Che ora è ?

domenica 3 aprile 2011

Risparmio:i computer del Palazzo con OPEN SOURCE – SOFTWARE LIBERO

GROTTAGLIE MERITA QUESTA OPPORTUNITÀ
...LU PAISU SI STE MOVE...
 Andrea Cometa, perito informatico,  candidato consigliere comunale nella lista "Sud in Movimento" fa questa proposta alla pubblica Amministrazione, quale quella di Grottaglie.
OPEN SOURCE è “Il software libero è software pubblicato con una licenza che permette a chiunque di utilizzarlo e che ne incoraggia lo studio, le modifiche e la redistribuzione; per le sue caratteristiche, si contrappone al software proprietario ed è differente dalla concezione open source, incentrandosi sulla libertà dell'utente e non solo sull'apertura del codice sorgente, che è comunque un pre-requisito del software libero.
 Avere la possibilità di utilizzare liberamente software senza dover sottostare ai costi, a volte decisamente esosi, delle licenze d'uso a cui le software house ci hanno abituati negli ultimi anni;
Software libero vuol dire software a costo zero, ma non software di qualità zero.
L'esempio più noto è dato da Firefox, browser open source diventato famoso negli ultimi anni, oppure OpenOffice, suite da ufficio diretta concorrente di Microsoft Office.
E allora perchè non dotare la nostra Pubblica Amministrazione di software che hanno difatto costo zero?
Il bene pubblico è bene nostro, le licenze d'uso vengono acquistate con i nostri soldi, soldi che vanno sempre alle stesse software house, tra l'altro nemmeno italiane...

Oltretutto, oggi è possibile riutilizzare vecchi pc in disuso, con sistemi operativi quali GNU/Linux e dare loro ancora spazio nella quotidiana vita d'ufficio.
Per di più dimenticando la parola Virus! Già perchè nel mondo Open Source, non esistono Virus e comunque le vulnerabilità vengono corrette in genere nell'arco delle 48 ore

Questo è possibile grazie ai milioni di programmatori, studenti, ricercatori, enti che lavorano producono e fanno crescere i software Open Source.

E se domani fossimo in grado di sviluppare e portare avanti in piena autonomia, il software necessario alla gestione della nostra Pubblica Amministrazione? Magari finanziando progetti di ricerca, stipendiando giovani diplomati/neo laureati, facendo passare il codice tra le mani di nostri concittadini che potrebbero esprimere qui, e non altrove, le loro capacità?

E se invece di investire denaro pubblico nell'acquisto di nuovi computer, finanziassimo tecnici preparati alla rimessa in uso di vecchi computer perfettamente riutilizzabili?
Questa non è utopia, accade già in altri comuni d'italia Bolzano, Argenta, Ancona, Modena stanno già risparmiando, basta fare una ricerca su Google per rendersene conto.

p.s. Credete che il software libero non valga questa scommessa? Anche Facebook[2] è sviluppato utilizzando strumenti Open Source,  eppure è un buon prodotto...






[1] Rif. wikipedia
[2] http://developers.facebook.com/?ref=pf

19 commenti:

  1. "Finanziare tecnici preparati....."? Tutto questo per "finanziare tecnici preparati" per mettere a posto computer vecchi ? Bel programma! Complimenti, abbiamo proprio bisogno che qualcuno ci dica come spendere un po' di soldi. Ne abbiamo tanti. Grazie

    RispondiElimina
  2. Si, e' vero, con il federalismo fiscale e con la possibilità di aumentare liberamente le tasse nei confronti dei grottagliesi, il Comune potrà "finanziare progetti di ricerca, stipendiare giovani diplomati/laureati....". E' vero, siamo dinanzi a un progetto geniale! Complimenti!

    RispondiElimina
  3. Già perché ora i soldi spesi verso i soliti noti.....
    E comunque a me sembra che l'intenzione sia più quella di un coinvolgimento delle università e delle scuole

    RispondiElimina
  4. "coinvolgimento delle università e delle scuole"? Ma di che cosa state parlando? Basta a prendere in giro! Soliti noti? Vanno cacciati, ma non per metterne altri! E pure inutilmente e improduttivamente! Ma a ddo ta sce'!

    RispondiElimina
  5. Effettivente, la proposta del candidato consigliere comunale, che e' anche perito informatico, può essere una buona occasione di lavoro per i .....periti informatici.....che, peraltro, non siano .....soliti noti....Certo, bisognerebbe aumentare le tasse a carico dei grottagliesi. Pero' c'è la soddisfazione che qualcuno si candida per un programma......chiaro, chiarissimo.....

