Che ora è ?

venerdì 1 aprile 2011

Brandisio ...il Primitivo. Il rito del batonnage.


5 commenti:

  1. Non c'e' nulla da commentare....
    una persona in pensione ha trovato come impiegare il suo tempo,ormai sempre libero.

    Non e' il solo e non sara' il solo......
    e' un problema di tutti coloro che hanno smesso l'attivita' lavorativa.

    Buon pro gli faccia e buoni radicali liberi.

    RispondiElimina
  2. Auguro al sig.Tombolini infiniti brindisi di buona salute....

    Io,invece, trascorro il tempo leggendo,scampagnandomi e augurandomi sempre la buona salute

    RispondiElimina
  3. "Ella mi mescé il vino inebriante col solo suo sguardo
    ed or con la coppa ed ora con le sue labbra,
    e le corde del suo liuto mi esaltavano
    come udissi sulle corde dei colli fischiare la melodia
    delle spade.
    Ella schiuse la veste su un corpo qual tenero ramo
    di salice,
    così come il boccio si apre dischiudendo il fiore".

    Muḥammad al-Muʿtamid

    RispondiElimina
  4. Lilli, mi hanno detto che c'e' il poster di Alabrese mentre sorgeggia del vino rosso. Lo puoi postare qui?

    Grazie

    RispondiElimina
  5. Lilli, sono certo che anche Alabrese raggiunge la sinestesia col bicchiere nelle mani....

    RispondiElimina

blog culturale fondato dalla giornalista Lilli D'Amicis

Translate

ATTENZIONE! Gli articoli che non trovate qui sono su ORAQUADRA.IT

ATTENZIONE! Gli articoli che non trovate qui sono su ORAQUADRA.IT
Questo Blog ha subito una trasformazione, in questo spazio ci si occuperà solo di Spettacolo, Cultura, Sport e Tempo libero. Ho deciso di aprirlo agli operatori culturali e sportivi che con una mail di richiesta possono diventare collaboratori autonomi e quindi inserire liberamente prose, poesie, ma anche report di manifestazioni che riguardano il nostro territorio, oppure annunci di eventi o racconti dove la nostra gente è stata protagonista. Scrivete quindi a lillidamicis@libero.it, vi aspetto!!!

LIBERTÀ DI PENSIERO

"Io so. Ma non ho le prove. Non ho nemmeno indizi.
Io so perché sono un intellettuale, uno scrittore, che cerca di seguire tutto ciò che succede, di conoscere tutto ciò che se ne scrive, di immaginare tutto ciò che non si sa o che si tace; che coordina fatti anche lontani, che mette insieme i pezzi disorganizzati e frammentari di un intero coerente quadro politico, che ristabilisce la logica là dove sembrano regnare l'arbitrarietà,
la follia e il mistero".
Pierpaolo Pasolini
scrittore
ammazzato nel novembre del 1975

Visualizzazioni ultima settimana

EINSTEIN DICEVA SPESSO

“Il mondo è quel disastro che vedete, non tanto per i guai combinati dai malfattori, ma per l’inerzia dei giusti che se ne accorgono e stanno lì a guardare”.