sia perché nei mesi scorsi sono mancate risposte ragionevoli da parte dei vertici aziendali sulla delocalizzazione di diverse importanti commesse, sia per l’incapacità di mettere in atto misure efficaci volte a conseguire l’ottimizzazione dei processi e una migliore organizzazione del lavoro. 
   Una situazione che è diventata ancor più grave a causa dell’irresponsabile atteggiamento del Governo centrale: negli ultimi dodici mesi, infatti, è mancata completamente la volontà di rivedere le normative vigenti in materia di lavoro nei call center, allo scopo di creare condizioni certe e uniformi per tutti gli addetti e senza possibilità di concorrenza sleale fra le diverse società operanti nel settore, mentre si è preferito paralizzare il Parlamento con leggi utili soltanto a risolvere i problemi giudiziari del Presidente del Consiglio. Al punto che, dopo un anno di Contratti di Solidarietà - che hanno notevolmente abbassato il costo del lavoro - la sede di Taranto viene nuovamente investita da tagli pesantissimi. 
   La SLC-CGIL metterà in campo tutti gli strumenti sindacali e legali per difendere l’occupazione nel territorio jonico, cominciando col chiamare a raccolta non solo i lavoratori ma anche tutta l’opinione pubblica e le Istituzioni.
Fra i quasi duemila operatori impiegati presso Teleperformance ci sono anche molti Grottagliesi, in particolare giovani e donne, che hanno sempre fornito un serio contributo allo sviluppo dell’Azienda, con il loro impegno e la loro professionalità. A Grottaglie, come in tutta la Provincia di Taranto, i nostri dirigenti e i nostri rappresentanti sindacali saranno a disposizione dei lavoratori per dar vita a varie forme di mobilitazione.
   Non permetteremo che un’intera generazione di lavoratori sia sacrificata alla peggiore logica  di impresa.


Nessun commento:

Posta un commento

blog culturale fondato dalla giornalista Lilli D'Amicis

Translate

ATTENZIONE! Gli articoli che non trovate qui sono su ORAQUADRA.IT

ATTENZIONE! Gli articoli che non trovate qui sono su ORAQUADRA.IT
Questo Blog ha subito una trasformazione, in questo spazio ci si occuperà solo di Spettacolo, Cultura, Sport e Tempo libero. Ho deciso di aprirlo agli operatori culturali e sportivi che con una mail di richiesta possono diventare collaboratori autonomi e quindi inserire liberamente prose, poesie, ma anche report di manifestazioni che riguardano il nostro territorio, oppure annunci di eventi o racconti dove la nostra gente è stata protagonista. Scrivete quindi a lillidamicis@libero.it, vi aspetto!!!

LIBERTÀ DI PENSIERO

"Io so. Ma non ho le prove. Non ho nemmeno indizi.
Io so perché sono un intellettuale, uno scrittore, che cerca di seguire tutto ciò che succede, di conoscere tutto ciò che se ne scrive, di immaginare tutto ciò che non si sa o che si tace; che coordina fatti anche lontani, che mette insieme i pezzi disorganizzati e frammentari di un intero coerente quadro politico, che ristabilisce la logica là dove sembrano regnare l'arbitrarietà,
la follia e il mistero".
Pierpaolo Pasolini
scrittore
ammazzato nel novembre del 1975

Visualizzazioni ultima settimana

EINSTEIN DICEVA SPESSO

“Il mondo è quel disastro che vedete, non tanto per i guai combinati dai malfattori, ma per l’inerzia dei giusti che se ne accorgono e stanno lì a guardare”.