Che ora è ?

martedì 19 aprile 2011

PD: IL NOSTRO AVVERSARIO E' IL CENTRODESTRA

Il Segretario Massimo Serio: "Lacorte sembra ossessionato dal PD"
 
Il Partito Democratico di Grottaglie risponde alle ormai consuete polemiche innescate in maniera gratuita e immotivata nel comizio di domenica scorsa da Enzo Lacorte, con una nota a firma del segretario cittadino, Massimo Serio.
“Da mesi – rimarca Serio – assistiamo ad una inspiegabile ossessione da parte di Enzo Lacorte, che sembra riconoscere nel Pd l’unico avversario politico delle tornate elettorali. Le sue preoccupazioni non si incentrano né su problemi reali – anche perché emerge che non li conosce - né tanto meno su considerazioni politiche. I cittadini hanno ben chiaro che le sue dichiarazioni, sempre più vicine a solitari deliri, assumono giorno dopo giorno i tratti di una paradossale competizione interna al centrosinistra. Il Partito Democratico vuole con responsabilità tirarsi fuori da questa logica strumentale e inutilmente provocatoria, mettendo al centro del dibattito lo sviluppo del territorio, l’occupazione, le politiche sociali e giovanili.
Quando Lacorte parla di presunti interessi particolari dei nostri amministratori, vorrei informarlo che dal 1993 al 2011 le attuali forze politiche - con uomini e progetti differenti – hanno raccolto il consenso dei grottagliesi per amministrare la nostra città e che le loro scelte vanno in primo luogo rispettate e non umiliate con i toni del profeta che, tornato in patria, ritiene di poter risolvere in un sol giorno tutte le problematiche che affliggono il Mezzogiorno d’Italia.
Ma in un contesto seppur così problematico e storicamente sfavorevole, mi preme informare Lacorte che nel frattempo era lontano dalla nostra città e quindi non può saperlo, che a differenza di comuni limitrofi, dal 1993 ad oggi gli amministratori da lui tanto vituperati non sono mai stati toccati nemmeno dal lontano sospetto di illeciti o scorrettezze personali di qualunque sorta.
Risulta quindi difficile comprendere le motivazioni di tanta acredine, tanto più che il Partito Democratico ha chiaro il concetto che la politica è una cosa seria, fatta di proposte, competenza ed esperienza e che l’avversario politico in campo, esso va ricercato nelle macerie del centrodestra cittadino.
Un ultimo aspetto che mi sta a cuore è quello che riguarda l’Ospedale San Marco, che malgrado ciò che sostiene Sel, subisce per volontà di Vendola e di Fiore un pesante ridimensionamento.
Se è stato salvato il “codice” di ospedale è solo grazie alle battaglie dell’amministrazione comunale e del Partito Democratico di Grottaglie, che l’estate scorsa sono stati gli unici a scendere in campo mentre si razionalizzava la rete ospedaliera della sanità pugliese per il rientro finanziario del deficit della sanità per effetto di non aver rispettato, da parte della Regione, il patto di stabilità negli anni precedenti. Anziché dividerci, ora sarebbe plausibile concentrare tutti i nostri sforzi per prevenire l’eventualità di nuovi e pesanti tagli a Taranto – così come già preannunciato dall’assessore Fiore – che potrebbero esserci con la nuova verifica dei conti di giugno dei Ministeri del Tesoro e della Sanità.
Rispetto alla straordinaria manifestazione popolare a difesa del San Marco di sabato 19 scorso, continuare ad affermare che fosse strumentalizzata e teleguidata, significa far torto ancora una volta agli organizzatori e a tutti quei cittadini che sono liberamente scesi in piazza per difendere il nostro diritto alla salute.
Quanto al fatto che qualcuno possa sentirsi già vincitore - conclude il segretario del Pd - è evidente che si tratta di strumentali ricostruzioni. Saranno i cittadini, il 15 e 16 maggio, a scegliere il prossimo sindaco della nostra città. Noi siamo solo consapevoli di una cosa, che i grottagliesi sapranno con intelligenza valutare la "adeguatezza" delle candidature in campo e per questo siamo certi che, così come in passato, sapranno esprimere la scelta migliore per il prossimo mandato amministrativo." 
 

9 commenti:

  1. per il sig. massimo serio,
    vuoi una mia dichiarazione in merito al SUO comunicato?

    chieda e Renato ...

    RispondiElimina
  2. ottimo come post per continuare a commentare.

    Ricordate la mia frase????????????????????????

    tuttavia dopo queste elezioni ed in caso di ballottaggio si apriranno scenari mai visti prima d’ora.

    Politici, cittadini, cani, gatti, pecore, buoi, pulci, insetti vari, il vostro Renato è a completa disposizione.

    Sunto commenti precedenti,
    i votanti in totale sono 27.237 di cui 13.175 maschi e 14.062 femmine.
    Quanti sono i non votanti?