    RispondiElimina
  6. Si, un progetto geniale. Un computer nuovo di nuova generazione costa 1.000 euro, un posto di lavoro costa centomila euro all'anno! A men fhe uestigrninon ci dimostrino che si possono tinanduare questi fantomatici progetticonmeno dimlle uro. Una economia di spesa davvero "eccezionale". Ma come di fa a sostenere cose più assurde e insignificanti! Ma ci sono grottagliesi disposti a "bere" pure usate fandonie?

    RispondiElimina
  7. Per chi non lo sapesse il comune ha già in pianta organica da anni un informatico che si occupa di questo basta informarsi.

    RispondiElimina
  8. Se questo paese non accetta innovazioni e nuove tecnologie non andrà da nessuna parte,vedremo sempre i soliti politici riempirsi le tasche e badare solo ai cavoli loro...come è stato fino ad ora!!! Nuove idee per i giovani , con inserimento è questo che ci vuole,quindi è geniale l'idea del perito candidato consigliere!

    RispondiElimina
  9. Rispondendo al primo post di anonimo,le dico sà perchè non abbiamo tanti soldi come dice lei ?? perchè sono stati sprecati male e glielo dico io che ne sò qualcosa! Quindi benvengano le idee nuove che nel tempo danno anche un notevole risparmio; Ho letto su google,quanto suggerito dal sign. Andrea e sinceramente ci sono i presupposti per risparmiare!

    RispondiElimina
  10. Il vostro programma e' quindi quello di "sprecarli (non male ma) bene i soldi"? Ma ci sono soggetti disposti a votarvi sapendo che "sprecherete bene" i soldi pubblici?! Sono disposti questi soggetti a farsi aumentare le tasse per farvi "sprecare bene" e non male il denaro pubblico?! Prendiamo atto che per voi esiste una differenza tra sprecare bene e sprecare male. Certo e' pero' che sempre di spreco si tratta!!!!!!

    RispondiElimina
  11. Rispondo con molto piacere ai commenti letti finora su questo blog, sono felice di aver suscitato reazioni...
    Voglio sottolineare però che l'articolo è stato scritto di botto e con il cuore, già! perchè tratto sempre la materia con il cuore!
    Forse sono stato troppo lungimirante ma questo non deve essere necessariamente un grave difetto.
    ...mi chiedo se alcune frasi sono state estrapolate con malizia ed utilizzate con la classica intenzione di "malangà"...

    In effetti siamo tanto abituati a pensare negativamente all'assegnazione della cosa pubblica, che qualsiasi proposta,
    soprattutto "nuova" viene vista in malo modo
    Attualmente non penso a spendere di più, ma a spostare la spesa traendo beneficio in termini di risparmio per implementare nuovi servizi, miglioramento di quelli esistenti
    Questo non comporta necessariamente il dover mettere sul libro paga nuove figure ma soprattutto la valorizzazione di chi abbiamo in pianta stabile (ed ha già le competenze necessarie per operare in questo senso, ...ne sono informato!)

    la mia speranza, che possa piacere o meno la proposta in se, è che questa possa essere recepita per quella che è! senza dietrologia e smettendola di insinuare al clientelismo, in fondo perchè mi sarei esposto? perchè ci credo, ci ho sempre creduto!
    ...avrei potuto agire come consuetudine vuole, facendo il giro di parenti, amici, conoscenti... e chiedere il favore... perchè di questi tempi il voto diventa favore!
    non è per me! ...perchè appartengo alla generazione di chi ha 30 anni o poco più e non è scappato da Grottaglie, perchè crede che qui ci si possa esprimere, qui si possa crescere...
    in ogni caso spero che rimanga impressa almeno la volontà di portare con me un'idea, farla propria e renderla di tutti

    p.s. Fosse stato per un qualsiasi partito non mi sarei candidato
    p.p.s. Rispondere ad un commento anonimo non è facile, perchè ne è poco ordinata la gestione, tantomeno quando sembrano usciti dalla stessa mano

    Andrea

    RispondiElimina
  12. La proposta non c'è alcun dubbio che sua stata presa esattamente proprio per quella che e'. Si e' ben compreso che si vuole utilizzare denaro pubblico per finanziare progetti di riconversione di computer vecchi. Stai tranquillo si e' capito proprio quello che hai voluto pensare e scrivere. Non c'è dubbio. Come non c'è dubbio che questa proposta sia semplicemente sbagliata e ingenua. E di idee e pepiate sbagliate e ingenue non c'è n'è bisogno. Per nulla.

    RispondiElimina
  13. "....stipendiando giovani diplomati/laureati...." . Scusate, ma e' vero o non e' vero che nella proposta di questo candidato di sud in movimento e' scritto che vogliono "stipendiare", dico: "stipendiare....". E dove li prendiamo questi soldi per "stipendiare" questi soggetti che vogliono riconvertire computer vecchi? Tassiamo un altro po i grottagliesi? L'ingenuita (se vogliamo proprio fare la migliore delle ipotesi su questa proposta diciamo "originale") e' una cosa bella, ma costa cara, molto cara.

