Che ora è ?

mercoledì 13 aprile 2011

Emergenza migranti: " Non si può impedire ad Emergency di operare al campo profughi"

Il senatore Caforio in aula

Nella giornata odierna il senatore Giuseppe Caforio è interventuo in aula in merito alla vicenda dell'organizzazione umanitaria internazionale Emergency, quest'ultima ha fatto richiesta agli enti competenti di poter assistere gratuitamente i migranti del campo profughi di Manduria. "Ritengo importante informare la Presidenza e l'Assemblea - ha detto il senatore Caforio in aula - di quanto avvenuto a seguito della richiesta da parte di Emergency di intervenire ad Oria (in provincia di Brindisi), nei pressi di Manduria, al fine di portare assistenza sanitaria, a titolo gratuito, ai numerosi Migranti concentrati in questa zona.
Il Comune di Oria, per mezzo del Commissario prefettizio, ha inteso negare l'autorizzazione e quindi il rispettivo stazionamento del PoliBus di Emergency sul piazzale antistante la stazione ferroviaria della cittadina, affermando che il servizio sanitario ai migranti è garantito direttamente presso il centro di accoglienza del territorio di Manduria e non in Oria.
Su richiesta dei giovani volontari mi sono attivato, contattando personalmente il Prefetto il quale, di fronte ad una richiesta mossa da un Parlamentare della Repubblica non ha inteso addurre motivazioni valide e concrete, nè procedere ad autorizzare tale intervento.
Sono allarmato e sconcertato da tale diniego. Di fronte ad emergenze simili, nelle quali il rispetto della persona e della dignità umana dovrebbero SEMPRE avere la meglio rispetto ad altri interessi, mi chiedo se in questo caso non soggiacciano a tale diniego motivazioni politiche, nonché economiche.
Sicuramente, infatti, Emergency non può essere definita una associazione umanitaria filo governativa. Peraltro e concludo Presidente, sorge il dubbio che tale richiesta di autorizzazione possa ledere interessi economici di "amici degli amici" magari con sedi legali molto più a nord di Manduria e con idee politiche diverse da quelle proprie dell'attuale opposizione.
Sarebbe gravissimo, Presidente, - ha concluso Caforio - che di fronte ad una EMERGENZA che sta colpendo in maniera esclusiva il Sud ci si speculi, tanto più che a farlo sia il Nord che di migranti non ne ha proprio voluto sentir parlare né tantomeno di accoglierli, come degnamente testimoniato dall' indecente affermazione del ministro Bossi quando disse :"FORA DAI BALL" . "

Nessun commento:

Posta un commento

blog culturale fondato dalla giornalista Lilli D'Amicis

Translate

ATTENZIONE! Gli articoli che non trovate qui sono su ORAQUADRA.IT

ATTENZIONE! Gli articoli che non trovate qui sono su ORAQUADRA.IT
Questo Blog ha subito una trasformazione, in questo spazio ci si occuperà solo di Spettacolo, Cultura, Sport e Tempo libero. Ho deciso di aprirlo agli operatori culturali e sportivi che con una mail di richiesta possono diventare collaboratori autonomi e quindi inserire liberamente prose, poesie, ma anche report di manifestazioni che riguardano il nostro territorio, oppure annunci di eventi o racconti dove la nostra gente è stata protagonista. Scrivete quindi a lillidamicis@libero.it, vi aspetto!!!

LIBERTÀ DI PENSIERO

"Io so. Ma non ho le prove. Non ho nemmeno indizi.
Io so perché sono un intellettuale, uno scrittore, che cerca di seguire tutto ciò che succede, di conoscere tutto ciò che se ne scrive, di immaginare tutto ciò che non si sa o che si tace; che coordina fatti anche lontani, che mette insieme i pezzi disorganizzati e frammentari di un intero coerente quadro politico, che ristabilisce la logica là dove sembrano regnare l'arbitrarietà,
la follia e il mistero".
Pierpaolo Pasolini
scrittore
ammazzato nel novembre del 1975

Visualizzazioni ultima settimana

EINSTEIN DICEVA SPESSO

“Il mondo è quel disastro che vedete, non tanto per i guai combinati dai malfattori, ma per l’inerzia dei giusti che se ne accorgono e stanno lì a guardare”.