    Suggeriva un mio amico … il modo di divulgarmi è controproducente.

    Mi ha fatto dei riferimenti storici musicali dal Rhythm & Blues influenzato dal jazz, dal boogie, dal blues e dal gospel.

    Io ho detto: son fatto così e non temo rivali. Allora? Allora? Allora? Dove eravamo?

    Ho letto bene?!?!?!?!
    Otto candidati sindaco.
    Apro il mio libro a pagina 6, primo capoverso:
    avevo annotato tra tutti i candidati sindaco del comune di grottaglie che il tassello mancante è il programma.
    Secondo una mia analisi, l’unico ad avere attualmente le idee chiare è il DR. LUIGI DE FILIPPIS, candidato sindaco del partito FLI.

    Solo ed unico ad aver presentato un programma studiato nei particolari.

    Qualcuno è in grado di affermare il contrario?

    Apro la finestra e osservo tutti i candidati sindaco ed aspiranti consiglieri.

    Avete notato IL PARTICOLARE? Secondo me NNNNNNNNNOOOOOOOOOOOOOO!!!!!!!!
    Avete notato le liste?
    Avete notato i nomi?

    Mi pongo una domanda:
    la lista viene affissa per se stessi o per la cittadinanza?
    La lista serve ad individuare facilmente il soggetto oppure ad attirare “IL NOME” a loro piacimento?
    La lista è una cosa seria?

    Queste ed altre domande mi sono balenate nella mente.

    Apro un apertamente:
    perché alcune liste non sono in ordine alfabetico?
    Perché in alcune liste il nome ed il cognome di qualche aspirante alla poltrona è posto in prima riga?
    Quindi, quindi, quindi, per restare in tema …in verità vi dico:
    ogni occasione è buona per pascolare noi pecoroni.

    Volete sapere cosa è successo?
    Siete stati attenti alle liste?
    Prima lista:
    Federazione della sinistra: candidato sindaco La Corte il primo non in ordine alfabetico Trani Ciro (l’attuale assessore al bilancio).
    Assessore Trani è piaciuto il mio intervento sul SUO bilancio di previsione dell’anno 2010?
    Ha visto quanti errori ha commesso in quel bilancio?
    Attenzione, sotto l’aspetto contabile è corretto, non erano corretti gli interventi dell’assessore Trani.

    Seconda lista:
    grottaglie città futura candidato sindaco La Corte.
    Il primo nella lista Vinci Giuseppe i restanti nomi in ordine alfabetico. MAH! BOH!

    Terza lista:
    unità dei cattolici per il sociale candidato sindaco Alabrese.
    Primo della lista Stefani Maurizio il resto dei nomi posti in ordine alfabetico. MAH! BOH!

    Non mi divulgo nelle liste presentate non in ordine alfabetico.
    Secondo me i candidati sindaco non conoscono alfa e omega, oppure conoscono bene alfa e omega e pensano di farla bere a me pecorella.

    Mi chiedo:
    entrando nel seggio dimentico il nome da scrivere sulla scheda elettorale.
    Cosa faccio?
    Vado a guardare le liste, IN PARTICOLARE quella che interessa.
    Passa circa un quarto d’ora e …

    Intanto si è creata la fila … poi poi, poi dicono che i presidenti di seggio sono lenti.
    MEDITATE POLITICI MEDIDATE E FATE TESORO DI QUELLO CHE HO DETTO.
    Renato

    RispondiElimina
  3. BRAVO MASSIMO-UNA BELLA LEZIONE DI STILE E COMPETENZA-GRAZIE-

    RispondiElimina
  4. renatino vada a leggere il programma del SUD IN MOVIMENTO.da esterna mi interesserebbe un suo parere...a me è sembrato il più innovativo nelle proposte e soprattutto il più originale e rivoluzionario nei principi..

    RispondiElimina
  5. Se massimo, serio lo fosse anche nei fatti, ora non saremmo in questa situazione.Anche Berlusconi è stato "scelto" dagli Italiani e allora, ciò è sufficiente per dire che sta amministrando bene? Per le scorrettezze o gli illeciti,ad esempio,voglio solo ricordare al Serio, che la Corte dei Conti ha richiamato gli attuali amministratori ad attenersi alle leggi della Repubblica, dopo averne accertate di scorrettezze ed illeciti e poi, nella vita mai dre mai, aspettiamo che vada via il manager e poi chissà cosa potrà accadere. In ogni caso, credo che anche per il pd, l'avversario sia il centro destra, ma dai vari comunicati proprio del serio, emerge chiaramente la volontà di un attacco frontale e molto,molto strumentale al Governatore della regione e al candidato sindaco che nella nostra città ne rappresenta il suo partito e che ti voglio ricordare è stato scelto dai cittadini. Caro serio,so che ai tantissimi problemi all'interno della tua coalizione e forse è il caso che ti dedichi a quelli, lascia stare i partiti che. a differenza di te, fanno onore al tuo cognome.

