Che ora è ?

lunedì 4 aprile 2011

DANIELE MICOLANI vince L'Open di Tennis "Grottaglie città d'arte"


Il momento della premiazione
"Grottaglie città d'arte" si conferma come uno dei più importanti appuntamenti del tennis su terra rossa del meridione d'Italia, dove l'obiettivo prefissato di unire agonismo e socializzazione, attraverso la promozione della cultura sportiva, è stato raggiunto in tutto e per tutto.
 Si è conclusa con la finale di domenica 3 aprile, la terza edizione dell'open di tennis "Grottaglie città d'arte", che ha visto come vincitore Daniele Micolani del circolo tennis "Stasi" di Lecce. Micolani ha battuto in finale con il punteggio di 7-6, 6-4,  Antonio Scala, anch'egli giocatore dello stesso circolo salentino. Premiato dall'assessore allo sport Marisa Patruno, con la presenza dei partner del torneo tra cui BCC di San Marzano e Saimir, Daniele Micolani alza il premio di ceramica (disegnato dall'artista Antonio Masella) esprimendo tutta la sua soddisfazione per un torneo, definito dallo stesso Micolani, "di eccezionale livello tecnico". Grande affluenza di pubblico per tutti i giorni del torneo (dal 28 marzo). Ben ottantotto gli iscritti di quest'anno, provenienti da tutte le parti del sud Italia. Molta soddisfazione per gli organizzatori del Circolo Tennis Grottaglie, impegnati per più di sei giorni consecuti sui campi in terra rossa di via dei maratoneti. Un'edizione che sarà ricordata per i problemi climatici dei primi momenti (ampiamente superati nei giorni successivi), e per i giovanissimi campioni locali che si sono contraddistinti nel torneo, tra cui: Alessio De Giorgio, del c.t. "New Garden" di Taranto, vincitore del tabellone di quarta categoria e Francesco Sasso, dello sporting club Bisceglie, vincitore della terza categoria. Da segnalare anche le prove del grottagliese Ceraudo e dei giovanissimi gemelli (appena tredicenni) Luca e Gianni Narcisi del c.t. di Cisternino, questi ultimi vere e proprie rivelazioni dell'open.




Nessun commento:

Posta un commento

blog culturale fondato dalla giornalista Lilli D'Amicis

Translate

ATTENZIONE! Gli articoli che non trovate qui sono su ORAQUADRA.IT

ATTENZIONE! Gli articoli che non trovate qui sono su ORAQUADRA.IT
Questo Blog ha subito una trasformazione, in questo spazio ci si occuperà solo di Spettacolo, Cultura, Sport e Tempo libero. Ho deciso di aprirlo agli operatori culturali e sportivi che con una mail di richiesta possono diventare collaboratori autonomi e quindi inserire liberamente prose, poesie, ma anche report di manifestazioni che riguardano il nostro territorio, oppure annunci di eventi o racconti dove la nostra gente è stata protagonista. Scrivete quindi a lillidamicis@libero.it, vi aspetto!!!

LIBERTÀ DI PENSIERO

"Io so. Ma non ho le prove. Non ho nemmeno indizi.
Io so perché sono un intellettuale, uno scrittore, che cerca di seguire tutto ciò che succede, di conoscere tutto ciò che se ne scrive, di immaginare tutto ciò che non si sa o che si tace; che coordina fatti anche lontani, che mette insieme i pezzi disorganizzati e frammentari di un intero coerente quadro politico, che ristabilisce la logica là dove sembrano regnare l'arbitrarietà,
la follia e il mistero".
Pierpaolo Pasolini
scrittore
ammazzato nel novembre del 1975

Visualizzazioni ultima settimana

EINSTEIN DICEVA SPESSO

“Il mondo è quel disastro che vedete, non tanto per i guai combinati dai malfattori, ma per l’inerzia dei giusti che se ne accorgono e stanno lì a guardare”.