    RispondiElimina
  14. Quando si amministrano beni pubblici o denaro pubblico non si può pensare o agire "con il cuore". Questo e' sbagliato. Il cuore va bene per i sentimenti che si possono nutrire per la persona amata, i figli, i genitori o anche il prossimo in genere. Ma amministrare richiede raziocinio, responsabilità, rispetto della legge e perseguimento dell'interesse pubblico. Tutte cose che non si fanno, non si possono e non si devono mai fare "con il cuore".

    RispondiElimina
  15. Ti assicuro, caro ragazzo, non ti preoccupare, non sei stato "lungimirante" come ti sei autodefinito.

    RispondiElimina
  16. Se non ci si mette il cuore nel lavoro, nello studio ,nelle cose in cui crediamo il risultato è pessimo, la prova è sotto il naso, quanti assessori o consiglieri e altre persone che ricoprono un ruolo nell'amministrazione uscente hanno svolto il loro impegno con cuore ?? NESSUNO, hanno pensato agli interessi personali e non dei cittadini!! La prova è cosa rimane del paese oggi?? Quindi caro anonimo, ci vuole anche quello ..oltre alla responsabilità del ruolo che si và a ricoprire, sopratutto diamo spazio ai giovani !!

    RispondiElimina
  17. Nel lavoro, nello studio, nelle cose in cui crediamo, caro ragazzo, bisogna metterci innanzitutto cervello. Nn si può buttare il denaro pubblico, il denaro dei cittadini e della collettività semplicemente per "stipendiare" con tanto, tantissimo, incommensurabile, infinito "cuore" persone che devono trovare occupazione in modo diverso dal modo assistenzialistico e improduttivo che tu, carissimo ragazzo, proponi senza, senza, senza, senza alcuna lungimiranza

    RispondiElimina
  18. "....diamo spazio a giovani"? Certamente, ma solo a quelli non presuntuosi, che abbiano capacita' reali e non autoreferenziali. In queste elezioni i giovani (mica tanto giovani, peraltro), sembrano davvero mediocri. Se cifrassero dtatigiovani davvero capaci intelligenti avrebbero compreso che ci sono figure importantissime nellanostra comunità, che hanno una storia, una credibilità e un carisma dinanzi alle quali, intelligentemente e responsabilmente, avrebbero dovuto fare non uno ma centocinquantamila passi indietro. Se non l'hanno fatto e' perché mana qualcosa.......o c'è qualcosa d troppo.......fate voi

    RispondiElimina
  19. la tua è un'idea che deve essere colta, non solo perchè tende ad efficienttizzare gli esorbitanti costi della pubblica amministrazione, ma sopratutto perchè può essere un concreto esempio per la "politica" in quanto evidenzi, che si può amministrare con competenza,con responsabilità ed in maniera socialmente sostenibile.in questa ottica leggo la proposta presentata più che con il cuore l'ho hai fatto con la passione di chi al primo posto ci mette il bene comune. andrea vai avanti la società del terzo millennio ha bisogno di persone come te.

    RispondiElimina

blog culturale fondato dalla giornalista Lilli D'Amicis

Translate

ATTENZIONE! Gli articoli che non trovate qui sono su ORAQUADRA.IT

ATTENZIONE! Gli articoli che non trovate qui sono su ORAQUADRA.IT
Questo Blog ha subito una trasformazione, in questo spazio ci si occuperà solo di Spettacolo, Cultura, Sport e Tempo libero. Ho deciso di aprirlo agli operatori culturali e sportivi che con una mail di richiesta possono diventare collaboratori autonomi e quindi inserire liberamente prose, poesie, ma anche report di manifestazioni che riguardano il nostro territorio, oppure annunci di eventi o racconti dove la nostra gente è stata protagonista. Scrivete quindi a lillidamicis@libero.it, vi aspetto!!!

LIBERTÀ DI PENSIERO

"Io so. Ma non ho le prove. Non ho nemmeno indizi.
Io so perché sono un intellettuale, uno scrittore, che cerca di seguire tutto ciò che succede, di conoscere tutto ciò che se ne scrive, di immaginare tutto ciò che non si sa o che si tace; che coordina fatti anche lontani, che mette insieme i pezzi disorganizzati e frammentari di un intero coerente quadro politico, che ristabilisce la logica là dove sembrano regnare l'arbitrarietà,
la follia e il mistero".
Pierpaolo Pasolini
scrittore
ammazzato nel novembre del 1975

Visualizzazioni ultima settimana

EINSTEIN DICEVA SPESSO

“Il mondo è quel disastro che vedete, non tanto per i guai combinati dai malfattori, ma per l’inerzia dei giusti che se ne accorgono e stanno lì a guardare”.