Che ora è ?

venerdì 15 aprile 2011

Etta Ragusa: "Basta con inutili comunicati stampa si passi ai ricorsi amministrativi (TAR)"


Il candidato Sindaco delle liste civiche grottagliesi “RINASCITA CIVICA” e “CITTATTIVA”, prof.ssa Etta Ragusa, fa un appello pubblico all’Amministrazione comunale di Grottaglie affinché proponga un ricorso al TAR per scongiurare il pesante ridimensionamento dell’ospedale civile “San Marco”. Il probabile esito positivo del ricorso, dovuto anche ai successi di altri analoghi ricorsi proposti da Comuni come Gagliano del Capo e Nardò, impone anche all’amministrazione comunale di Grottaglie di intraprendere la soluzione giudiziaria. Non è più tempo di inutili comunicati stampa e dell’incomprensibile coinvolgimento, del tutto fuori luogo, di un’associazione come l’ANCI (Associazione Nazionale Comuni Italiani), che sono serviti esclusivamente per fare un po’ di rumore mediatico e propaganda elettorale. Ora è il tempo di adottare le soluzioni concrete e corrette. Basterà inserirsi nel solco dei ricorsi al TAR già tracciati dai Comuni di Gagliano del Capo e Nardò, per avere la ragionevole probabilità di escludere il drastico ridimensionamento perpetrato ai danni del nostro ospedale “San Marco” e a danno della nostra collettività.

4 commenti:

  1. Alla faccia del movimento cittadino che e' servito solo "a fare un po'di rumore mediatico....".Questo perche'l'idea di fare "rumore" non e' venuta che a sconosciuti cittadini,che magari non sono manco candidati alle prossime elezioni comunali?

    RispondiElimina
  2. Attenzione! Nel comunicato si parla degli inutili comunicati dell'Amministrazione in carica e dell'inutile coinvolgimento dell'Anci proposto da membri della stessa Amministrazione. Perchè è l'Amministrazione che deve muoversi per fare ricorso al Tar invece di scrivere letterine e telegrammi. Il movimento cittadino, e gli sconosciuti cittadini che hanno partecipato alla manifestazione hanno invece dimostrato quanto ci tengono all'Ospedale. La lettura che fa l'anonimo delle 14.51 è fuorviante. Da 9 anni c'è l'allarme per l'Ospedale, come ho letto in questo blog, e l'Amministrazione non ha mai espresso atti concreti per salvare l'Ospedale, ma solo parole inutili.

    RispondiElimina
  3. CHI HA INTERROTTO LA MANIFESTAZIONE E NON HA PERMESSO AI MEDICI DI DIRE COME STANNO LE COSE? RILEGGIAMO QUANTO SCRIVE L'ASSOCIAZIONE "MEDICI PER S.CIRO.
    Ma la mattina del 9 Aprile improvvisamente la manifestazione si è interrotta (voci ufficiali per il caldo) e noi non abbiamo avuto la possibilità di esporre tutto quello che avevamo pensato e studiato per il bene della città; inoltre non ci hanno dato la possibilità di dire ai cittadini che il nostro Ospedale stava entrando in un labirinto che serviva a nascondere la vera realtà. La politica ancora una volta stava assumendo il ruolo del Leone, proprio nel momento in cui la campagna elettorale prendeva il sopravvento. Ma la pubblicazione di una lettera della Regione Puglia (datata 1 Aprile 2011: protocollo 1540) ed indirizzata al Commissario Straordinario dell’ASL di Taranto Dott. Colasanto ci ha fatto la forza per scrivere e per dire quello che non ci hanno permesso di esprimere quella mattina del 9 Aprile. Dobbiamo ammettere con tutta sincerità che siamo stati strumentalizzati dalla politica partitica ed abbiamo pagato lo scotto della nostra ingenuità di semplici Medici.

    RispondiElimina
  4. Che vergogna quello che e' successo alla
    Faccia della democrazia... povero Dott Lenti
    che continua a servire la propria terra con umiltà
    e senza interessi....ma chi te lo fa fare..

    RispondiElimina

blog culturale fondato dalla giornalista Lilli D'Amicis

Translate

ATTENZIONE! Gli articoli che non trovate qui sono su ORAQUADRA.IT

ATTENZIONE! Gli articoli che non trovate qui sono su ORAQUADRA.IT
Questo Blog ha subito una trasformazione, in questo spazio ci si occuperà solo di Spettacolo, Cultura, Sport e Tempo libero. Ho deciso di aprirlo agli operatori culturali e sportivi che con una mail di richiesta possono diventare collaboratori autonomi e quindi inserire liberamente prose, poesie, ma anche report di manifestazioni che riguardano il nostro territorio, oppure annunci di eventi o racconti dove la nostra gente è stata protagonista. Scrivete quindi a lillidamicis@libero.it, vi aspetto!!!

LIBERTÀ DI PENSIERO

"Io so. Ma non ho le prove. Non ho nemmeno indizi.
Io so perché sono un intellettuale, uno scrittore, che cerca di seguire tutto ciò che succede, di conoscere tutto ciò che se ne scrive, di immaginare tutto ciò che non si sa o che si tace; che coordina fatti anche lontani, che mette insieme i pezzi disorganizzati e frammentari di un intero coerente quadro politico, che ristabilisce la logica là dove sembrano regnare l'arbitrarietà,
la follia e il mistero".
Pierpaolo Pasolini
scrittore
ammazzato nel novembre del 1975

Visualizzazioni ultima settimana

EINSTEIN DICEVA SPESSO

“Il mondo è quel disastro che vedete, non tanto per i guai combinati dai malfattori, ma per l’inerzia dei giusti che se ne accorgono e stanno lì a guardare”.