Che ora è ?

martedì 5 aprile 2011

Manca solo il pdl e poi l'esercito di probabili 9 candidati sindaco è completo

Ormai a Grottaglie si sta veleggiando verso nove candidati sindaci: una vergogna! 
Ciro Alabrese, Ciro D'Alò, Ester Delli Ponti,  Enzo Lacorte, Cosimo Lombardi, Etta Ragusa, Michele Santoro, Luigi De Filippis? e in attesa molto probabilmente Ciro Gianfreda, ma come dichiara Chiarelli, commissario ad ok per questa fase elettorale del Pdl a Grottaglie, lo comunicheranno  ufficialmente mercoledì. Ma pare che i giochi siano fatti, anche se per il 15 aprile, giorno della presentazione delle liste mancano 10 giorni e chi è esperto di politica sa che i giochi cambiano da un ora all'altra. 
In tutto questo baillame e ridda di nomi c'è già una perdente la politica e la città di Grottaglie in primis.
Come al solito, noi grottagliesi,  sempre soggetti ai giochi esterni e al protagonismo sfrenato  di molti che si sentono unti del Signore e quindi il non plus ultra per quella "poltrona", un protagonismo misto ad autoreferenzialità che non porterà mai questa città ad esprimere una classe politica degna di questo nome.

E' vero che la politica è alle corde, ma lo è perché ormai la si fa per interesse personale e non per costruire qualcosa di buono utile all'intera collettività. Sono fermamente convinta che Grottaglie avrebbe meritato schieramenti più netti, meno frastagliati e con una identità ben definita, al massimo 3 candidati sindaci e allora sì che Grottaglie avrebbe avuto il sindaco che si merita. Con questi chiari di luna vincerà il meno peggio suffragato da un affluenza alle urna tiepida e poco entusiasta. Mi auguro di sbagliarmi, ma troppe ne ho viste di campagne elettorali per dire che questa è una delle più brutte in assoluto, e come dicono i saggi al peggio non c'è mai fine.
San Ciro pensaci tu!!!

1 commento:

  1. ma perchè è la più brutta! ci sono tanti cittadini che si propongono legittimamente, anche se non ci sarà sintesi, diamo coraggio a chi si è proposto, se non fosse così allora tutti coloro che si propongono sono tutti delegittimati da coloro che stanno alla finestra o che si sono proposti e non sono riusciti nell' intento? la politica è bella se si lancia una proposta, sta poi al popolo votare dopo aver ascoltato. tutto il resto è noia...cara Lilli

    RispondiElimina

blog culturale fondato dalla giornalista Lilli D'Amicis

Translate

ATTENZIONE! Gli articoli che non trovate qui sono su ORAQUADRA.IT

ATTENZIONE! Gli articoli che non trovate qui sono su ORAQUADRA.IT
Questo Blog ha subito una trasformazione, in questo spazio ci si occuperà solo di Spettacolo, Cultura, Sport e Tempo libero. Ho deciso di aprirlo agli operatori culturali e sportivi che con una mail di richiesta possono diventare collaboratori autonomi e quindi inserire liberamente prose, poesie, ma anche report di manifestazioni che riguardano il nostro territorio, oppure annunci di eventi o racconti dove la nostra gente è stata protagonista. Scrivete quindi a lillidamicis@libero.it, vi aspetto!!!

LIBERTÀ DI PENSIERO

"Io so. Ma non ho le prove. Non ho nemmeno indizi.
Io so perché sono un intellettuale, uno scrittore, che cerca di seguire tutto ciò che succede, di conoscere tutto ciò che se ne scrive, di immaginare tutto ciò che non si sa o che si tace; che coordina fatti anche lontani, che mette insieme i pezzi disorganizzati e frammentari di un intero coerente quadro politico, che ristabilisce la logica là dove sembrano regnare l'arbitrarietà,
la follia e il mistero".
Pierpaolo Pasolini
scrittore
ammazzato nel novembre del 1975

Visualizzazioni ultima settimana

EINSTEIN DICEVA SPESSO

“Il mondo è quel disastro che vedete, non tanto per i guai combinati dai malfattori, ma per l’inerzia dei giusti che se ne accorgono e stanno lì a guardare”.