    RispondiElimina
  6. per l'anonimo del 19 ore 17.24
    dove vedi lo stile?
    dove vedi la competenza?
    dove vedi una bella lezione?

    apri gli occhi anonimo e non farti abbagliare dalle apparenze.

    il sig. massimo è bravo nello svolgere il suo lavoro ma da politico ... BEH! deve farsi costruire la strada.

    secondo te perchè non scrive in questo blog ai miei commenti?

    lo so .. sono demente ma talvolta azzecco.

    E' vero o no????????????????
    vota PD e la vita ti sorriderà così come hanno fatto in questi anni.
    povero me! poveri noi!
    Renato

    RispondiElimina
  7. Si sa che Massimo Serio - il Nicola La Torre dei poveri - politicamente non è una cima: è la testa di legno di Luciano Santoro, che a sua volta è la testa di legno di Ludovico Vico. Il suo nervosismo è il nervosismo dei suoi capi, che sanno - dati alla mano - che Lacorte è vincente su Alabrese.
    Sarà molto difficile per "Ciro e..." recuperare il distacco dall'esponente di SEL.
    Riccardo Pagnoncelli

    RispondiElimina
  8. Caro Massimo io credo che avresti dovuto già capire che in questa tornata elettorale il tuo vero avversario non è il centrodestra ne tanto meno ENZO LA CORTE ma il popolo di grottaglie.Mi fa rabbrividire quando dici che:"vorrei informarlo che dal 1993 al 2011 le attuali forze politiche - con uomini e progetti differenti – hanno raccolto il consenso dei grottagliesi per amministrare la nostra città e che le loro scelte vanno in primo luogo rispettate e non umiliate con i toni..." Mi sembra di sentire parlare Berlusconi;Ti do un consiglio cerca di ricordare le radici da cui si proviene quando il partito era in mano a gente veramente di sinistra .Medita Massimo, medita.

    RispondiElimina
  9. Ho tanta voglia di rispondere all’anonimo del 19 ore 18.03
    Cosa credi che non conosco il programma del tuo ciro d’alò?
    Cosa credi che i miei commenti siamo messi a caso?
    Cosa credi che dorma come tutti i vostri politici attuali?
    Cosa credi di avere al cospetto una persona che scrive per il solo gusto di scrivere?

    Caro anonimo, il sig. d’alò è una persona per bene e come tale il suo programma è degno di lui.
    Però, però però comporta degli errori. Tra essi:
    la macchina amministrativa non cammina unicamente col centro storico e tantomeno con la munnezza anzi la macchina amministrativa naviga a mo’ di sorta privata.
    Ti sei chiesto come farò il sig. d’alò appena inizieranno le rogne col federalismo fiscale?
    Ti sei chiesto come farà il sig. d’alò a reggere e mettere in riga tutto ciò che l’attuale amministrazione ha fatto?
    Tutte queste notizie le potrai capire solo da me RENATO perché per questi politici nostrani, devi sapere, devi sapere, devi sapere che sono arte, sport, moda, cultura e suono per le loro orecchie.
    Renato

    RispondiElimina

blog culturale fondato dalla giornalista Lilli D'Amicis

Translate

ATTENZIONE! Gli articoli che non trovate qui sono su ORAQUADRA.IT

ATTENZIONE! Gli articoli che non trovate qui sono su ORAQUADRA.IT
Questo Blog ha subito una trasformazione, in questo spazio ci si occuperà solo di Spettacolo, Cultura, Sport e Tempo libero. Ho deciso di aprirlo agli operatori culturali e sportivi che con una mail di richiesta possono diventare collaboratori autonomi e quindi inserire liberamente prose, poesie, ma anche report di manifestazioni che riguardano il nostro territorio, oppure annunci di eventi o racconti dove la nostra gente è stata protagonista. Scrivete quindi a lillidamicis@libero.it, vi aspetto!!!

LIBERTÀ DI PENSIERO

"Io so. Ma non ho le prove. Non ho nemmeno indizi.
Io so perché sono un intellettuale, uno scrittore, che cerca di seguire tutto ciò che succede, di conoscere tutto ciò che se ne scrive, di immaginare tutto ciò che non si sa o che si tace; che coordina fatti anche lontani, che mette insieme i pezzi disorganizzati e frammentari di un intero coerente quadro politico, che ristabilisce la logica là dove sembrano regnare l'arbitrarietà,
la follia e il mistero".
Pierpaolo Pasolini
scrittore
ammazzato nel novembre del 1975

Visualizzazioni ultima settimana

EINSTEIN DICEVA SPESSO

“Il mondo è quel disastro che vedete, non tanto per i guai combinati dai malfattori, ma per l’inerzia dei giusti che se ne accorgono e stanno lì a guardare”.